martedì 21 maggio 2013

Adesso giù la maschera!

Finalmente è finita questa maledetta stagione, terminata con un misero nono posto in campionato, a causa di una serie inenarrabile di infortuni che hanno portato la squadra a dover fare a meno di quasi tutti i titolari per gran parte del girone di ritorno, quando nella prima parte della stagione, con la rosa al completo, eravamo riusciti ad arrivare a un pelo dal primo posto, battendo tra l'altro tutte le migliori squadre del campionato. Ma proprio da qui bisogna far partire i discorsi per il futuro. Stramaccioni si, Stramaccioni no. Il tecnico ha dimostrato di avere talento riuscendo a portare l'Inter in zone altissime della classifica finchè la squadra è stata al completo e dimostrando anche grande elasticità tattica nel passare dal 4-3-2-1 di inizio anno al 3-5-2 che ci ha portato a fare un grandissimo girone d'andata. Nel girone di ritorno sono venuti fuori tutti i problemi (volendo trascurare i numerosissimi torti arbitrali che ci hanno impedito di restare in corsa per la Champions finchè non si sono infortuni tutti i giocatori...). Stramaccioni ha dovuto affrontare quasi tutto il girone di ritorno con tutti i titolari fuori per infortunio, prima Milito, poi Palacio, poi Cassano, l'incredibile infortunio di Zanetti, Samuel, Obi e chi più ne ha più ne metta. Una situazione drammatica che qualsiasi allenatore avrebbe avuto difficoltà a gestire, soprattutto se poi si vuole puntare al vertice prendendo come rinforzi a Gennaio gente come Rocchi e Schelotto, mentre altre prendono gente come Balotelli (lasciamo sempre stare il piano del Palazzo atto a portare spudoratamente il Milan in Champions League).In questa situazione Stramaccioni ha perso il controllo della situazione e non è riuscito a dare una quadratura alla squadra, snaturando parecchi giocatori, uno su tutti Guarin messo a fare l'attaccante portandolo a fare diverse prestazioni insufficienti. Le colpe ovviamente non sono tutte dell'allenatore. Per me Stramaccioni è l'ultimo colpevole di questa orrenda stagione. Al primo posto c'è la società, incapace nel far partire davvero il progetto giovani e perseverante nel non seguire le indicazioni dell'allenatore in sede di mercato. Stramaccioni aveva chiesto Paulinho e gli sono stati dati Mudingayi e Gargano, aveva chiesto degli esterni come Lavezzi o Lucas e gli è stato preso Cassano. Il progetto tecnico se vogliamo è morto prima ancora di iniziare e questa è chiaramente colpa della società. Al secondo posto viene lo staff medico. E' impensabile che in una grande società come la nostra si abbiano così tanti infortuni in una stagione. E' semplicemente inammissibile, quindi fosse per me dovremmo licenziare tutto lo staff medico in tronco. Giunti a questo punto della mia analisi, chiesto alla società di togliersi la maschera e dirci chiaramente quali sono le loro intenzioni, che reali progetti hanno per la nostra Inter. Con ogni probabilità verrà esonerato Stramaccioni e, a quanto pare, verrà preso Mazzarri che ha appena lasciato il Napoli. Va bene, vada per Mazzarri, ma non pensino in società che cambiare per l'ennesima volta l'allenatore risolverà i problemi dell'Inter. I problemi nostri partono dall'alto, dai dirigenti incapaci di fare un solo mercato all'altezza e seguendo le indicazioni dell'allenatore. Quindi se Mazzarri chiederà degli esterni per il 3-5-2, che gli vengano presi gli esterni che chiede e non le ennesime pippe sudamericane che il più delle volte si rivelano solo degli enormi pacchi. In secondo luogo vengano presi provvedimenti nel settore medico, perchè tra medici, preparatore e fisioterapisti quest'anno è stata una tragedia. O Mazzarri porta con sè i suoi uomini di fiducia da Napoli, oppure se ne cerchino altro mandando a casa chi ha ampiamente deluso le aspettative. E' ora che Moratti e i suoi uomini prendano delle decisioni e le espongano in modo chiaro, senza giochetti, senza prese per il culo, senza specchietti per le allodole, perchè di queste cose, se permettete, ne abbiamo pieni i coglioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore