sabato 30 marzo 2013

Juve ladrona, è sempre la stessa storia!

Dal titolo si potrebbe pensare che voglio scrivere un altro articolo sulla ben nota fama da ladrona della Rubentus, ma non è così. Non trascurando il fatto che anche oggi l'arbitro ha giocato palesemente dalla parte dei gobbi negandoci in modo clamoroso due rigori grande come una casa, sono contento della squadra, che ha giocato con cuore e coraggio, uscendo sconfitta dal campo solo a causa del contributo decisivo dell'arbitro. Il centrocampo in mano a Kovacic è al sicuro, bisogna solo trovare i giusti compagni che lo affianchino, uno deve essere Guarin che deve tornare a giocare nel suo ruolo naturale, l'altro bisogna trovarlo, a meno che Obi non torni disponibile al 100%. Davanti Palacio continua a segnare, sebbene l'ingresso di Rocchi la dica lunga sulla situazione di assoluta emergenza che viviamo in attacco. In difesa invece si è visto il rientro di Samuel, di certo non al meglio. Il terzo posto è e resta un obiettivo quasi irraggiungibile, ma arrivati a questo punto mi accontento di vedere da qui a fine stagione una squadra come quella di oggi, che lotta, corre, crea occasioni. Pazienza se esce sconfitta solo per una conduzione arbitrale scandalosamente e storicamente di parte, l'importante ora è che la squadra giochi col cuore e con carattere. Noi siamo l'Inter, quando vinciamo lo facciamo senza rubare e siamo orgogliosi di questo. Voi altri trastullatevi della vostra bacheca marcia.

PAGELLE:

HANDANOVIC 5: ok, Quagliarella ha fatto un gran gol, ma poteva almeno provare a prenderlo quel pallone.

RANOCCHIA 4,5: il peggiore in campo oggi, soffre forse troppo il ritorno alla difesa a tre e non ne becca una.

SAMUEL 5,5: torna in campo dopo una lunga assenza e cerca di sopperire alla inadeguatezza atletica con la sua esperienza, ma non sempre ci riesce.

CHIVU 6: preciso e meno sbadato degli altri compagni di reparto.

ZANETTI 5,5: buona prima parte di gara, poi si spegne fino a uscire di scena senza che Stramaccioni lo abbia richiamato in panchina.

GARGANO 6: perde qualche pallone di troppo quando deve impostare, ma da corsa e dinamismo al centrocampo disputando le complesso una partita positiva.

KOVACIC 6,5: ottima prestazione della nuova stellina nerazzurra, che prende in mano il centrocampo dell'Inter e guida alla grande la rincorsa dell'Inter, che si è dovuta infrangere solo contro le decisioni arbitrali che gli hanno negato un rigore dopo una strepitosa azione personale.

PEREIRA 6: corre, lotta e si dimena per tutta la partita, anche se commette qualche fallo di troppo.

ALVAREZ 5: impalpabile, 45 minuti di anonimato.

PALACIO 6,5: ancora una volta in gol, il suo 20° stagionale. Numeri da grande attaccante.

CASSANO 6: a tratti si spegne, ma la maggior parte delle azioni pericolose passa dai suoi piedi, vedasi l'assist per il pareggio momentaneo di Palacio. Se imparasse a battere anche i corner...

GUARIN 5,5: entra al posto di Alvarez, ma a parte una maggiore presenza fisica la differenza non si vede.

CAMBIASSO 5: entra, tocca pochi palloni e si fa espellere, perdendo la testa.

ROCCHI S.V.

STRAMACCIONI 6: la squadra ha giocato e ha lottato, i cambi sono stati condivisibili, non può fare nulla quando si trova di fronte un arbitro venduto come Rizzoli.

Image Hosted by ImageShack.us

venerdì 15 marzo 2013

Sono fiero di voi!


Iera sera non ho potuto vedere la partita per un impegno e tra l'altro non mi sarei aspettato nulla se non l'ennesima sconfitta, e invece l'Inter ha giocato una partita pazzesca, affondando il Tottenham per ben 3-0 nei novanta minuti regolamentari, fino a chiudere sul 4-1 dopo i supplementari, arrendendosi solo alla regola dei gol fuori casa. Una prestazione maiuscola, di orgoglio della squadra, che mi ha fatto rimpiangere il fatto di non aver assistito alla loro quasi impresa. Ma posso dire di essere orgoglioso e fiero di questi giocatori, di una squadra, l'unica, capace di fare cose del genere. Siamo usciti dalla competizione, è vero, ma l'abbiamo fatto a testa alta tenendo elevatissimo il nostro nome agli occhi dell'Europa. Magari giocassimo sempre così, speriamo di trovare la giusta continuità ora che possiamo concentrarci solo sul campionato (in attesa del ritorno di Coppa Italia contro la Roma). Bravi ragazzi, siete stati eccezionali!

PAGELLE:

HANDANOVIC 7: ha salvato la porta in diverse occasioni, superbo come sempre.

JONATHAN 6,5: incredibile ma vero, pare abbia giocato la sua miglior partita da quando è all'Inter.

JUAN JESUS 6: qualche sbavatura, poi si assesta a migliora.

CHIVU 6: preciso e attento, peccato aver perso Abebayor in occasione del gol inglese che ci ha dato l'eliminazione.

ZANETTI 6: corre sempre come un giovanotto.

GARGANO 6: il suo lavoro l'ha fatto.

KOVACIC 7: ho letto che è stato grande ieri sera, a maggiore ragione cresce il mio rimpianto per essermi perso questo gioiellino.

CAMBIASSO 6,5: molto nel vivo del gioco, decisamente tutt'altra partita rispetto a quella d'andata.

GUARIN 5,5: pare sia stato il peggiore dei nostri, senza la giusta grinta e concentrazione. Ma trequartista continua a essere fuori ruolo...

PALACIO 8: semplicemente formidabile, un grande acquisto veramente.

CASSANO 8: gol e assist in una serata da Fantantonio!

ALVAREZ 6,5: entra e fa il gol del 4-1, bravo.

BENASSI 5,5: entra e la differenza con Kovacic pare si sia vista tutta.

STRAMACCIONI 7,5: stavolta nulla da dire, l'Inter ha fatta una partita strepitosa andando a un passo da una impensabile qualificazione. Ora speriamo che la squadra inizi a giocare così con continuità.

Image Hosted by ImageShack.us

giovedì 7 marzo 2013

Dominati...

Fosse Gareth Bale il problema, siamo stati dominati sotto tutti i punti di vista, fisico, tattico e tecnico. Ennesima figuraccia di una squadra senza gioco nè carattere.

PAGELLE:

HANDANOVIC 6: becca tre gol, ma con le sue parate evita all'Inter una sconfitta ancora peggiore.

ZANETTI 5: ormai l'età è un fattore fondamentale, difensivamente resta sempre una roccia, ma serve anche altro da un terzino.

RANOCCHIA 5,5: senza alcun filtro da parte del centrocampo la difesa va in completa difficoltà, lui riesce qualche volta a cavarsela.

CHIVU 5: no comment.

JUAN JESUS 6: schierato terzino sinistro quando non ha le caratteristiche tecniche per farsi la fascia, esce dopo 45 minuti di lotta e dedizione.

ALVAREZ 5: ormai mi sembra chiaro non sia assolutamente un giocatore da Inter, anche giocando con continuità non incide mai sul match e stasera ha addirittura sciupato una colossale palla gol solo davanti al portiere.

GARGANO 4: imbarazzante è dir poco. Semplicemente scarso, e Moratti vuole riscattarlo...

KOVACIC 5: poveraccio dove è finito...

CAMBIASSO 2: tutte le occasioni del Tottenham nascono da cappellate sue, sia su azione che da calcio da fermo. Una cosa indescrivibile.

PEREIRA 5: messo ala sinistra cerca di fare del suo meglio, ma chiaramente è messo fuori ruolo.

CASSANO 5: nel primo tempo cerca di illuminare a tratti, nella seconda frazione scompare completamente. L'intuizione di metterlo prima punta resta ancora senza un riscontro confortante sul campo.

PALACIO 5: entra a partita ormai compromessa e sciupa l'unica grande occasione che gli capita.

GUARIN 5: entra e non incide.

JONATHAN 5: bisogna commentare il suo ingresso?

STRAMACCIONI 2: io ormai mi sto rompendo i coglioni di lui. E' vero, la prima cosa da cambiare sarebbe la dirigenza in tronco e mezza squadra, ma quando lasci fuori Guarin e Palacio in una sfida del genere, quando schieri Pereira ala sinistra, quando metti Cambiasso contro una squadra che corre a mille all'ora, allora c'è qualcosa che non va. E il mummismo con il quale segue la partita è irritante.

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 3 marzo 2013

Che rimontona sul Catania!

Parliamoci chiaro, la formazione messa in campo da Stramaccioni nel primo tempo era più che comprensibile e, quasi, obbligata. In difesa non c'era nulla da fare, a centrocampo Kuzmanovic era d'obbligo visto il riposo nei turni precedenti e l'assenza in Europa League, stesso discorso per Schelotto e Rocchi, visto che non si può certo pensare di far giocare tutte le gare a Cassano e Palacio. Il problema nel primo tempo disastroso è stato l'approccio alla gara, sbagliatissimo, e gli errori individuali che ci sono costati il 2-0 a fine primo tempo. Prima Juan Jesus, poi un errore tattico su calcio piazzato nei primi venti minuti e la partita era già bella che finita. Per fortuna nella ripresa Stramaccioni ha saputo toccare le corde giuste nei giocatori e ha saputo effettuare i giusti cambi con Palacio e Stankovic per Rocchi e Kuzmanovic. Scelte azzeccatissime visto che, dopo un necessario miracolo di Handanovic su Bergessio, l'Inter ha preso in mano la partita e ha iniziato la sua super rimonta passando dal 2-0 e uno strepitoso 2-3 finale grazie alle reti di Alvarez e doppietta di Palacio, con quest'ultimo assoluto protagonista grazie anche all'assist per il primo gol nerazzurro. Anche l'ingresso di Cambiasso, preferito a un Kovacic già pronto a entrare da Stramaccioni, ha dato un'ulteriore svolta alla gara, visto che proprio l'argentino si è reso pericolossimo andando prima vicino al gol, per poi regalare l'assist vincente a Palacio per il 2-3 finale. Malissimo il primo tempo, benissimo la ripresa. Ma non si può continuare a concedere le prime frazioni di gara agli avversari. L'approccio alla gara è qualcosa su cui bisogna lavorare parecchio, perchè dopo le ultime gare contro Siena, Fiorentina, Milan e Catania, altri approcci così molli non saranno più ammessi. Intanto godiamoci questa rimontona sul Catania.

PAGELLE:

HANDANOVIC 6,5: sue due gol del Catania non ha colpe, poi fa un miracolo negando il terzo gol agli avversari che avrebbe chiuso la gara.

ZANETTI 6: prima mezz'ora inguardabile, senza neanche una sola discesa sulla destra, poi sprazzi del Capitano che ha dato maggiore apporto alla manovra.

JUAN JESUS 5: giocare sul centro destra non è stato facile per lui che è mancino puro, ma per lui voglio vedere il bicchiere mezzo pieno. Ha fatto un erroraccio sul primo gol del Catania, ma nonostante la giovanissima età ha mostrato due palle cubiche nel giocare il resto della partita alla grande senza patire l'errore commesso. Grande carattere.

CHIVU 6: ha trascorso la partita a subire le gomitate di Bergessio senza che l'arbitro prendesse alcun provvedimento. Nonostante ciò, non ha demeritato.

PEREIRA 6,5: ottimo oggi, soprattutto nel secondo tempo dove è sceso in campo con tutt'altro piglio mettendo in mezzo cross che fino ad ora non avevamo mai visto da lui, compreso quello vincente per Palacio.

GARGANO 4,5: coi piedi è qualcosa di incommentabile e non capisco perchè la regista era affidata a lui e non a Kuzmanovic.

KUZMANOVIC 4: viste le energie accumulate negli ultimi turni passati a riposo, mi sarei aspettato molto di più da lui che oltre a un bel tiro non è riuscito a fare nel primo tempo.

SCHELOTTO 6,5: buonissima prova dell'ex Atalanta che ha mostrato tutte le sue doti, ovvero fisico, corsa e generosità. Per poco non andava un'altra volta a segno, mentre aveva regalato una palla deliziosa a Cambiasso.

GUARIN 6,5: nonostante il ruolo non lo valorizzi, riesce sempre a creare pericoli dal nulla, preziosissimo. Lo sarebbe ancora di più nel cuore del centrocampo.

ALVAREZ 5: un voto in più per il gol che ha dato il via alla strepitosa rimonta nerazzurra, ma per il resto della gara è stato inguardabile.

ROCCHI 4: da pensionato qual'è è già tanto che sia riuscito a arrivare sugli unici due palloni che gli sono arrivati in area. Pazienza se li ha clamorosamente ciccati entrambi.

PALACIO 8: man of the match per distacco. Entra e da la svolta alla partita regalando prima l'assist per il gol di Alvarez e poi mettendo a segno una grande doppietta per la vittoria finale. Sontuoso.

STANKOVIC 6: entra e da tempo e geometrie al gioco nerazzurro.

CAMBIASSO 7: entra lui e non Kovacic e la scelta è stata azzeccatissima. Sfiora prima il gol, poi impacchetta per Palacio l'assist del gol vittoria.

STRAMACCIONI 6,5: primo tempo inguardabile della squadra e la sua immobilità in panchina è stata abbastanza irritante. Ma nella ripresa mette le cose a posto azzeccando tutti i cambi, compresa l'intuizione che gli ha fatto preferire il decisivo Cambiasso all'ormai pronto a entrare Kovacic. Ma basta regalare i primi tempi agli avversari per favore!

Image Hosted by ImageShack.us

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore