mercoledì 30 ottobre 2013

Atalanta - Inter 1-1

Ci sono squadre a cui tutto gira per il verso giusto come la Roma e squadre che attraversano un periodo un pò sfortunato come la nostra. Sebbene ieri contro l'Atalanta non si è vista la migliore Inter abbiamo comunque subito ancora una volta l'influsso negativo di questo mese d'Ottobre. Infatti, subito dopo il vantaggio di Alvarez ci siamo fatti stupidamente pareggiare per una ingenuità difensiva, poi tra pali e rigori non concessi (sempre Icardi protagonista) non siamo riusciti a portare a casa la vittoria, ma anzi abbiamo rischiato pure di perderla nel finale.E' un periodo in cui la fortuna non gira molto dalla nostra parte e dopo Cagliari, Roma e Torino, è arrivata un'altra partita in cui abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo. Non abbattiamoci però, continuiamo a lavorare sodo e i risultati arriveranno. E a chi parla di scudetto dico, si può pensare allo scudetto dopo il campionato scorso? Siamo seri.

PAGELLE:

HANDANOVIC 5,5: una cappellata che ci stava costando il gol, un paio di buone parate e un gol subito prima di uscire dal campo per infortunio.

ROLANDO 6: non guarda in faccia a nessuno e non si perde in giocate pericolose, ma difende con attenzione e appena possibile spazza in tribuna il pallone. Non sarà bello da vedere, ma è efficace.

SAMUEL 6: peccato per la dormita sul gol di Denis, ma per il resto ha guidato il reparto con grande carisma e esperienza.

JUAN JESUS 6: più diligente e meno estroso rispetto alle ultime uscite.

JONATHAN 6: partita positiva per il brasiliano.

GUARIN 5: il peggiore in campo, salva un gol nel primo tempo ma poi sbaglia l'impossibile. Mi aspetto ben altro da lui.

CAMBIASSO 6: buona partita di Cambiasso che non patisce la stanchezza dei due incontri ravvicinati. Da vedere come terrà fisicamente contro l'Udinese.

ALVAREZ 6,5: un gol segnato e uno sfiorato che poteva regalarsi la vittoria. Peccato per l'ingenuità fatta vicino l'area di rigore che ha portato al gol dell'Atalanta, ma è stato l'uomo più propositivo della squadra.

NAGATOMO 5,5: neanche ieri mi è piaciuto, sulla sinistra abbiamo sofferto molto e abbiamo attaccato pochissimo. Se l'alternativa non fosse stato Pereira, forse avrebbe fatto qualche panchina in più.

KOVACIC 5,5: un buon primo tempo e una ripresa anonima, continua a non convincermi in quella posizione anche se ieri ha fatto vedere buone cose nei primi quarantacinque minuti.

PALACIO 6: un pò isolato ieri sera, ha comunque regalato un bell'assist a Alvarez per il gol del momentaneo vantaggio.

CARRIZO 6,5: gioca con sicurezza e salva la squadra nel finale con un grande intervento su Yepes.

ICARDI 6: ottimo impatto sulla gara nonostante la condizione fisica non ottimale. Colpisce un palo e, se ci fosse stato un arbitro migliore, avrebbe conquistato anche un calcio di rigore.

TAIDER S.V.

MAZZARRI 5,5: ieri la squadra ha fatto passi indietro dal punto di vista del gioco e soprattutto della tenuta fisica. Kovacic dietro la punta continua a non convincere e la presenza di una seconda punta a fianco a Palacio sembra diventare sempre più importante.

2 commenti:

  1. Ci sono squadre fatte apposta per far giocare male le avversarie. Non dimenticare che questa Atalanta era la squadra contro la quale il Grande Torino di Valentino Mazzola non vinceva mai. Perdeva sempre 0-1, l'ultima volta con un gol di Tabanelli di testa, un mediano difensivo, nel 1949, poche settimane prima di Superga.
    Ho visto solamente il primo temo, poi avevo ospiti in casa poco interessati allo sport pedatorio.
    Hai ragione: lasciare Palacio solo là davanti è un delitto; Kovacic forse comincia a capire il suo ruolo ma occorre tempo e poi non mi pare sia quella la sua posizione, meglio in mezzo al campo e Alvarez più avanti; il Guarin attuale serve agli avversari, perché è un testone che si intestardisce e non si mette al servizio della squadra con umiltà.
    Perché Handanovic è rimasto in campo fino al cambio di tempo? Se non riusciva nemmeno a battere i rinvii dal fondo e se non si è mosso sul colpo di testa di Denis non imparabile per uno come lui, che ci stava a fare?
    Adesso andiamo a Udine. Copriamoci bene, noi non abbiamo il culo della Roma, né la sua bravura.
    Scudetto? Sarebbe un miracolo se si arrivasse nelle prime tre, in zona Champion.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore