domenica 8 aprile 2012

Il terzo posto è ancora più lontano

La seconda gara di Stramaccioni alla guida dell'Inter si è conclusa con un pareggio per 2-2 contro il Cagliari, in una gara che sarebbe dovuto essere per noi una trasferta ma che, per diversi motivi, lo è diventato anche per i tifosi sardi. Una partita che ha vissuto di fiammate, con il Cagliari che ha trovato il vantaggio e l'Inter che ha subito rimesso a posto le cose. Prima Milito risponde a Astori, poi Cambiasso replica a Pinilla. Fiammate che hanno coinvolto anche un arbitro notoriamente inadeguato come guida che prima nel primo tempo nega l'espulsione netta a Pinilla che, a gioco lontano, ha steso Stankovic con una manata al collo, per poi espellerlo dopo il gol del momentaneo 2-1 per un motivo ancora non ben precisato (a mio avviso per riparare all'errore del primo tempo). In tutto questo, l'Inter non ha espresso un bellissimo gioco, molti giocatori sono calati rispetto alla sfida col Genoa, alcuni non erano ancora in formissima (Guarin) e i ritmi della gara si sono mantenuti abbastanza bassi. Non è stata una gara esaltante e l'Inter ha da recriminare visto che, in superiorità numerica, avrebbe potuto portare a casa la vittoria ma un pò di sfortuna e molto Agazzi hanno negato i tre punti all'Inter. Il pareggio però a conti fatti è il risultato più giusto, visto che il Cagliari anche in inferiorità numerica se l'è giocata molto bene mettendo in difficoltà in un paio d'occasioni l'Inter. Tra i nerazzurri, c'era il rientro di Ranocchia che ha avuto un inizio molto difficile, per poi riprendersi col passare dei minuti, un Guarin ancora appesantito e non in gran forma atletica, un Forlan sempre più oggetto misterioso, e un ormai implacabile Milito, che ha raggiunto quota 18 gol in campionato. Il pareggio è stato un peccato viste le contemporanee sconfitte di Napoli e Roma, sulle quali abbiamo recuperato solo un punticino. Se l'obiettivo è veramente agguantare il terzo posto, con questo 2-2 abbiamo veramente sciupato una ghiottissima occasione per rientrare in gioco. Ora diventa ancora più dura.

PAGELLE:

CASTELLAZZI 5,5:
due gol subiti e una mezza papera per una partita incolore. Mostra la consueta insicurezza.

ZANETTI 6:
ha giocato una buona partita ma merita mezzo voto in meno per come si è lasciato andare Pinilla nel gol del secondo vantaggio sardo.

RANOCCHIA 5,5:
ha avuto un impatto alla gara quasi disastroso, poi è migliorato prendendo bene le misure in campo. Si vedeva comunque che non scendeva in campo da tempo.

SAMUEL 7:
anche oggi è stato il migliore dell'Inter. Dalla sua parte non passa mai nessuno e spesso mette delle grandi toppe per coprire gli errori dei compagni di reparto. Nonostante l'età, è ancora un grandissimo difensore.

CHIVU 6:
seconda da titolare con Stramaccioni, seconda buona partita del rumeno che difende bene ma, come al solito, rinuncia alla fase offensiva.

GUARIN 5,5:
dopo mesi di inattività, non potevamo certo aspettarci il miglior Guarin. A tratti si vede la qualità del giocatore, che però soffre una condizione atletica ancora precaria.

STANKOVIC 6:
nonostante la lentezza di movimenti, fa girare bene la palla in cabina di regia disputando una buona gara.

CAMBIASSO 6,5:
dinamico e propositivo, disputa un'altra buona gara mettendo a segno anche un gol importante.

FORLAN 4:
il peggiore in campo dei nerazzurri, avulso dal gioco non ne indovina una e, dopo quasi un anno in nerazzurro, mi chiedo ancora come i nostri dirigenti abbiano potuto pensare di sostituire Eto'o con lui...

MILITO 6,5:
ha una sola palla buona in tutta la gara e la butta dentro. Sono 18 gol in campionato, è tornato il Principe.

ZARATE 6:
non mi è piaciuto molto, si è visto poco e non ha creato granchè, però ha servito l'assist vincente a Milito nel primo pareggio nerazzurro e ha sfiorato un altro grandissimo gol nel finale. Per questi motivi, merita la sufficienza.

POLI 5:
entra ma non da un contributo importante alla squadra.

OBI S.V.

PAZZINI S.V.

STRAMACCIONI 5,5:
stavolta l'Inter non ha espresso un bel calcio come col Genoa, però ha mostrato carattere nel recuperare immediatamente i due svantaggi. Nei cambi secondo me è stato troppo tardivo e doveva azzannare prima la partita sfruttando la superiorità numerica della sua squadra.

2 commenti:

  1. In quanto interista di fazione peppinoprischiana, ieri ho vinto 2 a 1.

    RispondiElimina
  2. www.pianetasamp.blogspot.com

    Io credo che l'Inter non possa aspirare al terzo posto, sia per le prestazioni che sta offendo che per le troppe squadre che la precedono, pensare di superarne tre mi sembra pressochè impossibile...ciao!

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore