giovedì 27 settembre 2012

In trasferta è un'altra Inter


Casa e trasferta. Due mondi completamente diversi nei quali le partite vengono affrontate in modo diverso. In casa hai i tifosi che cantano e urlano per la tua squadra, che galvanizzata si rigetta in avanti lasciando tanti spazi agli avversari che puntualmente ti puniscono (vedi Roma e Siena). In trasferta, fai un gioco più accorto, non lasci spazi agli avversari e concretizzi quelle poche occasioni da rete che riesci a costruire (vedi Torino e ieri Chievo). Questa è l'Inter di questo inizio di stagione. In casa pochissimi punti, in trasferta punteggio pieno. Vittime di ieri sera è stato il Chievo di Di Carlo. Stramaccioni ha varato per la prima volta la tanto chiacchierata difesa a tre con un 3-5-1-1 con Sneijder dietro Milito. Una squadra evidentemente difensiva e più compatta rispetto a quella vista nella partita a San Siro. Ma il gioco ha latitato, soprattutto nel primo tempo. La difesa si è comportata bene e la squadra ha mostrato una solidità importante rispetto alle altre gare, ma tra centrocampo e attacco si è visto veramente poco. Con l'ingresso di Cassano al posto dell'infortunato Sneijder, le cose sono migliorate visto che con due punte vere davanti si può avere maggiore peso offensivo. Di fatti, dal quel momento in poi il gioco dell'Inter è migliorato trovando poi le due reti vittoria prima con Pereira (al primo gol in nerazzurro), poi con lo stesso Cassano servito da un altro neo entrato in gara Gargano. Stramaccioni a fine partita è stato chiaro. La strada da seguire è la difesa a tre, il modulo ideale visti i giocatori che abbiamo a disposizione. A me non interessa, possiamo giocare a tre, a quattro, a ventimila, a me interessa solo che l'Inter giochi bene e che soprattutto vinca le partite. Se così sarà, ben venga la difesa a tre.

PAGELLE:

HANDANOVIC 7,5: in un momento così delicato, un solo gol subito avrebbe potuto cambiare drasticamente gli umori e le certezze di tutti i giocatori in campo. Handanovic si è rivelato assoluto migliore in campo grazie alla sicurezza tra i pali e ad alcune prodezze che hanno salvato il risultato. Impatto eccezionale in maglia nerazzurra per lui.

RANOCCHIA 6,5: difesa a quattro o a tre, stiamo arrivando a vedere il vero Ranocchia, quello che ha brillato a Bari, a Genoa e nei primi mesi nerazzurri con Leonardo. Sempre più leader della nostra difesa.

SAMUEL 6: al rientro, l'argentino ha iniziato la gara un pò impacciato per poi riprendersi nel corso della gara. Peccato che non abbia le caratteristiche tecniche per impostare il gioco da dietro.

JUAN JESUS 6,5: sempre più rivelazione di questo inizio di stagione. Ha un grande futuro davanti a se.

NAGATOMO 6: mezzo voto in più per l'assist vincente per Pereira, ma non ha fatto chissà cosa in partita.

ZANETTI 7: meno male che c'è lui. In una serata dove in pochi corrono, lui macina chilometri su chilometri portandosi alle calcagna gli sventurati giocatori del Chievo, che non riescono quasi mai a fermare le sue cavalcate palla al piede.

CAMBIASSO 6: l'ho detto e lo ripeto. Davanti la difesa è il suo ruolo e lì da il meglio di se. Speriamo di non rivederlo più sulla stessa linea di Milito...

GUARIN 5,5: stanco e appesantito, non ha dato il meglio di se. Ma, ora come ora, è assolutamente indispensabile per il nostro centrocampo.

PEREIRA 6,5: meglio rispetto a Nagatomo, si è fatto vedere di più in fase offensiva e difensiva. Mezzo voto in più per il pesante gol che ha sbloccato il risultato, il suo primo con la maglia dell'Inter.

SNEIJDER S.V.: mezz'ora scarsa di gioco è troppo poco per darne una valutazione obiettiva.

MILITO 5: ancora una volta, il peggiore in campo. Non indovina una giocata, è sempre fuori dal gioco e non mostra più intesa con i compagni, facendo movimenti sempre opposti rispetto ai passaggi degli altri giocatori in campo. In affanno.

CASSANO 6,5: sebbene sia ancora appesantito e mostri ancora una bella pancetta, è sempre decisivo. Anche oggi, subentrato a Sneijder a metà primo tempo, combina ben più dell'olandese tenendo palla e facendo salire la squadra. Ottima prestazione impreziosita dal gol della sicurezza.

GARGANO 6,5: ottimo ingresso in partita per l'uruguaiano, che corre e lotta su ogni palloni e trova anche l'assist vincente per il raddoppio di Cassano.

MUDINGAYI S.V.

STRAMACCIONI 6,5: cambiare così facilmente modulo non è da tutti, ha dimostrato in questo grande elasticità mentale (altro che Gasperini e Ranieri!). La squadra fuori casa è uno schiaccia sassi, mentre il gioco non ancora brillante, ma quello arriverà.

2 commenti:

  1. State carburando. Piano piano si risolveranno i problemi. Ottima Inter ieri sera

    RispondiElimina
  2. Ma Sneijder in mezzora non dovrebbe comunque fare la differenza? Per me come nelle ultime due annate, quando vede la mal parata si inventa un infortunio inesistente in accordo con il resto della squadra (staff tecnico, medici...); peccato se così fosse non è il fenomeno che è sembrato il primo anno, anche se quell'anno chiunque sarebbe sembrato tale.
    Un saluto.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore