venerdì 31 gennaio 2014

Colpaccio Hernanes!!!

Dopo tanti anni finalmente possiamo parlare di un acquisto veramente di livello per l'Inter. Oggi, ultimo giorno del mercato di Gennaio, è stato ufficializzato l'ingaggio di Hernanes dalla Lazio! Dopo anni che ci siamo subiti acquisti vergognosi di gente come Gargano e Mudingayi, finalmente arriva un giocatore di altissimo livello, nel pieno della maturità calcistica che può dare un grandissimo apporto alla causa nerazzurra sin da subito. La trattativa con la Lazio non è stata facile ed è stata condotta interamente dal Presidente Thohir, che in questo modo si è presentato alla grande al pubblico interista. Un giocatore di questo livello, di questa classe non si vedeva nel centrocampo nerazzurro da anni, probabilmente da quando ci ha lasciato Wesley Sneijder. Da allora abbiamo assistito a bidoni inenarrabili come il già citato Gargano, abbiamo visto giocatori dal grande potenziale come Kovacic ma che devono ancora crescere e migliorare, centrocampisti un pò anarchici da in grado di decidere le partite da soli seppur con molta discontinuità come Guarin, ma mai fino ad ora abbiamo visto un centrocampista con la classe sopraffina che può vantare il Profeta Hernanes. Allora, pieni d'entusiasmo non possiamo far altro che accogliere il brasiliano all'Inter, essendo certi che ci regalerà tante emozioni, emozioni che ormai ci mancavano da fin troppo tempo. Grazie allora soprattutto a Thohir per aver riacceso gli entusiasmi di noi tifosi.

Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì 29 gennaio 2014

Rinforzo sulle fasce, arriva D'Ambrosio


Arriverà a breve l'ufficialità del primo colpo dell'era Erik Thohir, Danilo D'Ambrosio, arrivato dal Torino per un 1.750.000 euro più le comproprietà di Benassi (attualmente al Livorno) e il giovanissimo Colombi. Il giocatore dovrebbe firmare un contratto fino al 2018 con ingaggio di poco più di 1 milioni di euro a stagione. Dopo quasi quattro anni, D'Ambrosio lascia il Torino da capitano per approdare in una realtà ben diversa, decisamente più ambiziosa dove l'obiettivo non è la salvezza, ma il raggiungimento di obiettivi importanti. L'era Thohir è iniziata con un giocatore italiano, giovane che ha fatto molto bene nel suo precedente club, il tutto a costi molto contenuti sfruttando il fatto che a Giugno il giocatore si liberava a costo zero. Arriva quindi finalmente il rinforzo tanto atteso da Mazzarri per le fasce. D'Ambrosio può giocare sia a destra che a sinistra e ha un obiettivo chiaro, diventare al più presto il titolare della fascia. Tra Jonathan (più probabile) e Nagatomo, chi sarà a lasciargli il posto? Benvenuto Danilo! In attesa di ulteriori colpi di mercato...

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 26 gennaio 2014

Più di così... Speriamo nel mercato!

Complimenti a Mazzarri, la squadra ha una identità, ha un gioco, nonostante il cambio di modulo sta comunque tenendo bene il campo facendo spesso la partita. Il problema è la rosa. Se sulla fascia arriva la palla a Jonathan, è finita. Se davanti la palla arriva a un Milito spompato dal fisico e dall'età e anzichè rita si mette a giggioneggiare, se Palacio non becca più un tiro manco per sbaglio, a Mazzarri non si possono imputare colpe. Oggi negli dieci minuti abbiamo addirittura giocato con Milito Palacio Botta Alvarez e Kovacic, tutti in campo eppure non abbiamo fatto un solo tiro in porta. Se poi in quegli unici tiri pericolosi che riusciamo a fare abbiamo pure la sfortuna di incontrare bidoni di giocatori come Perin e Frison che si trasformato improvvisamente in superman, allora non c'è veramente nulla da fare. Anzi no, qualcosa da fare c'è. Fare qualche cazzo di acquisto sul mercato visto il livello della rosa e gli obiettivi che ci siamo ufficialmente posti. In questo condizioni neanche in Europa League si arriva. Quindi Thohir, metti mano a portafogli e regalaci un paio di giocatori prima della fine del mercato, altrimenti è finita.

PAGELLE:

HANDANOVIC 6: sufficienza politica visto che non ha fatto una parata per tutta la partita.

CAMPAGNARO 6: buona partita dell'argentino, meglio rispetto alle ultime uscite.

ROLANDO 6,5: ormai è titolare al centro della difesa, oggi ha sfiorato anche il gol, migliore in campo.

JUAN JESUS 6: sei positivo il brasiliano, che gioca sempre con grande grinta e determinazione.

JONATHAN 5: insufficiente, partita senza acuti, anonima condita anche da qualche errore imbarazzante. La magia sembra finita.

KUZMANOVIC 5: quarantacinque minuti di pochezza, ha lasciato il campo risultando tra i peggiore in campo, o quantomeno tra quelli meno convincenti.

CAMBIASSO 5,5: sempre più alla frutta. Se prima da vertice davanti la difesa poteva ancora dare il suo contributo, ora nel centrocampo a due è tornato a farsi superare sistematicamente da qualsiasi avversario, cercando inserimenti offensivi senza alcun tempismo e intelligenza.

NAGATOMO 5,5: tanta corsa, tanto brio ma nessuna incisività.

ALVAREZ 6: la sufficienza è per il primo tempo da migliore in campo, ma nella ripresa è calato parecchio soprattutto fisicamente e ha iniziato anche a fare diversi falli in netto ritardo per evidente mancanza di ossigeno.

MILITO 5,5: fisicamente sta migliorando, ha avuto un paio di buone occasioni, una parata clamorosamente fa Frison l'altra sciupata giochicchiando col pallone anzichè tirare una sassata in porta.

PALACIO 5,5: ancora una volta insufficienza, ma non per la prestazione in sè in quanto oggi è stata positiva, ma ormai sotto porta non becca più un tiro e la penuria di gol delle ultime giornate è anche figlia di questa situazione.

KOVACIC 5,5: dal suo ingresso al posto di Kuzmanovic mi sarei aspettato molto di più, invece non ha inciso.

TAIDER 6: entra, corre, recupera qualche pallone, ma non è certo lui l'uomo che ti cambia il match.

BOTTA 6: lui potrebbe avere i numeri per cambiare l'inerzia del match, appena entrato conquista un paio di pericolose punizioni, peccato che non abbiamo un solo tiratore in tutta la rosa.

MAZZARRI 6: mi spiacerebbe dare un'altra insufficienza al Mister quando lui veramente non può essere incolpato di nulla. Ora si sta giocando con due punte, con il trequartista, nel finale giocavamo tutti all'attacco, ma se la palla non vuole entrare che gli possiamo dire?

Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì 22 gennaio 2014

Pereira al San Paolo!

E' stato ufficializzato il trasferimento di Alvaro Pereira alla squadra brasiliana del San Paolo, acquistato a quanto si dice in prestito oneroso per un milioni di euro fino a Giugno 2015 con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro. Con Mazzarri pensavo potesse rivalutarsi, invece si è confermato uno scarparo come pochi al mondo, con una tecnica individuale da far venire i brividi. Solo tanta corsa, niente più. E per questo il signor Branca è stato in grado di spendere la bellezza di 11 milioni di euro due estati fa. Complimenti anche per questa geniale operazione di mercato signor Branca, sperando che la sua sedia salti molto molto presto. Intanto addio Pereira, a mai più rivederci, sperando nel riscatto del San Paolo tra un anno e mezzo. Nel frattempo l'unica alternativa rimasta a Jonathan e Nagatomo si chiama Wallace. Complimenti Branca.

Image Hosted by ImageShack.us

martedì 21 gennaio 2014

Evviva Thohir! Gobbi fottetevi!


Dio esiste e si chiama Erik Thohir. No vabbè, a parte le battute, qua c'è bisogno di fare una statua al signor Erik Thohir, nuovissimo Presidente dell'Inter, per essere intervenuto in prima persona per bloccare una delle operazioni più scandalose della storia di Marco Branca all'Inter, e la lista è bella lunga. In questo giorni abbiamo vissuto con l'incubo che lo scambio alla pari con i gobbacci rubentini tra Freddy Guarin e Mirko Vucinic fosse ormai cosa fatta. Una operazione totalmente folle messa su e portata avanti da un trio di incapaci come Branca, Ausilio e Fassone che stavano in un colpo solo regalando alla Rubentus a costo praticamente zero l'erede di Paul Pogba, destinato a raggiungere qualche sceicco, liberandosi allo stesso tempo di quello che ormai era solo un peso trentenne, ovvero Vucinic. In una sola botta stavamo facendo stappare bottiglie di champagne a quegli essere vomitevoli, mentre noi per l'ennesima estenuante volta stavamo per essere inculati a secco, senza vasellina. E invece no, colpo di coda dell'ultimo momento, il Presidente Thohir ha preso in mano la situazione e ha mandato tutto all'aria, bloccando definitivamente ogni tipo di trattativa con la Rubentus. Questo si che è parlare, questo si che è farsi rispettare, questo si che è un presidente capace e con un minimo di lucidità mentale. In prima persona ha bloccato una operazione che era una cazzata mondiale, smerdando allo stesso tempo quella gentaglia che da anni ci fa il mercato, sbagliando sempre strategie di anno in anno. Ora il prossimo passo è segnato, cacciare a calci in culo innanzitutto Branca, seguito a ruota da Fassone e forse pure da Ausilio, il quale almeno per la primavera lavorava dignitosamente. Evviva Thohir!

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 19 gennaio 2014

Se si è scarsi, si è scarsi. Pazienza.

Da quando è arrivato, il nuovo Presidente Thohir ha visto una sola vittoria della sua squadra, in uno dei derby tra i più brutti degli ultimi dieci anni. Per il resto solo un filotto di pareggi e sconfitte, al di là dei torti arbitrali che si sono stati e anche abbastanza evidenti. Però soffermiamoci sul livello della squadra. Oggi Palacio poteva fare almeno tre gol facili, non ha azzeccato un tiro. Oggi Jonathan sembrava tornato quello scandaloso dei primi anni in nerazzurro. Oggi Nagatomo non ha fatto un cross decente. Handanovic per l'ennesima volta ha fatto il gioco delle statuette in occasione del gol avversario (aaaah che belli i guizzi fenomenali che faceva Julio Cesar!), mentre il portiere avversario, un Perin qualsiasi, si è messo la mantella di Superman e ha parato di tutto. La considerazione finale è una sola, la squadra è scarsa. Il livello di questa rosa è veramente ai minimi storici e se la Champions era un sogno irrealizzabile, ora anche la zona Europa League sembra sfuggirci di mano. E in tutto questo scempio, il nuovo Presidente ci manda comunicati e video dalla lontana Indonesia nei quali ci parla di quarto e quinto posto come obiettivi, ci parla di difficoltà nel fare il mercato a Gennaio e che si farà qualcosa solo in estate o in caso di cessioni illustri, mentre squadre già di gran lunga più attrezzate della nostra, acquistano nel così difficile mercato di Gennaio gente come Naingollan, Jorginho, Andersson, Matri, Honda, Rami e chi più ne ha più ne metta. Noi? Stiamo facendo la guerra per prendere un discreto giocatore in scadenza di contratto come D'Ambrosio, mentre cerchiamo disperatamente di trovare acquirenti per gli unici giocatori che pare abbiamo ancora mercato, Ranocchia e Guarin. Bene, rassegniamoci allora all'idea di essere una squadretta da metà classifica, almeno per quest'anno ancora. Poi in estate vedremo cosa succederà, e là aspetteremo al varco il nuovo Presidente Thohir. Nel frattempo, spacchiamoci il fegato ogni santa Domenica nel guardare una squadra che pochi anni fa è salita sul tetto del mondo giocarsela adesso a metà classifica con gentaglia come Genoa, Udinese e Bologna. Amen.

PAGELLE:

HANDANOVIC 5,5: un paio di interventi importanti, ma ancora una volta resta immobile sul gol vittoria degli avversari. Esplosività zero proprio.

CAMPAGNARO 5: oggi male, si è continuamente intestardito nel cercare palloni lunghi su un terreno dove i palloni alti schizzano via alla velocità della luce appena toccano terra. In difficoltà anche in fase difensiva.

ROLANDO 6: partita normale per lui.

JUAN JESUS 6: ancora una volta positiva la sua partita, mostra sempre più personalità e carattere, può diventare un grande.

JONATHAN 4: scandaloso come ai tempi peggiori, sbaglia l'impossibile, tra cui due gol e un cross facile facile sciupando clamorosamente un ottimo schema su calcio piazzato architettato dal Mister in allenamento. In più perde la marcatura su Antonelli in occasione del gol che ci è costata la partita.

KUZMANOVIC 5: inizia con il piglio giusto, poi esce si scena fino alla sostituzione.

CAMBIASSO 6: oggi ha corso tanto, ha fatto girare palla, non si è comportato male tutto sommato. Ma ormai non fa più la differenza come una volta.

NAGATOMO 5: non so neanche se è sceso in campo, non si è mai visto nè in fase offensiva nè in quella difensiva, dove Juan Jesus ha dovuto fare gli straordinari contro gli avversari.

ALVAREZ 6: peccato per l'infortunio che l'ha costretto ad uscire, perchè sembrava essere in giornata.

PALACIO 5: quante occasioni sciupate. Con maggiore freddezza, avremmo vinto la partita senza dubbi.

MILITO 5: decisamente fuori forma. Incomprensibile la scelta della società di mettere sul mercato Belfodil, quando Milito è in queste condizini, Icardi è sempre infortunato e davanti abbiamo il solo Palacio arruolabile. Mah!

KOVACIC 5,5: il campo pesante non è certo il suo terreno ideale. Entrato a gara in corso ha faticato a trovare il ritmo partita, nella ripresa è andato leggermente meglio senza però riuscire a incidere sul match.

GUARIN 6: entra e dà subito maggiore pericolosità all'attacco, con un bel tiro al volo parato da Perin e un assist per bacio per Botta, su cui Perin ha fatto ancora una volta un miracolo.

BOTTA 6: se non fosse stato per Perin versione Superman, avrebbe trovato il suo primo gol in nerazzurro. Speriamo di vederlo presto in situazioni non così critiche, dove possa giocare con più tranquillità.

MAZZARRI 5,5: stavolta mi spiace veramente tanto dover dare una insufficienza al Mister, ma solo per la sconfitta. Per il resto non gli si possono dare colpe se la squadra è scarsa, se il terreno di gioco è ai limiti di praticabilità, se Palacio sbaglia tre gol, se Handanovic fa la stuatuina etc... Sta provando anche a cambiare modulo, il gioco a tratti si vede pure, ma manca incisività in mezzo al campo e soprattutto in avanti.

Image Hosted by ImageShack.us

lunedì 13 gennaio 2014

Continua l'accanimento arbitrale. Ma che v'abbiamo fatto???

Sono veramente schifato, ma non per la squadra che anche oggi ci ha messo l'anima in campo e ha dominato la partita dall'inizio alla fine, ma ce l'ho con questo accanimento arbitrale che ci perseguita ormai da tempo immemore. Anche oggi contro il Chievo siamo stati fermati da un arbitraggio scandaloso, con un gol clamorosamente regolare annullato a Nagatomo (sarebbe stato il 2-1) e un rigore, l'ennesimo, non fischiato per fallo su Botta a tempo quasi scaduto. Non si può continuare così, qua ci parlano di obiettivi, di terzo posto, di Europa League e di mercato, ma di cosa cazzo parliamo se la classifica la fanno sempre e solo gli arbitri. Andate a vedere quanti torti arbitrali abbiamo subito fino ad oggi dalla prima giornata di campionato e guardate quanti punti sono stati invece regalati alle altre squadre del campionato, ridisegnate la classifica e vedete che ne esce. Questa è la solita Italia, il solito vecchio bel paese in cui il gioco è sempre lo stesso. Ma sinceramente mi ha stufato.

PAGELLE:

HANDANOVIC 5: il Chievo fa un tiro in porta e lui lo guarda entrare senza fare niente. L'ho detto che ormai non becca più una palla, se continua così via e riportiamo Bardi alla base.

CAMPAGNARO 6: buona partita del difensore argentino, che cerca di dare una mano anche in fase d'attacco.

ROLANDO 5,5: l'unico negativo della difesa, ha commesso diversi errori nell'arco della gara.

JUAN JESUS 7: onnipresente, fisicamente devastante, in netta crescita.

JONATHAN 5: sta avendo un calo pericoloso e sul mercato ancora non abbiamo fatto niente. Anche oggi insipido.

KUZMANOVIC 7: grande prestazione del Kuz, che ha dato al centrocampo quantità, qualità e geometrie. Esce stremato, ma in questo ultimo periodo sta conferma quanto io pensassi, ovvero che è un elemento veramente utile che può fare molto bene in mediana.

CAMBIASSO 5: a metà campo passeggiata, si lancia disperatamente in attacco a fare da prima punta lasciando dei vuoti clamorosi dietro coperti solo da uno strepitoso Kuzmanovic. Per fortuna Mazzarri l'ha cambiato.

NAGATOMO 6,5: se non fosse stato per l'ennesimo arbitro venduto, oggi avrebbe messo a segno una doppietta da vero rapinatore d'area. Peccato per lui che giochi per l'Inter.

ALVAREZ 5,5: a parte l'assist a Nagatomo in occasione del pareggio, per il resto anche se tocca molti palloni non riesce a incidere.

KOVACIC 6,5: buonissima prestazione del croato, che dà alla squadra tecnica, visione di gioco e geometrie. Bravo Mateo.

PALACIO 5: sembra veramente arrivato, mi sembra spompato, non ce la fa più a giocare tutte le partite.

MILITO 5: entra e in 20 minuti non tocca quasi un pallone. Mi aspettavo tutt'altro impatto alla gara.

TAIDER S.V.

BOTTA S.V.

MAZZARRI 6: la sufficienza la merita ampiamente. La squadra ha giocato, ha dominato la gara, ma il materiale umano a disposizione è quello che è, quindi più di questo non si può fare. Se ci si mettono poi pure gli arbitri come ormai accade ogni domenica, allora non gli si possono imputare colpe.

Image Hosted by ImageShack.us

La saga delle risate: il lustro del Signor Allegri!

Un allenatore estremamente sopravvalutato, che in carriera ha vinto uno scudetto grazie a Ibrahimovic nell'anno in cui è iniziata la debacle nerazzurra sotto la gestione Benitez-Leonardo, quindi in effetti senza alcun avversario di livello. Un allenatore che è arrivato l'anno scorso a raggiungere l'obiettivo della qualificazione alla Champions League solo grazie a conduzioni arbitrali palesemente di parte e atte a spingere il più possibile il Milan in Champions League a discapito di una sicuramente più meritevole Fiorentina. Tale signore si è permesso anche di sboroneggiare contro di noi dicendo che il Milan è l'unica squadra al momento a dare lustro alla città di Milano, quando in classifica sono una decina di punti dietro di noi e proprio ieri sera hanno portato a casa quattro pere dal Sassuolo, squadra alla quale noi abbiamo rifilato ben sette pallette. Oggi, il giorno dopo l'ennesima disfatta e figuraccia, arriva l'annuncio dell'esonero di Massimiliano Allegri. Ahah che risate. Grazie mille Signor Allegri per il lustro che ci hai regalato!

Image Hosted by ImageShack.us

venerdì 10 gennaio 2014

Fuori dalla Coppa Italia, olè!

Continua il grandissimo periodo di forma dell'Inter che anche ieri sera ha mostrato il suo lato migliore, resuscitando anche i giocatori dell'Udinese, che appena pochi giorni prima erano stati presi a pallettate in campionato e che navigano, o meglio navigavano, in acque di certo non tranquille. Un primo tempo da censura, con una squadra senza idee, con a centrocampo una qualità ai minimi storici, con giovani talenti violentati tatticamente e messi in posizioni a loro non consono come Kovacic. E continua, questo bisogna sempre dirlo, il grande periodo di forma degli arbitri, che continuano a oltranza a infierire su una preda già di per sè in fin di vita, negandole continuamente rigori su rigori, come successo clamorosamente anche ieri. Di certo non possiamo dare la colpa a questi chiamiamolo episodi direte voi, ma intanto se mettiamo dentro tutti i rigori che meriteremmo, adesso forse staremmo vivendo una situazione più tranquilla, avremmo una situazione di classifica forse migliore e forse avremmo anche superato il turno di coppa Italia. Ma con i forse non si va da nessuna parte, la realtà è che la squadra fa schifo, il Mister non può fare miracoli, la società è totalmente assente da anni ormai e gli arbitri si divertono a infierire su un bersaglio facile. Complimenti a tutti.

PAGELLE:

CARRIZO 5: una volta avevamo Toldo come secondo e ho detto tutto. Ieri sul gol si butta a vuoto e nello stesso modo stava per regalare un altro gol facile facile agli avversari.

ANDREOLLI 5: giocando una partita ogni tre mesi non può fare meglio di quanto facesse Silvestre l'anno scorso...

SAMUEL 5,5: una buona gara, ma sul gol dell'udinese è stato una lumaca. L'età si sente seppur il carisma sia quello di una volta.

CAMPAGNARO 5: fuori ruolo sul centro sinistra soffre tremendamente e gioca sotto la sufficienza.

ZANETTI 4: pensionabile, con tutto il rispetto del caso. Solo Mazzarri poteva pensare di farlo giocare esterno di centrocampo.

GUARIN 5: ieri decisamente inguardabile, sbaglia un gol facile facile da pochi metri sciupando una magia di Milito.

MUDINGAYI 4: veramente pessimo, disordinato, scarsissimo. A cosa serve una riserva 32enne di questo livello. Da chiedere a Marco Branca.

KUZMANOVIC 6: primo tempo maluccio da mezz'ala, secondo tempo meglio da regista davanti la difesa. Decisamente tutt'altra cosa rispetto a Mudingayi in quel ruolo.

NAGATOMO 5,5: tanta corsa a vuoto, un tempo a pascolare e un secondo tempo all'attacco, senza però incidere come potrebbe.

KOVACIC 5: forse quando Mazzarri capirà che Kovacic è un regista che fa girare la squadra sarà troppo tardi. Nel frattempo continua a proporlo fuori ruolo facendo solo il suo male a mio modo di vedere.

MILITO 6,5: il migliore dell'inter, preziosissimo in appoggio per far salire la squadra. peccato abbia 35 anni...

PALACIO 5: non spacca il match.

ALVAREZ 5,5: per la voglia e per i palloni recuperati.

BOTTA 6: buon esordio, ha mostrato la giusta grinta. Speriamo abbia anche i colpi e che non sia l'ennesimo pacco sudamericano preso da Branca.

MAZZARRI 4: la squadra gioca da schifo e continua a mettere gente dove non dovrebbe stare. Il livello della squadra di certo è scarso, ma se non riusciamo più a giocare una sola partita come si deve lui anche ha delle colpe. Se le cose non funzionano prova a cambiare, non riproporre sempre la stessa gente nelle stesse posizioni in cui stanno facendo cagare. Ogni riferimento a Kovacic, Guarin e Alvarez è volutamente non casuale.

Image Hosted by ImageShack.us

lunedì 6 gennaio 2014

Klose colpisce ancora

Anno nuovo, steffa solfa. Dopo il derby probabilmente più penoso degli ultimi dieci anni vinto grazie a una prodezza isolata di Palacio, il 2014 inizia una vera schifezza per l'Inter. Ancora una volta la Lazio, ancora una volta una pennellata di Klose, ancora una volta sull'unica palla gol avuta dal tedesco in tutta la partita. E' stato un match squallido dai contenuti veramente osceni, forse anche peggio dell'ultimo derby, con una squadra come la Lazio in cerca di se stessa che ha appena cambiato allenatore e per questo in campo ci ha messo voglia, grinta e cattiveria, e una squadra a pezzi che non riesce più a essere bella e propositiva come a inizio anno. A questo punto della stagione Stramaccioni giocava con tre punte e si giocava i primi posti in classifica, quest'anno nello stesso periodo giochiamo ancora con una sola punta, una miriade di centrocampisti con il più forte di tutti, Kovacic, perennemente in panchina, e siamo già fuori dalla corsa alla Champions a Gennaio. Gran del risultato per Mazzarri e la squadra. Dove veda questi grandi miglioramenti il mister non lo so, le uniche note positive rispetto all'anno scorso erano Alvarez e Jonathan, con l'argentino che però da quando è stato spostato a centrocampo per lasciare in avanti Guarin non è più lo stesso, spaesato, inconcludente, inconsistente. Questa è l'Inter del momento e anche stasera, grazie all'ennesima dormita clamorosa di Ranocchia, abbiamo pagato e portato a casa una sconfitta che possiamo anche dire meritata, visto che tra due squadre penose, almeno ha vinto quella che c'ha messo grinta e carattere. Complimenti allora a Mazzarri, convinto che questa Inter abbia fatto grandi passi rispetto a quella della passata stagione, complimenti alla squadra che ormai è in grado di resuscitare anche i morti, complimenti a Branca e Ausilio che sono convinti che per vincere basti inseguire giocatori come D'Ambrosio e Paolo Cannavaro, complimenti a Thoir che pensa di poter far tornare l'Inter un top club con un monte ingaggi da Udinese e una rosa di questo livello, complimenti infine a Moratti per aver venduto la società a una persona che sarà sicuramente un portento nel merchandising, ma che sembra voler investire ancora meno del suo precedessore. Complimenti a tutti per aver trasformato la squadra campione d'Europa nella merda che è oggi.

PAGELLE:

HANDANOVIC 5: ha finito l'anno in modo penoso, l'ha ripresa senza nessun acuto, facendosi bucare sull'unico tiro pericoloso di tutta la partita. I guizzi fenomenali di Julio Cesar sono solo un bellissimo ricordo.

RANOCCHIA 4,5: ormai ogni volta che scende in campo e tocca palla è un colpo al cuore. Mazzarri lo costringe a impostare quando ha i piedi quadrati e quindi ogni palla che tocca diventa puntualmente degli avversari. Poi oltre a farsi saltare in continuazione dagli avversari, si addormenta nel momento clou facendosi uccellare ancora una volta da Klose, che lo brucia, batte Handanovic e regala la vittoria ai suoi.

ROLANDO 6: da centrale difensivo ormai penso sia una certezza. Riesce a guidare la difesa con carattere e non disdegna una discreta impostazione.

JUAN JESUS 6,5: il migliore dell'Inter in una serata da dimenticare. Difensivamente non sbaglia nulla e vince tutti i contrasti sull'uomo più pericoloso degli avversari, Candreva. L'unica volta in cui a marcare Candreva non c'era lui, abbiamo preso gol.

JONATHAN 5: inizia la partita come peggio non potrebbe, nella ripresa prova qualche discesa di più, ma la partita è stata nettamente insufficiente.

KUZMANOVIC 4,5: nel derby entrò benissimo, stasera ha giocato malissimo. Lento, non ha dato nè qualità nè quantità al centrocampo, è sembrato senza idee come tutta la squadra.

CAMBIASSO 4: per distacco il peggiore in campo, ha passeggiato per tutta la gara agitando solo inutilmente le braccia a mo di vigile. Ma mi chiedo, se non pressa, se non recupera palloni, se non imposta, che cazzo ci sta a fare in campo???

ALVAREZ 5: come già detto, da quando è stato messo a fare la mezz'ala non è più lo stesso. Vicino l'area di rigore era molto più pericoloso e incisivo, chissà perchè Mazzarri si ostina a metterlo venti metri dietro.

NAGATOMO 4,5: pessima partita anche per il giapponese che nell'unica occasione buona di tutta la gara spara la palla addosso al portiere, per poi lasciare totale libertà a Candreva di mettere dentro il cross vincente per Klose.

GUARIN 5: ancora una volta messo a fare la seconda punta, ma perchè diavolo non viene messo a fare la mezz'ala, che è il suo ruolo naturale???? I misteri del calcio.

PALACIO 5: assolutamente isolato e abbandonato a se stesso. Gli unici palloni che gli arrivano, provengono dai piedi di legno di Ranocchia, impossibile pensare possa avere delle occasioni importanti in questo modo.

KOVACIC 5: entra in una squadra allo sbando e non riesce a incidere, sbagliando anche diversi palloni. Mazzarri quando inizierà a farlo giocare dall'inizio??

MILITO S.V.

ZANETTI S.V.

MAZZARRI 4: bocciato in toto. La squadra si è ripresentata in campo peggio di come aveva finito l'anno, nonostante la vittoria nel derby. Guarin gioca ancora da attaccante, Alvarez gioca ancora a centrocampo, Kovacic resta ancora in panchina, così come gli altri attaccanti che abbiamo in rosa, Palacio escluso. E lui dice che siamo migliorati molti rispetto all'anno scorso. Ma Mazzarri si ricorda l'anno scorso dove stava l'Inter di Stramaccioni con l'organico al completo???

Image Hosted by ImageShack.us

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore