domenica 4 marzo 2012

Linfa nuova con Obi e Poli. L'avrà capito Ranieri?

Finalmente, dopo settimane e settimane di continue sconfitte e umiliazioni, posso tornare a commentare un pareggio dell'Inter (una vittoria è troppo mi sa) e, addirittura due gol segnati dai nerazzurri. Inter - Catania si è conclusa sul 2-2, con i siciliani che nel primo tempo hanno segnato due gol di cui il primo al primo tiro in porta e il secondo su un regalo stratosferico della terna arbitrale che non ha visto un fuorigioco chilometrico nell'azione del gol. Nella ripresa, è tornata in campo un'Inter inguardabile che ha cambiato volto con l'ingresso dei giovani e pimpanti Obi e Poli per i morti e sepolti Palombo e Cambiasso. L'Inter è tornata a correre, a fare pressing e creare occasioni e ha segnato prima con Diego Forlan, che finalmente ha centrato la porta (complice però anche una parata quantomeno penosa di Carrizo), per poi trovare il pareggio con Diego Milito, che con una sassata tremenda sotto l'incrocio dei pali ha finalizzato l'unica palla gol avuta in tutta la sua partita. Nel finale, abbiamo anche sfiorato la vittoria se non fosse stato per un Pazzini imbarazzante, che continua a giocare una merda e a sbagliare gol facilissimi, da mani nei capelli. Vi chiederete ora se mi esalto per un pareggio contro il Catania. La riposta è no. L'Inter è ancora in uno stato pietoso e il pareggio di stasera è frutto solo del carattere e della grinta mostrata dalla squadra e trascinata dai giovani guerrieri Poli e Obi, che in una ventina di minuti hanno dato linfa nuova al centrocampo. Da qui dobbiamo ripartire già dalla prossima gara, con l'italiano e il nigeriano titolari a centrocampo. Bisogna ripartire dai giovani, facendoli giocare e dandogli fiducia. Il nostro ciclo è ormai finito, mi sembra chiaro. Ma come pretendiamo di iniziarne uno nuovo se non facciamo giocare i giovani?

PAGELLE:

JULIO CESAR 5:
mi spiace, ma Julione continua a non prenderne più neanche una per sbaglio. La difesa è allo sbaraglio, lo so. Ma ogni tanto almeno una parata, anche di culo, dovrebbe farla.

ZANETTI 6:
terzino può dare ancora tanto perchè difensivamente è sempre una roccia e non deve avere il compito di impostare il gioco, cosa che non rientra minimamente nelle sue caratteristiche.

LUCIO 5:
la tremenda caduta del primo tempo è in gran parte colpa del centrale brasiliano, che con le sue orrende scorribande continua a lasciare la difesa scoperta e a sbilanciare la squadra.

SAMUEL 5,5:
nonostante il suo livello resti sempre sulla sufficienza in ogni partita, stasera, soprattutto nel primo tempo, soffre inesorabilmente l'indisciplina tattico di Lucio e non riesce a tamponarla.

NAGATOMO 6:
il giapponese ce la mette sempre tutta, correndo a tutto campo e dando il massimo del suo contributo. Sufficienza meritatissima.

FARAONI 6:
nel primo tempo è stato uno dei pochissimi a correre e pressare e, giustamente, viene sostituito da Ranieri.

PALOMBO 4:
la società è ancora convinta che si possa sostituire Thiago Motta con Palombo? Sbaglia di tutto.

CAMBIASSO 4:
l'urlo di liberazione dello stadio alla sua (prima credo) sostituzione la dice tutta sulla sua ennesima opaca prestazione.

FORLAN 7:
il migliore in campo dell'Inter, viene schierato ala sinistra prima nel 4-4-2, poi nel 4-2-3-1 ed è sempre il più propositivo dei nerazzurri. Si assume le sue responsabilità e si prende i suoi rischi, anche a costo di fare figuracce. Alla fine però con un gol e un assist rimette in carreggiata l'Inter.

MILITO 6:
partita di grande sacrificio del Principe che prima deve fare lavoro doppio vista l'assenza ingiustificata di Pazzini, poi deve sacrificarsi indegnamente nel ruolo di ala destra assegnatogli da quel pazzoide di Ranieri. Il gol del pareggio è poi una vera perla.

PAZZINI 3:
ma cosa aspetta Ranieri a mandarlo in tribuna per qualche settimana? E' letteralmente imbarazzante, non si fa mai vedere, non indovina un movimento e quando, per puro culo, ci capita l'occasione buona la sciupa clamorosamente come spesso è accaduto nelle ultime uscite.

SNEIJDER 5:
entra ma non da alcun contributo significativo alla squadra. Ancora alla ricerca di se stesso.

POLI OBI 6,5:
il loro ingresso ha dato nuova linfa al centrocampo nerazzurro che è passato dalla staticità di Palombo e Cambiasso, alla loro grinta, corsa e determinazione.

RANIERI 4:
il voto al mister è estremamente generoso ed è dovuto solo al fatto di aver avuto finalmente il coraggio di far uscire qualche senatore per far posto ai giovani. Tatticamente resta ancora un mistero e la grinta e la rabbia con cui segue la partita fa venire la pelle d'oca.

3 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione, sia sui voti che sul pensiero, da tempo invocavo e invoco i giovani, via questi cadaveri.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  2. Incredibile, Ha panchinato Cambiasso!!!
    Poli e Obi dal primo minuto avrebbero dato un'impronta diversa al match.
    Ci accontentiamo del pareggio. Sempre meglio di niente. No?

    www.calciorum.blogspot.com

    RispondiElimina
  3. A me viene il vomito a pensare all'operato di questa squadra nelle ultime 7-8 partite. Siamo qui a parlare di salvezza... Tristezza.

    Ciao Vincenzo. :)

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore