mercoledì 16 gennaio 2013

Una partita da Inter: pazza!


Ieri sera abbiamo assistito a una partita pazzesca, piena di colpi di scena e giocate fantastiche. Inter-Bologna non è stata solo una partita di Coppa Italia, ma è stata una sfida al cardiopalma dall'inizio alla fine, tempi supplementari compresi. La cronologia della sfida di ieri ha vinto l'Inter trovare prima il vantaggio con uno stupendo gol di Guarin, che con una bordata dal limite dell'area quasi buttava giù la porta difesa da Agliardi. Il secondo gol della partita è stato ancora a tinte nerazzurre con un'altra giocata pazzesca, stavolta di Rodrigo Palacio che, subentrato a Rocchi, ha messo una palla deliziosa sotto l'incrocio dei pali. Sul 2-0 la partita sembrava ormai chiusa e invece nell'arco di cinque minuti il Bologna pareggia i conti segnando prima con una straordinaria punizione di Diamanti poi con Gabbiadini che ha sfruttata l'ennesima cappellata inguardabile del solito Jonathan, che stranamente fino a quel momento era anche sembrato un giocatore di calcio. Ma grazie al suo erroraccio si è andati ai supplementari, dove a dire la verità è stato il Bologna a spingere maggiormente sull'acceleratore (considerando però che noi ormai giocavamo con un uomo in meno visto l'infortunio di Cassano). Ma la zampata vincente è arrivata da Andrea Ranocchia al 120esimo minuto su calcio d'angolo. Il gigante nerazzurro ha messo a segno la sua seconda rete della partita, visto che in precedenza gli è stato misteriosamente annullato un altro gol. Il gol all'ultimo minuto è stato chiaramente un vero trionfo di gioia, con tutta l'Inter riversata in campo a festeggiare il compagno di squadra. Adesso siamo arrivati in semifinale e affronteremo la vincente tra Roma e Fiorentina che si affronteranno stasera.

PAGELLE:

HANDANOVIC 7: grande serata di Batman che si è messo in mostra con diverse super parate che hanno tenuto a galla l'Inter nei momenti di maggiore difficoltà.

SILVESTRE 6,5: altra ottima prestazione dell'argentino che sta riacquistando punteggi importanti in ottica nerazzurra.

RANOCCHIA 7: grande partita al centro della difesa e gol decisivo per la qualificazione. Più di così...

JUAN JESUS 6,5: qualche errore in fase di disimpegno, ma è sempre attaccato al diretto avversario senza mai lasciargli neanche il tempo di respirare.

JONATHAN 5: fino al gol del 2-2 del Bologna aveva forse giocato la sua miglior partita in nerazzurro, ma poi quella tremenda cappellata che ha regalato il pareggio agli avversari e ci ha costretti a giocarci i supplementari ha rovinato tutto. Bocciato per l'ennesima volta, in attesa di Schelotto...

ZANETTI 6,5: grande prestazione del Capitano che ha diligentemente tenuto il centrocampo per poi trascinare la squadra nel finale di partita. Alla faccia dei quaranta anni.

BENASSI 6,5: Diamanti è stata un avversario difficile, ma il giovanissimo nerazzurro (appena riscattato per intero) ha giocato un'altra ottima partita. Peccato abbia giocato solo 45 minuti.

PEREIRA 6,5: un lottatore incredibile, un guerriero. Nonostante il setto nasale rotto e le continue botte che gli avversari continuavano a rifilargli proprio sulla parte dolente lui al 120° minuti era ancora lì a correre come un forsennato. Strepitoso.

GUARIN 7: non ci sono più parole. Tecnica, fantasia e strapotenza allo stato puro. Leader ormai di questa Inter.

ROCCHI 5,5: al debutto da titolare, non è stato piacevole vederlo in campo e l'unica buona palla che gli è arrivata l'ha spedita fuori da San Siro. E Livaja ringrazia....

CASSANO 5,5: meno incisivo e fantasioso del solito, ha perso quasi tutti i duelli con Sorensen.

PALACIO 7: entra e regala una magia memorabile con il gol del 2-0. Poi si rende utile con altre buone giocate.

MUDINGAYI 6: entra e gioca come sa, da mastino.

CAMBIASSO 6: entra al posto di Benassi a inizio ripresa e disputa una buonissima partita.

STRAMACCIONI 5,5: nonostante la qualificazione, stavolta non do la sufficienza al Mister, perchè sul 2-0 non è possibile farsi rimontare in cinque minuti senza apportare le giuste modifiche alla squadra, in modo da riuscire a tenere palla. Cassano doveva essere sostituito da tempo.

4 commenti:

  1. Partita non eccellente. Abbiamo seriamente rischiato di essere sbattuti fuori dopo che a 10 minuti dalla fine avevamo la gara in pugno.
    Meno male che ci ha pensato "Little Frog" all'ultimo respiro...

    www.calciorum.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Partita bella e giocata a viso aperto da tutte e due le squadre... bel bologna... complimenti a Pioli e ai suoi, ma alla fine siamo passati NOI...
    ma come si fa a mettere in campo ancora NONNO JONATHAN??? credetemi ieri gli ho urlato contro di tutto... ho quasi bestemmiato sul 2-2... basta, non lo si può vedere più...
    COMUNQUE, ORA E SEMPRE I <3 INTER... FORZA RAGAZZI...

    RispondiElimina
  3. Qui in Germania le partite di coppa sono speciali, perché si vedono ribaltamenti di fronte che in campionato non sono possibili; si capisce, il campionato è lungo quanto il nostro le partite di coppa sono una gara secca.
    Però non mi esalto quando penso che 120 minuti giocati ieri sera sono da mettere in conto domenica sera a Roma. Probabilmente senza Cassano, anche se ieri sera non ha fatto molto, anzi ha fatto molto poco.
    Mi voglio soffermare su Jonathan, il gabbiano.
    Io ho giocato al calcio, non in difesa, ma lo zio di mia moglie, friulano doc, è quell'Agostino Toso che ha giocato anni in serie A e poi a Cervignano allenava i ragazzini, tra cui un certo Tarcisio Burgnich di Ruda, paesetto a 5 chilometri da Cervignano.
    Quello i difensori li sapeva impostare essendo stato terzino sinistro lui.
    I suoi insegnamenti venendo a ieri sera erano, mai lasciare il contatto con l'uomo da marcare e Jonathan si perde Gabbiadini; se arriva una palla tagliata come quella appoggiati al tuo uomo per non dargli spazio per la giocata; poi butta via la palla, lontano al massimo in corner, ma non buttarti per terra per un impossibile colpo di testa lasciando libero Gabbiadini di toccare in rete e fregando il tuo portiere che nón si può mai aspettare una cagata simile.
    Dici che ieri sera ha giocato bene fino a quel minuto, ma spiegami che giocatore è, qual'è il suo ruolo: terzino? ma non sa difendere. Mediano? ma non ha il passaggio filtrante e quando crossa la palla va sempre dove non c'è nessuno dei nostri.
    Allora? Lasciamogli fare il raccattapalle.
    Ciao. stammi bene.

    RispondiElimina
  4. Sul ruolo di Jonathan sono d'accordissimo, può fare al più il raccattapalle... e Branca lo definì il nuovo Maicon...

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore