domenica 6 ottobre 2013

Serata stregata!


Ci sono quelle serate in cui tutto gira per il verso sbagliato per te e tutto per il verso giusto agli avversari. Questo è il sunto della partita di ieri sera terminata 0-3 per la Roma. Sin dall'inizio si è visto che a noi non girava nulla per il verso giusto, mentre la Roma sfruttando numerosi nostri errori è stata estremamente cinica tanto da trovarsi già dopo 45 minut sul tre a zero, mentre noi siamo impattati contro De Sanctis, i pali e la sfortuna. Non c'è altro da dire su ieri sera ed evito anche di bestemmiare su gente come Pereira che a mio modo di vedere non dovrebbe proprio più vestire la casacca nerazzurra. Uno scempio di giocatore. Molto bene invece Rolando, mi sta sorprendendo e penso seriamente che se continua così può realmente insidiare qualcuno nel reparto difensivo per il ruolo di titolare. Oggi recuperiamo le energie fisiche e mentali in questa sosta e ripartiamo a mille.

PAGELLE:

HANDANOVIC 6: nonostante i tre gol subiti, ha salvato la squadra da una sconfitta ancor peggiore in ben due occasioni.

ROLANDO 6,5: il migliore in campo dell'Inter, si sta rivelando un ottimo giocatore e penso che continuando così possa realmente giocarsi un posto da titolare con Ranocchia.

RANOCCHIA 5: ciabattate come quelle di ieri sera non sono ammissibili in serie A e se giochi nell'Inter. Se vuoi buttare la palla colpiscila in pieno e spediscila in curva nord, ma non fare amenità del genere regalando di fatto il gol agli avversari.

JUAN JESUS 5,5: fa tanto durante la partita ma alcune volte vuole troppo da se stesso e questo ci è costato anche un gol ieri sera.

NAGATOMO 4: semplicemente assente dalla partita, non pervenuto.

GUARIN 6: ha fatto il suo dovere piu che dignitosamente, facendo tremare la porta con un palo clamoroso.

CAMBIASSO 5: male anche lui, in affanno.

TAIDER 5: sfiora il gol all'inizio, poi si perde ed esce dalla partita.

PEREIRA 3: assolutamente scandaloso, il peggiore in campo da inizio stagione ad oggi. Spero di non rivederlo più in campo e di vederlo spedito a qualcun'altro a Gennaio. Osceno!

ALVAREZ 6: l'unico davanti che cerca di inventare qualcosa.

PALACIO 5: quasi sempre fuori dal gioco, da solo contro la difesa della Roma ha sofferto molto.

ICARDI 6: entra e va subito vicinissimo al gol, poi fa tanto lavoro e tante sponde per i compagni.

KOVACIC 6: da maggiori geometrie rispetto a Taider.

MILITO S.V.

MAZZARRI 5,5: quando si perde non si può avere la sufficienza, ma c'è da dire che ieri abbiamo perso più per gli errori individuali che per altro, visto che il gioco si è visto in campo. Continuiamo a lavorare e a imparare dagli errori.

3 commenti:

  1. Dalle pagelle che tu fai e che io condivido in parte (avrei dato 4 a Ranocchia per quella ciabattata e per le tante, troppe, insicurezze del primo tempo, tipo passaggi cortissimi e lenti che vanno agli avversari o costringono i compagni a farsi il mazzo per recuperare palla), si evince in modo chiaro che la squadra ieri sera non era al top. Nagatomo a destra vale la metà; Guarin -a parte il palo clamoroso edizione passata stagione- non è appunto ancora quello della scorsa stagione. Pereira purtroppo è sempre quello della stagione scorsa, e amen. Palacio non è una punta centrale, almeno non è utilizzabile come unica punta. Kowacic se lo lasciamo indietro rischiamo di rovinarlo come è tradizione per tutti i nostri giovani, vedi Pirlo, vedi Santon, vedi tutti o quasi. Taider non può fare tutto da solo. Alvarez si sta affaticando mostruosamente; quanto durerà? Mazzarri: se si gioca in casa propria contro la prima in classifica imbattuta e che becca pochissimi gol non si può scendere in campo con il solo Palacio là davanti. Fare entrare Icardi nel secondo tempo era forse la pensata, ma he si stesse 0-3 non lo avrebbe creduto nessuno.
    Il resto è retorica pura. La Roma ha segnato col primo tiro in porta, di Totti dopo la ciabattata oscena di un Ranocchia liberissimo di stoppare il pallone perché nessuno lo pressava; il rigore fasullo è arrivato da una palla sciaguratamente perduta da Juan Jesus sulla tre quarti quando la squadra era sbilanciata in avanti; il terzo gol è arrivato da un palleggio ripetuto di Totti al limite della SUA area di rigore e una ripartenza dove ci siamo fatti trovare 2 contro 3.
    Allora? Come si può parlare di sfortuna? Sbagli enormi e grossolani, ecco. Anche del tecnico. L'impegno c'è stato e certamente l'anno scorso ce ne facevano ancora altri tre, m non dimentichiamo le due paratone di Handanovic su Florenzi e l'ivoriano Gervinho o come diavolo si chiama. Se avevano il terrore della sua velocità e del suo palleggio perché gli hanno messo addosso Pereira?

    RispondiElimina
  2. Beh riguardo all'ultima domanda bisogna dire che grazie alla società pereira è l'unico esterno sinistro che abbiamo dopo nagatomo, quindi se qualcuno si fa male (vedi Jonathan) deve giocare per forza lui...

    RispondiElimina
  3. Appunto: ringraziamo la società e chi ancora non ha capito quanto sia utile Alvaro Pereira.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore