domenica 18 maggio 2014

Finalmente è finita...

Uno spettacolo pietoso a chiusura di un'altra stagione deludente, la stagione tra l'altro dei dolorosi addii degli ultimi eroi del triplete, Samuel, Zanetti, Cambiasso e Milito. Sconfitta per 2-1 contro il Chievo in una partita dal tono amichevole, ma giocato in modo veramente inaccettabile. Finalmente anche questa stagione è finita, sperando che con Thohir inizi veramente un nuovo ciclo vincente nei prossimi anni.

PAGELLE:

CARRIZO 4: portiere scandaloso, incredibile che faccia il secondo da noi. Ha subito due gol ridicoli e ha sbagliato numerose uscite non chiamando il pallone ai difensori.

CAMPAGNARO 5,5: una volta di più ha deluso, dov'è finito il guerriero di Napoli?

CAMBIASSO 6: schierato nel ruolo di difensore centrale, ha avuto qualche difficoltà ad adattarsi, ma ha fatte anche delle bellissime chiusure alla sua maniera. Sarà un peccato non vederlo più giocare con la nostra maglia.

ANDREOLLI 6,5: per il gol e per la professionalità mostrata tutto l'anno. Premio meritato.

ZANETTI 6: ultima partita in nerazzurro prima di lasciare il calcio e entrare in dirigenza. Grazie di tutto Capitano.

TAIDER 6: davanti la difesa è uno scempio perchè ha una tecnica individuale molto limitata, però rincorre gli avversari, lotta e sfiora anche il gol.

KOVACIC 7: il migliore in campo, nettamente superiore da un punto di vista tecnico rispetto a tutti i calciatori in campo stasera. Illumina una serata amichevole con delle giocate pazzesche. L'anno prossimo si dovrà ripartire assolutamente da lui nell'undici titolare.

ALVAREZ 5: sembra ufficialmente tornato l'Alvarez irritante degli anni passati, lentissimo di pensiero, porca troppo palla senza mai accelerare. Ed è il pupillo di Mazzarri... mah!

D'AMBROSIO 5,5: tanta corsa e sovrapposizioni, ma coi piedi... mamma mia non azzecca un cross...

BOTTA 5,5: tanta tecnica individuale, ma non riesce a incidere sulla partita.

MILITO 6: tanto gioco di sponda, ma i compagni non riescono mai a metterlo nelle condizioni di battere a rete.

RANOCCHIA 5,5: entra ma si perde Obinna che in velocità lo brucia in occasione del gol del pareggio.

GUARIN S.V.

BONAZZOLI S.V.

MAZZARRI 5: era l'occasione giusta per iniziare a vedere qualcosa con la difesa a 4, invece sempre difesa a 3, gioco pietoso e altra sconfitta. L'anno prossimo dovrà essere tutta un'altra musica...

2 commenti:

  1. "MAZZARRI 5: L'anno prossimo dovrà essere tutta un'altra musica."
    Concordo, ma va cambiato il direttore dell'orchestra, poi si pensi ai violini, agli ottoni e alle percussioni.

    RispondiElimina
  2. Caro Vincenzo, io dopo anni di delusioni sono più per l'idea di cambiare prima la materia prima, visto che cmq Mazzarri è un signor allenatore, non l'ultimo arrivato. ma per tornare a parlare di champions o di scudetto bisogna costruire una squadra da champions e da scudetto...

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore