domenica 28 aprile 2013

Una maledizione, impossibile fare di più

Quest'anno sembra veramente che aleggi sull'Inter una vera e propria maledizione. Anche a Palermo la sfortuna ha continuato a colpire senza pietà la squadra nerazzurra con il vantaggio regalato al Palermo da un errore grossolano di Silvestre, l'inspiegabile infortunio di Javer Zanetti, costretto addirittura a uscire in barella e le indicazioni non sono affatto confortanti per lui) e tante occasioni sciupate nella ripresa. L'infortunio di Zanetti, un uomo d'acciaio, la dice veramente lunga sulla maledizione di questa stagione, dove una infinita lista di infortuni ha portato la squadra a giocare queste ultime gare con a stento una squadra intera da schierare, compresi ovviamente riserve e riserve delle riserve da annoverare tra i titolari della Domenica. Una situazione veramente surreale dove è difficile pretendere di più da questi ragazzi, che almeno ci hanno messo l'orgoglio e la grinta, non riuscendo a raggiungere il pareggio per poco. Speriamo che questa stagione finisca presto, cercando di limitare al massimo i danni (evitare l'Europa League) e ripartire l'anno prossimo, magari con uno staff medico nuovo di zecca.

PAGELLE:

HANDANOVIC 6,5: si parla di 30 milioni per lui da parte del Barcellona. Lasciando perdere l'aspetto di mercato, la parata fatta oggi su Miccoli dimostra che li vale tutti. Tra i più forti in Europa.

RANOCCHIA 6: un lottatore, incarna sempre più lo spirito nerazzurro mettendo in campo tanta grinta e determinazione.

SILVESTRE 4: il suo errore ci è costata la partita. Ogni volta che scende in campo ne combina una e pare che i nostri vogliano (o debbano) addirittura riscattarlo...

JUAN JESUS 6: un pò troppo aggressivo in alcuni frangenti della gara, ma è sempre addosso agli avversari.

JONATHAN 6: tanta corsa e iniziativa nel primo tempo, nella ripresa si assenta un pò.

ZANETTI 6: fino al suo infortunio ha dato il suo contributo alla squadra con due belle sovrapposizioni (la seconda delle quali fatale) e una bella conclusione parata da Sorrentino. Torna presto Capitano!!!

KOVACIC 6: qualche errore di troppo, ma il suo talento brancola nel buio più totale.

KUZMANOVIC 5: insufficiente oggi, dopo un primo tempo discreto, nella ripresa è completamente uscito di scena.

PEREIRA 6: tanta corsa e palloni recuperati, come al solito lotta come un guerriro.

ALVAREZ 6: l'unico a cercare di creare qualcosa là davanti, va vicino al gol in almeno tre occasioni, peccato che la mira non sia quella giusta.

ROCCHI 5: invisibile per quasi tutta la partita, resta imbottigliato nella difesa avversaria senza fornire alla squadra il punto di riferimento offensivo.

SCHELOTTO 4,5: più lo vedo giocare, più mi domando come abbiamo fatto a dare Livaja in cambio per lui. I misteri di Branca.

GARRITANO FORTE S.V.

STRAMACCIONI 6: in questa situazione surreale è davvero difficile dare colpe all'allenatore. L'ennesimo cambio di modulo è dettato sempre dalla lista infortunati che si allunga di settimana in settimana e lui non può fare altro che schierare gli ultimi giocatori da prima squadra che sono rimasti arruolabili.

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 21 aprile 2013

Si torna alla vittoria, con l'ombra dell'Europa League...

Finalmente si è tornati a vincere contro un avversario ostico e temibile come il Parma di Donadoni. L'infermeria nerazzurra è ancora piena zeppa di giocatori e la formazione iniziale, con Alvarez Rocchi e Schelotto a comporre il tridente d'attacco e una panchina corta come non mai, la dice lunga sulla situazione di assoluta emergenza che stiamo vivendo. Nonostante ciò, abbiamo disputato un buon primo tempo, costruendo qualche clamorosa palla gol sciupata da Schelotto, mentre nella ripresa abbiamo giocato a ritmi decisamente più bassi subendo il Parma che, con l'ingresso di Biabiany, è tornato alla carica. Una bella azione sull'asse Kovacic - Jonathan (che in queste ultime partite sembra tutt'altro giocatore!) ha portato al gol vittoria firmato da Tommaso Rocchi, al suo secondo gol in nerazzurro. In questo momento bisognerebbe essere contenti della vittoria, ma aleggia sull'Inter la tremenda possibilità di finire nuovamente a dover fare i preliminari di Europa League. Ma allora mi chiedo, visto che ormai la stagione è già andata a puttane, non sarebbe più intelligente impegnarsi per restare fuori dalla zona a rischio?

PAGELLE:

HANDANOVIC 6,5: nel primo tempo è stata la traversa a salvarlo su un tiro inimmaginabile di Valdes, nella ripresa ci mette del suo a salvare su Biabiany lanciato a rete.

JONATHAN 7: il migliore in campo dell'Inter, con un primo tempo giocato ad alti livelli, con continue sovrapposizioni sulla fascia che hanno mandato in tilt la retroguardia gialloblu, e una ripresa più tranquilla con l'accelerazione bruciante che ha portato all'assist vincente per Rocchi. Sembra un altro giocatore, è solo un bluff di fine anno?

RANOCCHIA 6: molto attento nella marcatura su Amauri.

JUAN JESUS 6: più disciplinato tatticamente rispetto all'ultima apparizione, non commette errori.

PEREIRA 5: tanta corsa, ma anche tanta confusione. Oggi non mi è piaciuto.

ZANETTI 6,5: buonissima prestazione del Capitano che ha duettato alla grande con Jonathan sulla destra, compiendo anche numerose chiusure decisive sui contropiedi avversari.

KOVACIC 6: qualche errore e qualche disattenzione di troppo, non è stato il miglior Kovacic, ma quando c'è da illuminare non si tira mai indietro. Il gol nasce da una sua bellissima apertura di campo.

KUZMANOVIC 6: impreso nell'ultimo passaggio, ma molto presente nell'azione nerazzurra, con continui inserimenti in zona offensiva.

ALVAREZ 5: passo indietro per l'argentino che tanto bene aveva fatto nelle ultime partite. Oggi si è preso una pausa.

ROCCHI 6,5: tanto lavoro sporco per la squadra e un gol pesante che ha regalato la vittoria alla squadra.

SCHELOTTO 4,5: il peggiore in campo. Ci mette corsa e grinta, ma ha avuto due palle gol clamorose dove bastano concludere a rete e se l'è mangiate entrambe.

GARRITANO 6: umiltà e generosità al servizio della squadra.

CHIVU S.V.

STRAMACCIONI 6: tenendo sempre ben a mente il materiale umano che attualmente ha a disposizione, il Mister merita una piena sufficienza visto il buonissimo primo tempo giocato dalla squadra e la vittoria finale. Più di così è davvero difficile pretendere.

Image Hosted by ImageShack.us

giovedì 18 aprile 2013

Ci abbiamo provato


Quello che potevamo fare l'abbiamo fatto, nonostante l'assenza di mezza rosa tra infortuni e squalifiche. Speravamo di arrivare in finale di Coppa Italia e il primo tempo, giocato decisamente bene, aveva fomentato questa nostra speranza, mentre la ripresa ha visto la Roma crescere di intensità grazie ai cambi e a tutti i titolari in campi mentre le nostre riserve non sono riuscite a essere continue per tutta la partita. I gol di Jonathan (bellissima azione di squadra) e quello di Alvarez sono una magra consolazione, ma anche la consapevolezza che la squadra ha fatto tutto il possibile, vista la differenza quasi abissale tra le formazioni messe ieri sera in campo. Una squadra al completo con il vantaggio dell'andata, contro una squadra completamente rimaneggiata senza attacco con l'obbligo di ribaltare il risultato. Missione riuscita a metà, ma i ragazzi ce l'hanno messa davvero tutta, quindi non mi sento di fare critiche. Ora chiudiamo questa stagione nella speranza di scansare quella rottura di scatole dell'Europa League e di ripartire da un VERO anno zero nella prossima stagione.

PAGELLE:

HANDANOVIC 6,5: nonostante i tre gol subiti, ha compiuto nel primo tempo due o tre parate davvero importante per tenere a galla le speranze della squadra.

JONATHAN 6,5: decisamente la migliore partita, o almeno il miglior primo tempo, del brasiliano con la maglia dell'Inter, coronata da un bellissimo gol che ha dato il vantaggio ai nerazzurri.

RANOCCHIA 6: buona partita di Ranocchia, a parte qualche leziosità di troppo.

SAMUEL 6,5: roccioso e sempre presente in chiusura sull'avversario, ha solo subito l'assenza di copertura da parte di Juan Jesus.

JUAN JESUS 4,5: buon primo tempo, ripresa disastrosa. Tutte le azioni più pericolose della Roma, gol compresi, sono nati dalla sua parte che ha lasciato completamente libera portandosi in posizioni inspiegabilmente offensive.

ZANETTI 6: copre le avanzate di Jonathan e da sostanza al centrocampo.

KOVACIC 6: il talento è formidabile, regala giocate di altissimo livello, peccato che le sue giocate siano rivolte a giocatori come Rocchi e Schelotto. Con Cassano e Palacio sarebbe stata tutta altra musica.

KUZMANOVIC 6: finchè è stato in campo, ha dato presenza fisica e geometria a centrocampo, per poi calare nella ripresa.

SCHELOTTO 5: male come Juan Jesus, ma non per negligenza tattica, quanto per poca incisività e scarsissima tecnica individuale. Corre tanto, serve sui calci piazzati, ma ha dei piedi alla Gargano...

ALVAREZ 6,5: sempre più continuo da quando ha trovato il posto da titolare vista la moria offensiva della squadra. Altro gol messo a segno, in netta crescita.

ROCCHI 5: una sola palla gol nel primo tempo, poi il nulla abissale.

BENASSI 6: entra con buon piglio, dovrebbe giocare molto di più.

BELLONI FORTE S.V.

STRAMACCIONI 6: il primo tempo della squadra è stato da applausi, la ripresa decisamente no, ma viste le risorse in campo e in panchina, quali accuse gli si possono muovere?

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 14 aprile 2013

La saga dei rigori inesistenti...

Continua la saga dei calci di rigore inesistenti fischiati contro di noi. A beneficiarne stavolta è stato il Cagliari, grazie al tuffo olimpionico di Pinilla che ha concesso all'arbitro la tanto attesa occasione per fischiarci un rigore contro, mentre nel primo tempo Tommaso Rocchi da solo davanti la porta è stato affossato senza che il direttore di gara facesse nulla. Abbiamo le nostre carenze in rosa, abbiamo le nostre colpe come allenatori, calciatori e staff medico, ma se a tutto questo ci aggiungi una stagione vergognosamente pilotato dalla classe arbitrale allora tutto diventa surreale e difficile da commentare. Noi siamo e resteremo sempre l'Inter, un mondo pulito completamente in lotta da quello sporco degli arbitri e del sistema calcio italiano.

PAGELLE:

HANDANOVIC 5: è arrivato come pararigori, forse nella consapevolezza che gli arbitri ci avrebbero continuato a dare addosso senza sosta, ma dagli undici metri non si è ancora visto Handanovic.

ZANETTI 5,5: due galoppate in tutta la partita non possono certo essere accettabile da un terzino. Non gioca male, ma accompagna troppo raramente la manovra offensiva.

SILVESTRE 5: torna in campo dall'inizio dopo tempo immemore e si vede, lasciato spesso nell'uno contro uno va in difficoltà e paga la furbizia di Pinilla e l'accanimento dell'arbitro col rigore.

JUAN JESUS 6: Ibarbo è un osso duro da tenere e lui è l'unico a riuscire a tenergli testa.

PEREIRA 6: qualche importante intervento difensivo per una prestazione sufficiente.

GARGANO 5,5: corre come una trottola e attacca sempre l'avversario, ma ogni pallone che tocca è un pugno nell'occhio. Tecnicamente scarsissimo.

CAMBIASSO 5,5: solo davanti al portiere poteva fare molto più che prendere il palo, peccato.

GUARIN 4: ancora una volta il peggiore in campo, ha la scusante di essere schierato sempre fuori ruolo, ma se sei in difficoltà devi giocare facile, non cercare di fare Maradona...

KOVACIC 6,5: provato trequartista ha risposto molto bene, mostrato grande visione di gioco anche se in quel ruolo è meno nel vivo del gioco e la regia, se abbandonata ai piedi di Gargano e Cambiasso, ne risente moltissimo.

ALVAREZ 6,5: inizia la partita alla grande mostrando classe e personalità, si spegne sulla distanza.

ROCCHI 6: qualche buon movimento e qualche buona giocata per far salire la squadra, su di lui ci starebbe un calcio di rigore, peccato indossi la maglia sbagliata...

KUZMANOVIC 6: entra e da maggiore geometria alla squadra.

NAGATOMO SAMUEL S.V.

STRAMACCIONI 5,5: nonostante le assenze, fino al rigore che ha cambiato la partita, la squadra ha controllato il match andando spesso vicino al vantaggio. Subito l'ennesimo torto arbitrale, la squadra non ha saputo reagire, colpa anche degli infortuni ulteriori di Gargano e Nagatomo. Difficile dargli colpe.

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 7 aprile 2013

Io mi sono stufato, la società no?


Gli errori ci stanno, sbagliano gli allenatori, i calciatori e anche gli arbitri. Fa parte del gioco. Ma quando gli errori diventano sistematici, quando gli errori si ripetono quasi a ogni partita, allora c'è qualche sotto che puzza, puzza molto. Stasera si è visto qualcosa di inverosimile, qualcosa di indescrivibile. Sul 3-1 a partita chiusa a favore dell'Inter, l'arbitro Gervasoni ha letteralmente INVENTATO un calcio di rigore per l'Atalanta dal nulla, una cosa mai vista nel mondo del calcio forse, dando vita alla rimonta dei bergamaschi. Senza parole, io come la nostra società, che ormai ha rotto i coglioni col suo atteggiamento di rinuncia e passività. Tale atteggiamento della classe arbitrale nei nostri confronti è intollerabile ed è ora, dopo un intero campionato falsato da errori arbitrali contro di noi, che la società Inter alzi la voce e si faccia sentire nelle sedi competenti. Moratti a fare il signore ha rotto il cazzo, vedo di alzare la voce e far rispettare la nostra società, la nostra squadra che ormai ogni domenica viene sistematicamente sbeffeggiata dagli arbitri per la gioia degli avversari di turno. Io mi sono stufato, la società no?

PAGELLE:

HANDANOVIC 4,5: quattro tiri in porta e non ne ha beccata una. Il giudizio non può che essere impietoso stavolta.

RANOCCHIA 4: in difficoltà diverse volte nell'uno contro uno, è rimasto vittima dell'arbitraggio per il rigore clamorosamente inventato a favore dell'Atalanta e di un altro negato per vistosissima trattenuta di Stendardo, ma quella palla a tempo scaduto sulla linea di porta dell'Atalanta grida ancora vendetta.

SAMUEL 5: in bambola come tutta la difesa nerazzurra, ancora deve recuperare la miglior forma.

JUAN JESUS 5: bocciato come tutti i suoi compagni di reparto.

ZANETTI 6: ci mette l'anima e cerca di trascinare la squadra nel momento di difficoltà.

GUARIN 4: un bel pò di panchina a questo punto penso se la sia meritata. Ennesima prestazione indecorosa del colombiano.

KOVACIC 6,5: luce, brillantezza e idee per il nostro centrocampo. Se non ci fosse lui sarebbe ancora peggio.

CAMBIASSO 5: qualche buona giocata ma nulla più, esce nell'anonimato.

PEREIRA 5: ogni tanto gli riesce qualche cross, ma stasera ha sbagliato davvero molto.

CASSANO S.V. ci mancava solo lui alla lista degli infortunati...

ROCCHI 6: la sufficienza è per il gol, ma per il resto è stato invisibile.

ALVAREZ 7,5: il migliore dell'Inter, sbaglia una facile occasione a freddo e viene fischiato dal pubblico, ma reagisce alla grandissima segnando una bella doppietta che riporta l'Inter in vantaggio, prima della decisione dell'arbitro di cambiare la partita.

SCHELOTTO 5: entra giusto per beccarsi un pugno da Raimondi e far finire la partita in rissa.

STRAMACCIONI 5: di fronte a tale sistematicità degli errori arbitrali diventa difficile giudicare sia i calciatori che l'allenatore. Ma anche sul 3-2 non è possibile farsi rimontare in quella maniera.

Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì 3 aprile 2013

Grandissimo Palacio: Sampdoria - Inter 0-2

Dovevamo vincere e l'abbiamo fatto. Potevamo continuare il trend positivo dal punto di vista del gioco, ma non è stato così. Pazienza. Oggi l'importante era vincere per mettere altri tre punti in classifica, contro una Sampdoria che sta facendo un ottimo campionato e ha messo in difficoltà diverse squadre anche di vertice. La doppietta di Palacio e i miracoli di Handanovic ci hanno regalato questi tre punti molto importanti. Il primo gol è nato da un altro cross di Pereira (penso sia il secondo cross buono della stagione!), mentre il secondo è frutto di una tambureggiante azione solitaria di Palacio, che dopo aver seminato tutta la difesa avversaria, ha infilato Romero con assoluta freddezza. Nella gara di oggi abbiamo avuto anche l'occasione di vedere all'opera il probabilissimo prossimo nerazzurro Icardi, che ha commesso diversi errori (secondo me per l'emozione), ma che ha mostrato comunque il talento di cui tanto si parla. Movimenti da prima punta e senso della posizione. Bisogna rifondare l'attacco e Icardi sarà sicuramente un ottimo punto di partenza per l'Inter che verrà. Gli altri giovani del futuro, Kovacic e Juan Jesus su tutti, anche oggi hanno fatto vedere le loro qualità, giocando un'ottima partita aiutando la squadra a confezionare la vittoria di oggi. Ora testa all'Atalanta.

PAGELLE:

HANDANOVIC 7,5: sontuosa partita del portierone nerazzurro che ha dato una grossa mano alla squadra per portare a casa la vittoria. Almeno tre le parate super che hanno negato il gol rispettivamente a Icardi, Sansone e Kristcic.

JONATHAN 5,5: sale con convinzione ma i compagni non gli danno mai palla, mentre difensivamente lascia un pò a desiderare facendoci venire dei brividi da paura con degli scivoloni imprevisti.

RANOCCHIA 6: solido e attento, sbaglia pochissimo.

JUAN JESUS 7: ottima partita del brasiliano che, seppur tatticamente sbagli ancora qualcosa, dimostra una qualità in marcatura e contrasto notevole.

PEREIRA 6: tanta corsa e generosità, anche se difensivamente commette qualche errore. Raggiunge la sufficienza grazie al preciso assist per il primo gol di Palacio.

ZANETTI 5,5: sinceramente non mi è piaciuto oggi, troppo fantasma e fuori dal gioco. Al centrocampo da assoluta staticità e si limita a tenere la posizione.

KOVACIC 6: qualche errore ogni tanto ci può anche stasera, ma anche partite come quelle di oggi contribuiscono alla sua crescita.

GARGANO 6: qualche palla persa di troppo, ma quando c'è da correre e da ringhiare non si tira mai indietro.

GUARIN 5: il peggiore in campo dell'Inter, sbaglia quasi tutto. Lontano parente dello strepitoso giocatore del girone d'andata.

CASSANO 5,5: qualche lampo geniale ogni tanto, ma troppo poco per un giocatore come lui. Resta il fatto che la manovra offensiva passa sempre dai suoi piedi.

PALACIO 8: semplicemente strepitoso, regala la vittoria alla squadra con un bellissima doppietta che lo porta a quota 22 gol stagionali. Un acquisto azzeccatissimo!

SILVESTRE 6: buon impatto sulla gara, concentrato sebbene ormai sia chiaramente uscito dalle gerarchie dell'allenatore.

KUZMANOVIC 6: entra e da più peso e ordine al centrocampo.

STRAMACCIONI 6: la gestione dei cambi, troppo conservativa, non mi è piaciuta molto e la squadra ha sofferto fin troppo prima di chiudere la partita a pochi minuti dalla fine, ma quando si vince l'allenatore ha sempre ragione, quindi complimenti per stavolta. Ma c'è ancora da lavorare, sperando che scelga finalmente un modulo sul quale puntare definitivamente.

Image Hosted by ImageShack.us

martedì 2 aprile 2013

La saga delle risate: Bayern - Rubentus 2-0


Alaba segna dopo 28 secondi, per la Rubentus sono 30!

Image Hosted by ImageShack.us

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore