domenica 1 aprile 2012

Inter - Genoa 5-4, nessun pesce d'Aprile!

Arriva il giovane Stramaccioni e l'Inter scende in campo con una età media di 32 anni, l'Inter corre, domina, segna a valanga. L'Inter subisce 3 rigori in 45 minuti e vince 5-4. Non preoccupatevi, non è un pesce d'Aprile ma è un velocissimo sunto di quanto si è visto oggi a San Siro. La prima del tecnico Stramaccioni è stata coi botti. Ma andiamo con ordine. La prima Inter del tecnico romano aveva 32 anni in media e si sono rivisti in campo tutti i senatori insieme, persino Chivu. Prima del fischio d'inizio non ero proprio d'accordo sulle scelte del mister e già mi stavo preparando a una batosta memorabile. Inizia la partita e Chivu non ne sbaglia una, Stankovic imposta il gioco, Cambiasso delizia il pubblico e Milito la butta dentro due volte con Samuel a suggellare il 3-1 del primo tempo, sporcato solo dal gol fortunoso del Genoa a tempo quasi scaduto. Allora mi sono ricreduto e ho pensato che in fin dei conti Stramaccioni aveva azzeccato le mosse. Nella ripresa Stankovic cala spaventosamente, Lucio inizia a ballare la samba e il Genoa torna in partita. Il copione sembra lo stesso degli ultimi mesi in nerazzurro, ma ricordo improvvisamente che in panchina non c'è più quel perdente di Ranieri. E anzichè vedere sostituiti i più giovani della formazione come era solito fare il perdente, escono d'un colpo Stankovic e Forlan, per far posto al debuttante Guarin (che debutto!) e al giovane Obi. L'Inter risale a galla e dopo una serie di calci di rigori inenarrabile, manco fossero finiti i tempi supplementari, la prima Inter di Stramaccioni conquista la vittoria per 5-4 sul Genoa e centra quindi l'obiettivo annunciato e prefissato alla vigilia dal neo tecnico nerazzurro. Da sottolineare il bellissimo gol di Zarate, che ha disputato una partita di grande generosità e voglia e alla fine è stato premiato con un gran gol e il debutto di Guarin che in pochi minuti ha fatto vedere tutte le sue qualità. Un armadio stracolmo di qualità e quantità, pronto da un lato a fare legna per la squadra, dall'altro a creare gioco e seminare panico nelle retroguardie avversarie. Il debutto di Stramaccioni è stato davvero positivo e come si dice, chi ben comincia...

PAGELLE:

JULIO CESAR 5:
il Genoa non lo ha messo spesso in difficoltà, ma in ogni caso per un portiere una prestazione con tre gol subiti (sebbene due su rigore) e un rosso non può essere considerata sufficiente.

ZANETTI 6:
io credo fermamente che arrivati a questo punto Zanetti possa dare il meglio proprio nel ruolo di terzino destro, dove può esplodere tutta la sua forza e progressione palla al piede. Peccato che oggi abbia commesso qualche errore e ingenuità non da lui.

LUCIO 4:
il peggiore in campo dell'Inter e vero e proprio anello debole della retroguardia. Colpevole in gran parte dei gol Genoani, meriterebbe in questo periodo di accomodarsi in panchina per fare spazio a Ranocchia.

SAMUEL 7:
è sempre tra i migliori nel reparto difensivo, e oggi ha coronato la prestazione con un altro gol.

CHIVU 6:
quando l'ho visto nell'11 iniziale non l'avevo presa molto bene, ma alla fine ha giocato una buona gara.

POLI 6:
nel primo tempo mi è sembrato un pò impacciato e fuori dalla partita, nella ripresa è invece entrato più nel gioco concludendo una buona gara.

STANKOVIC 5,5:
dopo un buon primo tempo, è spaventosamente calato nella ripresa fino a meritarsi la sostituzione. Nonostante la voglia e l'impegno, l'età pesa tantissimo e non lo rende più un giocatore sul quale fare affidamento per cose importanti.

CAMBIASSO 7,5:
grandissima partita del Chuchu che ha regalato giocate di alta classe, arricchite dalla solita dose di quantità in mezzo al campo. Oggi abbiamo visto il vero Cambiasso.

ZARATE 6,5:
dopo mesi messo in disparte da Ranieri, è stato subito ripescato da Stramaccione e lo ha ripagato con una prestazione colma di impegno, iniziativa e sacrificio, impreziosita da una vera perla.

MILITO 9:
eccezionale oggi il Principe Milito che non solo ha messo a segno una bella tripletta, ma ha trascinato la squadra alla vittoria facendo continui movimenti, tenendo palla e giocando per la squadra come ha sempre saputp fare. Strepitoso oggi.

FORLAN 5,5:
l'uruguaiano ha corso e ha interpretato diligentemente il ruolo di esterno sinistro d'attacco regalando anche un bell'assist per il primo gol di Milito, ma in fase di finalizzazione lascia ancora molto molto a desiderare e da lui ci si aspetta molto di più.

GUARIN 6,5:
ottimo debutto per il tanto atteso acquisto di Gennaio. Il colombiano ha messo in campo quantità e qualità rinforzando molto il centrocampo in un momento di difficoltà. Si è messo in mostra con belle giocate e un rigore conquistato. Lascia ben sperare per il futuro.

OBI 6:
nei primi minuti di gioco non è stato eccelso, perdendo tutti i duelli con Mesto sulla fascia sinistra. Poi è cresciuto migliorando la prestazione finale.

CASTELLAZZI 5,5:
poverino, è entrato e ha subito dovuto subire un gol su rigore chiudendo la partita con un secondo gol sempre dal dischetto. Se ne avesse parato almeno uno avrebbe preso una piena sufficienza, quindi secondo me è giusto dargli questo voto.

STRAMACCIONI 6,5:
a mio modo di vedere è stato un buonissimo debutto per lui. La formazione finale alla fine gli ha dato ragione visto che per oltre 50 minuti l'Inter ha giocato alla grande. Poi gli erroracci difensivi di Lucio hanno rimesso in carreggiata il Genoa e lui è corso ai riparti facendo i cambi giusti togliendo Stankovic e Forlan ridando linfa vitale alla squadra. Il contrario di quanto ormai faceva costantemente Ranieri. Già questo è un buonissimo punto di partenza.

1 commento:

  1. Nel complesso la squadra non mi ha entusiasmato più di tanto. Abbiamo vinto e questo può far solo bene. Ma il secondo tempo siamo calati molto.

    Comunque buono l'esordio di Guarin e oggi mi è piaciuto anche Zarate. Su Milito non mi esprimo, gli extraterrestri non li giudico. :-)

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore