domenica 26 agosto 2012

Partenza col botto!


Il campionato dell'Inter è partito alla grande con una schiacciante vittoria per 0-3 in casa del Pescara neopromosso. Stramaccioni ha mandato da subito in campo gli ultimi arrivati, Gargano e Cassano, che hanno risposto alla grande con due ottime prestazioni. La squadra stasera mi è piaciuta davvero tanto. Solo nei primi minuti abbiamo sofferto un pò l'aggressività dei padroni di casa, ma poi abbiamo preso in mano la partita e con due gol ravvicinati di Sneijder e Milito abbiamo messo le cose in chiaro. Volevamo la vittoria a tutti i costi e ce la siamo presa. Prestazione maiuscola non solo nel risultato, ma anche nel gioco. L'Inter, infatti, ha mostrato un grande possesso palla che ha fatto correre il Pescara fino alla sfinimento per poi arrivare in porta con le giocate di grande classe dei tre attaccanti che stasera hanno davvero dato spettacolo. Nella ripresa, ha trovato gloria anche Coutinho con il gol del tre a zero, a conferma che nella lotta per la terza maglia in attacco c'è anche lui, non solo Cassano e Palacio e in attesa del rientro di Alvarez. Questa Inter ha tanto talento e tanta classe, ma anche corsa e muscoli con Guarin e soprattutto Gargano, un motorino instancabile che ha corso per quattro stasera. Leggermente in affanno Cambiasso che è tornato a camminare per il campo. Evidentemente due partite ravvicinate non è più in grado di sostenerle, quindi aspettiamo fiduciosi il rientro di Obi, che ha tutte le carte in regole per conquistarsi una maglia da titolare e formato un trio di centrocampo davvero ottimo con Guarin e Gargano. Dopo diverso tempo e anche se è solo la prima giornata, fa piacere vedere l'Inter in testa al campionato, sopra tutte le altre. Non mi sto illudendo, la stagione sarà lunga e faticosa, ma per quello che abbiamo visto stasera potremo sicuramente divertirci e dire la nostra. Forza Inter.

PAGELLE:

CASTELLAZZI 7: sicuro tra i pali e prodigioso in una occasione, il vice Handanovic ha giocato una ottima partita.

ZANETTI 6,5: qualche minuto di difficoltà contro la rapidità di Weiss (bel simulatore pure lui!), poi ha preso le misure e non lo ha saltato più nessuno.

SILVESTRE 6: con i piedi non è proprio il massimo, però ha difeso bene mostrando anche un buon affiatamento con Ranocchia.

RANOCCHIA 7: sontuosa partita di Andrea che con classe e grinta non ha fatto passare un pallone in tutta la gara. Incredibili alcuni suoi disimpegni palla al piede, da applausi.

NAGATOMO 7: grande partita anche per il giapponese che, soprattutto nel primo tempo, ha fatto letteralmente uscire matto il terzino destro del Pescara, che se l'è visto sbucare da tutte le parti. L'arrivo di Alvaro Pereira lo ha caricato a palla.

GUARIN 6,5: ancora un pò pesante da un punto di vista fisico, ma ha giocato da gladiatore. Non appena il furbetto Weiss ha conquistato una pericolosa punizione con una vergognosa simulazione ai suoi danni, il colombiano è salito in cattedra e ha letteralmente distrutto il giovane attaccante nel corso della gara. Con lui non si scherza.

GARGANO 6,5: grande debutto in nerazzurro per Gargano. Le sue qualità le conoscevo già, ma vederlo all'opera con la maglia dell'Inter fa tutto un altro effetto. Corre tantissimo e recupera una marea di palloni. Preziosissimo per il nostro centrocampo.

CAMBIASSO 6: schierato da mezz'ala sinistra, ha giocato esclusivamente per coprire le avanzate di Nagatomo riuscendo abbastanza bene nell'intento. Peccato che non abbia più la forza per rincorrere gli avversari e questo ci porta ad avere sempre un uomo in meno in fase difensiva.

SNEIJDER 7: magia allo stato puro. Giocate di classe, tocchi di fino e duetto nello stretto, oltre al gol che ha sbloccato la partita. Strepitoso.

CASSANO 6,5: sta solo al 50% della condizione, ma già ha fatto vedere tutte le sue qualità. Classe immensa, protezione della palla e innato senso dell'assist.

MILITO 7,5: un gol e due assist per iniziare alla grande il campionato. Ma non solo. Il principe lotta su ogni pallone, fa sponda per i compagni e duetta alla grande con Sneijder e Cassano facendo godere noi tifosi ad ogni giocata.

COUTINHO 6,5: sarebbe dovuto partire titolare visto il grande precampionato che ha fatto, ma nonostante la panchina iniziale è entrato subito in gara con grande voglia di fare e ha impreziosito la sua prestazione con un bel gol che ha chiuso la partita.

LIVAJA 6: primo innesto della primavera di Stramaccioni, è entrato con personalità andando anche vicino al gol.

DUNCAN S.V.

STRAMACCIONI 7: tatticamente ha stravinto la sfida con Stroppa, sfruttando l'anello debole del Pescara sulla fascia destra lasciando libertà di spinta a Nagatomo con Cambiasso in copertura e facendo attaccare da quella parte a turno prima Sneijder, poi Cassano. La vittoria è arrivata proprio da queste mosse.

Image Hosted by ImageShack.us

La saga delle risate: è sempre la solita storia

Un rigore inesistente nato da una azione di clamoroso fuorigioco e un gol completamente inventato dall'arbitro di porta. Non è neanche iniziato il campionato e l'accoppiata arbitri Juventus va già di pari passo. Ormai non ci danno neanche più lo sfizio di vedere qualche partita pulita prima dei soliti immancabili e storici furti. Vittima di turno, stavolta, il Parma.

Image Hosted by ImageShack.us

venerdì 24 agosto 2012

Ecco Alvaro Pereira

A conclusione di un mercato che ha visto crescere una vera e propria rivoluzione in casa Inter è arrivato anche il tanto richiesto terzino sinistro, Alvaro Pereira dal Porto. L'uruguaiano è stato acquistato per 10 milioni più bonus legati alle presenze in nerazzurro del giocatore e ai trofei vinti nel prossimo anno. Con la probabilissima partenza di Maicon in direzione Manchester City, in rosa serviva un nuovo rinforzo per il ruolo di terzino di spinta, magari un giocatore più affidabile di Jonathan e più tecnico di Nagatomo. L'identikit perfetto di Pereira che, con la sua esperienza con il Porto (col quale ha vinto l'Europa League insieme al ritrovato Guarin) e la maglia da titolare della nazionale uruguaiana, arriva in pompa magna per un posto da titolare a sinistra. Il suo innesto darà alla squadra maggiore spinta e tecnica sulla corsia di sinistra, andando allo stesso tempo a ringiovanire ulteriormente il pacchetto difensivo. Il mercato nerazzurro con questo ultimo colpo può sicuramente considerarsi concluso, a meno di clamorosi colpi dell'ultima ora. Ma, come ha confermato Stramaccioni, la rosa adesso può essere considerata completa, anche se l'assenza di un vero vice Milito (Longo non lo considero attendibile) potrebbe pesare durante la stagione. Intanto benvenuto Alvaro!

Image Hosted by ImageShack.us

giovedì 23 agosto 2012

Vaslui - Inter 0-2


A pochi giorni dall'inizio del nuovo campionato non poteva andare meglio all'Inter in terra rumena nel secondo preliminare di Europa League. I nerazzurri hanno infatti battuto gli avversari del Vaslui per 2-0, grazie ai gol argentini di Cambiasso nel primo tempo e Palacio nella ripresa. La partita non ha girato a ritmi vertiginosi sia per il caldo sia, secondo me, per la partita d'esordio contro il Pescara. Nel primo tempo si è vista una buona Inter che, seppur giocando come detto a ritmi blandi, è riuscita a mostrare un ottimo possesso palla e buone iniziative in avanti. Nella ripresa, è cresciuto il Vaslui contemporaneamente a un calo improvviso dell'Inter da un punto di vista fisico. Nonostante ciò, per Castellazzi si conta una sola parata degna di nota in tutta la gara, mentre i nerazzurri hanno impegnato il portiere avversario in diverse occasioni, colpendo tra le altre cose anche un palo con Palacio. Tra le note positive citerei sicuramente Ranocchia, molto attento in difesa, Cambiasso in giornata positiva, Sneijder al centro del gioco e Palacio, ancora una volta in gol. Tra le note dolenti Mudingayi che ha giocato (e male) pochi minuti di partita per poi essere uscito per infortunio e Milito ancora molto appesantito. Per il resto, bene tutti compreso Stramaccioni che, sul risultato di 1-0, ha saputo leggere molto bene la gara cambiando disposizione tra gli attaccanti spostando Palacio prima punta con Coutinho al posto di Milito, azzeccando la mossa come dimostrato dall'immediato gol del raddoppio proprio dell'ex Boca. Ora la testa va tutta al debutto stagionale contro il Pescata sperando che questa sfida non incida troppo sulle gambe dei nostri ragazzi.

PAGELLE:

CASTELLAZZI 6: in tutta la gara ha dovuto compiere un solo vero intervento e l'ha fatto alla grande.

MAICON 6: ha spinto sulla corsia destro con grande intensità recuperando comunque con inconsueta rapidità la posizione difensiva. Sarà piaciuto al City?

SILVESTRE 6: qualche ciabattata di troppo palla al piede, ma tutto sommato ha disputato una buona partita.

RANOCCHIA 6: aggressivo e attento in marcatura, Andrea ha giocato una ottima gara difensiva senza sbavature, a parte un liscio da brividi in area che per fortuna non ci è costato caro.

ZANETTI 6: dove lo metti lo metti, lui gioca e raggiunge almeno la sufficienza. Parte terzino sinistro e finisce mezz'ala destra. Un buona prestazione e una vittoria per festeggiare le sue 800 gare in nerazzurro. Leggenda.

GUARIN 6,5: qualche imprecisione qua e là, ma è sempre pronto a sostenere l'azione d'attacco come dimostrano i tanti tiri compiuti nella seconda frazione di gioco.

CAMBIASSO 7: stasera il migliore in campo. Inizia alla grande con il gol del vantaggio e conclude la partita giocando alla sua maniera da schermo davanti la difesa.

MUDINGAYI 5: gioca pochi minuti per colpa di un infortunio che lo ha costrutto a lasciare il campo, ma su quei pochi interventi è meglio stendere un velo pietoso. La mezz'ala non è proprio il suo ruolo ideale.

SNEIJDER 7: dopo Cambiasso, l'olandese è stato il migliore dei nerazzurri. Sempre nel vivo del gioco, ha deliziato i nostri palati con giocate di classe, invenzioni e assist come quello del raddoppio di Palacio.

PALACIO 6,5: ancora una volta in gol, ancora una volta tantissimo movimento su tutto il fronte offensivo. Ottima gara per l'ex Genoa.

MILITO 5,5: ho visto il Principe ancora molto appesantito fisicamente. Non ancora al meglio della forma, ha trovato difficoltà a trovare spazi nella difesa avversaria senza riuscire praticamente mai a trovare lo spiraglio per la conclusione a rete.

NAGATOMO 6: entra dopo pochi minuti al posto di Mudingayi e inizia subito a proporre le consuete sovrapposizioni. Instancabile.

COUTINHO S.V.

JUAN JESUS S.V.

STRAMACCIONI 6: sbaglia nello schierare Mudingayi mezz'ala, ruolo nel quale il centrocampista belga mostra tutti i suoi limiti tecnici ma sfrutta bene l'infortunio per aggiustare le cose. Nella ripresa legge bene la situazione guidando la squadra al 2-0, ma non mi è piaciuta la nostra incapacità nel gestire vantaggio e pallone nei minuti finali.

Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì 22 agosto 2012

Doppio colpo Inter


Appena tornato dalle vacanze e mi aspettavo di potermi dedicare a scrivere giusto un articolo di commenti ai preliminari già giocati contro l'Hajduck Spalato, convinto che sul fronte mercato non ci sarebbero state novità. Al contrario, invece, in queste ore l'Inter si è dimostrata scatenata mettendo a segno nel giro di poche ore due colpi di mercato con una ulteriore trattativa in stato apparentemente molto avanzato. In attacco è arrivato un uomo di fantasia, classe pura e sregolatezza, Fantantonio Cassano, arrivo insieme a un bel pacchetto da quasi 8 milioni in cambio di Giampaolo Pazzini, trasferitosi al Milan. Ribadendo con decisione che ormai è chiarissimo il bluff societario sul ringiovanimento della rosa, Cassano è un ottimo innesto a mio avviso. E' un giocatore che può cambiare partita da un momento all'altro con una giocata, un assist, un gol. Nonostante i 30 anni e l'ormai superato problema al cuore, il Pibe di Bari può ancora dare tante con la maglia per la quale ha sempre dimostrato di fare il tifo. Il secondo colpo è stato messo a segno a centrocampo con una operazione altrettanto intelligente. Dal Napoli è arrivato Walter Gargano, motorino instancabile della mediana, in prestito oneroso con diritto di riscatto a circa 5 milioni. Una operazione globale da poco più di 6 milioni. L'uruguaiano, 28 anni, risulta un innesto importante per il centrocampo grazie alla sua corsa che potrebbe riveltarsi da subito indispensabile per la squadra. Come detto, quindi, due ottimi colpi nel giro di poche ore. I dirigenti dell'Inter sembrano essersi dati una svegliata e hanno dato uno scossone al mercato nerazzurro. Forse, l'imbarazzante sconfitta casalinga contro lo Spalato di qualche giorno fa ha fatto scattare finalmente il campanello d'allarme in via Durini. Ma non è finita qui, l'Inter sembra essere molto vicina anche al terzino sinistro del Porto Alvaro Pereira, giocatore dalla grande spinta offensiva che potrebbe arrivare come sostituto di Maicon, seppur sull'altra fascia. Non ci resta che aspettare e vedere l'evoluzione degli ultimi giorni di mercato. I top player ormai non sono più avvicinabili, per cui accontentiamoci di questi innesti utili alla causa sperando possano fare la gioia di noi tifosi. Benvenuti Antonio e Walter!

Image Hosted by ImageShack.us

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore