mercoledì 25 luglio 2012

Como - Inter 2-3

Si avvicina il preliminare di Europa League e l'Inter di Stramaccioni continua le sue amichevoli prestagionali per arrivare in forma al primo impegno ufficiale dell'anno. Avversario di turno il Como, squadra di Lega Pro, che in squadra può vantare qualche elemento uscito dalla primavera nerazzurra, come Tremolada e Fautario. Il dictat tattico del Mister ormai è chiaro. Si vuole puntare sul 4-2-3-1 per sfruttare tanta fantasia alle spalle di una sola punta di movimento. Ieri è tornato in campo Sneijder nel ruolo di trequartista, mentre ha debuttato in mediana il neo acquisto Mudingayi, che si è messo in mostra recuperando diversi palloni, ma ovviamente aspetto prove più impegnative prima di giudicarlo adeguatamente. Ieri abbiamo visto due Inter. Nel primo tempo la squadra "tipo" del momento, con tutti i titolari in campo, a meno di Milito lasciato a riposo e sostituito nel ruolo di punta di riferimento da Palacio. Nella prima frazione si è vista una bella Inter con Sneijder e Coutinho a dare spettacolo ma che hanno peccato nel voler cercare per forza la giocata ad effetto a svantaggio di giocate semplici e sicuramente più efficaci. Se non fosse stato per lo straordinario portiere del Como che ha fatto una serie infinita di miracoli, i marcatori nerazzurri alla fine del primo tempo non sarebbero stati solo Nagatomo (autore di un bellissimo gol) e di Ranocchia (grande partita ieri per lui), ma molti di più. Nella ripresa, è scesa in campo un'Inter stracolma di giovani e il ritmo della gara si è abbassato notevolmente, anche a causa della evidente stanchezza di diversi elementi della squadra nerazzurra. Il terzo gol dell'Inter è stato firmato da Palacio in contropiede, mentre il Como ha segnato il primo gol grazie a un rimpallo fortunoso che ha liberato un loro giocatore davanti a Castellazzi, e il secondo a causa di un erroraccio del giovane Bianchetti, che ha praticamente smarcato l'attaccante del Como a tu per tu con Belec, che non ha potuto fare nulla. Per chiudere, dalla partita di ieri si possono evincere diverse considerazione. Innanzitutto, la difesa mi è sembrata davvero solida e la squadra non si è mai fatta trovare scoperta ai contropiedi avversari nonostante il modulo decisamente offensivo. Freddy Guarin sta diventando sempre più leader indiscusso del centrocampo grazie al mix di quantità e qualità di cui è dotato. Ranocchia sta crescendo di partita in partita e ieri ha giocato davvero bene senza sbagliare nulla. Coutinho sta crescendo a vista d'occhio ma resta ancora troppo debole nelle conclusioni a rete. Cambiasso è quello che ho visto peggio, visto che ormai cammina per il campo e gli avversari lo saltano sistematicamente senza che l'argentino abbia lo sprint e la forza quanto meno per corrergli dietro. Questo è quello che ho visto ieri, ma l'Inter è ancora in piena costruzione e aspettiamo ulteriori sviluppi di mercato, sperando che ce ne siano perchè ne abbiamo veramente bisogno.

Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore