sabato 21 giugno 2014

Comproprietà, ciao ciao!

Finalmente in Italia sono state abolite le comproprietà e per questo si sono dovute risolvere tutte le compartecipazioni in essere, con la possibilità di rinnovo per un ultimo anno. L'Inter ha dovuto condurre molte trattative in questa ottica, visto l'elevato numero di compartecipazioni che aveva con altre società. La più importante è stata sicuramente quella relativa a Mauro Icardi, riscattato interamente dalla Sampdoria per circa 6 milioni di euro. Lui sarà il futuro dell'attacco nerazzurro. Sono invece stati riscattati molti giovani nerazzurri come Khrin, che tornerà alla base dopo quattro anni a Bologna, Crisetig, Tassi e Biraghi. La compartecipazione con il Bologna per Taider è invece stata rinnovata per un altro anno, ma pare che l'Inter riscatterà comunque il giocatore per poi girarlo al Rubin Kazan, nell'operazione che dovrebbe (speriamo) portare Yann M'Vila a Milano. Ma l'operazione più allucinante è stata quella relativa a Ishak Belfodil, che è stato rispedito al mittente dopo una stagione veramente deludente e anonima, per metà all'Inter e per metà al Livorno, dove non è riuscito a dare nessuna contributo per la (mancata) salvezza dei toscani. E pensare che un anno fa fu acquistato per circa 5 milioni più Antonio Cassano. Una delle ultime operazioni folli portate a termine da quell'incompetente di Branca. Questo il resoconto delle operazioni più importanti concluse dall'Inter in questi giorni di risoluzione delle comproprietà. Ora concentriamoci sul mercato vero, in attesa di buone notizie dal fronte russo.

Image Hosted by ImageShack.us

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore