domenica 27 maggio 2012

Arriva Palacio!

Conclusa questa deludentissima stagione, è tempo di mercato e, mentre la squadra è stata impegnata nella scampagnata indonesiana, la società si è subito mossa con l'obiettivo di rinforzare la rosa in vista della prossima stagione. Un ottimo punto di partenza rispetto alla scorsa estate è che, adesso, abbiamo deciso di puntare forte su un allenatore (Stramaccioni) e si sta programmando la stagione e il mercato con largo anticipo. Così, dopo il riscatto fatto per Guarin e quello imminente di Poli, la società nerazzurra ha messo a segno il primo colpo in attacco, con l'acquisto di Rodrigo Palacio per circa 10 milioni di euro. Autore di una ottima stagione col Genoa dove ha raggiunto quota 19 gol in campionato, l'argentino da un punto di vista tattico è un colpo importante in quanto è il classico giocatore rapido e forte nel dribling che in rosa ci è mancato l'anno scorso, cause le stagioni flop di Zarate e Forlan. L'ex numero 8 rossoblù può giocare sia seconda punta che esterno d'attacco e questo lo rende una pedina importante nel nuovo scacchiere interista. Da un punto di vista economico e anagrafico, invece, l'operazione forse si poteva condurre più al ribasso, in quanto una spesa di 10 milioni per un trentenne è sempre un rischio, in quanto è una cifra che non potrai più recuperare se non grazie alle vittorie sul campo. Con Diego Milito ci andò alla grande, speriamo che anche Palacio possa fare grandi cose in nerazzurro. Detto questo, mi auguro che questo non sia l'unico colpo nel reparto avanzato. Se così fosse, sarebbe un errore gravissimo, in quanto l'attacco necessita di grossi cambiamenti rispetto alla scorsa stagione. Zarate non verrà riscattato, Forlan probabilmente verrà ceduto e Pazzini è in dubbio. Quindi oltre Palacio, ci vogliono altri investimenti in attacco. Si parla di Lavezzi e di Destro. Per l'argentino non spenderei mai e poi mai i 31 milioni richiesti da De Laurentiis, in quanto per quanto forte Lavezzi non li vale minimamente. Per quanto riguarda il prodotto del nostro vivaio Destro, lo riprenderei a occhi chiusi, ma prima devono risolvere la comproprietà Genoa e Siena. Il mercato comunque è iniziato e l'Inter si sta muovendo coi tempi giusti, a differenza delle ultime fallimentari stagioni. Questo è già un buon inizio. Intanto, benvenuto Palacio.

5 commenti:

  1. Ben arrivato, spero solo che dopo l'ottima annata della passata stagione possa essere determinante anche nella prossima con la nostra casacca.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. www.pianetasamp.blogspot.com

    Secondo me Palacio dev'essere impiegato da seconda punta, è in questo ruolo che ha segnato tanto, esterno in un tridente rischia di non offrire il rendimento voluto...
    Sono d'accordo con te su Lavezzi: buon giocatore, a tratti ottimo, non un fuoriclasse per il quale investire oltre 30 milioni di euro...ciao!

    RispondiElimina
  4. Palacio ci serviva tatticamente in quanto polivalente d'attacco e su Pazzini punterei ancora, malgrado l'ultima pessima stagione. Ci manca ancora un'altra prima punta di spessore e il reparto è a posto.

    RispondiElimina
  5. Secondo me più che una prima punta di spessore ci serve una seconda punta di spessore.

    Milito è ancora una certezza assoluta, Pazzini si cercherà di recuperarlo e c'è anche Castaignos per il ruolo di prima punta. Di seconde punte abbiamo praticamente solo Palacio... (Forlan lo considero già venduto xD )

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore