giovedì 18 luglio 2013

Inter - Trentino 3-0 con due rigori sbagliati


Inizia bene il precampionato della nuova Inter targata Walter Mazzarri con una convincente vittoria nella prima uscita stagionale contro il modestissimo Trentino. Nonostante la pesantezza nelle gambe che si è notata soprattutto nella mancanza di lucidità in alcune giocate, si sono subito viste le giocate alla Mazzarri. Esterni continuamente chiamati in causa sia nel giropalla che con cambi di gioco atti a mandare l'esterno di turno nell'uno contro uno. Un centrocampista fisso messo a fare muro davanti la difesa e in questo ruolo Cambiasso può veramente essere rigenerato, non dovendo correre per tutto il campo come nelle ultime deludenti stagioni. Continui inserimenti dei centrocampisti e una seconda punta, Palacio, che gira attorno all'unica punta di ruolo, ieri prima Icardi e poi Belfodil. Partiamo proprio dai nuovi arrivati in casa Inter. Icardi ha giocato prevalentemente in area di rigori, cercando la giocata giusta per andare a rete, senza però riuscire a entrare molto nel vivo del gioco. Belfodil ha mostrato molta più vivacità, molti più movimenti e nonostante i due rigori sbagliati ha segnato un gol annullato senza motivo dall'arbitro, andando vicino anche a un'altra marcatura. Campagnaro si è dimostrato una certezza, conoscendo alla perfezione i meccanismi del gioco mazzarriano, mentre Andreolli anche non ha sfigurato nel ruolo di Campagnaro. Altre buone notizie della giornata sono state Alvarez, che nel ruolo di mezz'ala sinistra ha fatto sfracelli risultando il migliore in campo segnando un gol e conquistando entrambi i calci di rigore, Joel Obi finalmente ritrovato che ha disputato un'ottima gara come esterno sinistro di centrocampo, e i giovani Capello, Olsen e soprattutto Mira, che hanno fatto vedere di che pasta sono fatti. La prima uscita mi è piaciuta, certo l'avversario era irrisorio, ma i movimenti ci sono stati, l'intesa va ancora affinata, ma i presupposti sono buoni. Peccato per l'assenza di Kovacic.

3 commenti:

  1. www.pianetasamp.blogspot.com

    Se non riuscissero i movimenti contro il Trentino...:-)))...ciao Vincenzo!

    RispondiElimina
  2. Queste pertitelle dall'esito scontato servono a fare fiato, gamba e conoscersi per i nuovi.
    Quello che mi lascia a dir poco col magone è la solita farsa della dirigenza. Questi per quanto sono cialtroni meriterebbero di stare al governo nazionale.
    Contate i nomi fatti, le piste seguite, i contatti presi e guardate i risultati: Isla, tolto dal mercato. La Juve come al solito ci ha preso in giro e i nostri fessi si sono fatti gabellare.
    Naiggollan: ma che pesce è? Non siamo capaci di trattare con il presidente del Cagliari?
    Zuniga: ncedibile se lo chidiamo noi e poi lo passano sottobanco alla Juve, come al solito.
    O Marotta è un Napoleone delle trattative oppure Branca è un pirla. Penso che la risposta sia scontata.
    Dragovic: adesso lo svenderanno a chissà chi perché la banda Moratti o non ha una lira oppure non vuole tirarli fuori. E Thoir rimane fuori.
    Silvestre: che ci sta a fare?
    Chivu: ancora lui?
    Ranoccia: resta o parte? E se parte a chi lo svendiamo?
    Ma quando si fa da parte Moratti? Un presidente che si rispetti deve solo sapersi scegliere i collaboratori. Guardate lui a chi si è affidato in questi ultimi anni.
    Morale: faremo il sesto posto con Mazzarri, ninte di più.
    Altra stagione buttata via.

    RispondiElimina
  3. Io sinceramente non sono così pessimista, fino ad ora il mercato non mi sta dispiacendo con gli acquisti di icardi belfodil (giovane talenti per l'attacco) e due ottimi difensori come Campagnaro e Andreolli a completare la difesa.

    Manca ancora un esterno e tutto portava a Isla, ma ora sinceramente spero che i nostri si muovano verso altri obiettivi e alla svelta, mentre a centrocampo manca il mediano da mettere davanti la difesa.

    E Dragovic sarebbe la ciliegina sulla torta, ma se almeno uno tra Chivu e Silvestre non si toglie dalle scatole difficilmente arriverà...

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore