domenica 29 gennaio 2012

Follia Ranieri!

Clamorosamente l'Inter cade a Lecce perdendo nuovamente terreno rispetto alle prime della classe e confermando quello che ormai, a poche ore dalla chiusura di un deprimente mercato, sarà l'andamento dei nerazzurro da qui alla fine del campionato. La sconfitta di oggi ha due protagonisti. Il primo è il portiere del Lecce che oggi ha fatto la partita della vita, salvando la sua porta in diverse occasioni. Senza di lui i giallorossi avrebbero inesorabilmente perso. Il secondo è il tecnico nerazzurro Ranieri, che con una mossa fuori da ogni logica ha rivoluzionato un'Inter che stava giocando bene, riportandola a quel gioco difensivista, monotono e noioso visto nelle ultime gare. Nel primo tempo, nonostante il vantaggio inatteso del Lecce, la squadra nerazzurra ha mostrato un bel calcio, andando diverse volte vicino al gol. Il migliore in campo nei primi quarantacinque minuti è stato senza dubbio Wesley Sneijder, faro del gioco interista e vero punto di riferimento della squadra. Nella ripresa, ecco la mossa da pazzo furioso di Claudio Ranieri, che toglie proprio l'olandese per Alvarez tornando al classico 4-4-2. La squadra ha smesso di giocare bene, cercando di ottenere il pareggio solo sfruttando i calci piazzati o azioni fortunose con palla lunga agli attaccanti. I miracoli di Benussi e i gol annullati (correttamente) dall'arbitro hanno fatto il resto. L'Inter va via da Lecce con una sconfitta per 1-0 che pesa come un macigno, perchè le altre hanno vinto tutte e ora ci ritroviamo nuovamente al quinto posto nella situazione pre-derby. Abbiamo rovinato tutto nella partita che proprio non dovevamo sbagliare, contro una delle ultime della classe. Quel folle di Ranieri faccia mea culpa, riposi la mente e capisce che l'Inter ha i giocatori adatti a giocare col rombo e non col quell'obrobrioso 4-4-2 visto nelle ultime uscite. Il mercato sta chiudendo, operazioni in entrata zero, risultati sul campo scadenti. Ma i dirigenti vedono le partite dell'Inter?

PAGELLE:

JULIO CESAR 6,5:
senza colpe sul gol vittoria del Lecce, si fa trovare pronto quando i giallorossi si affacciano in attacco.

MAICON 5:
non incide come dovrebbe, è in netto calo rispetto alle prime gare della gestione Ranieri.

LUCIO 5:
i tanti palloni persi andando alla sprovvista palla al piede sono inconcepibili. Sul gol leccese ha molte colpe.

SAMUEL 7:
Il migliore dell'Inter, difende benissimo e senza uno strepitoso Benussi avrebbe anche timbrato il tabellino dei marcatori.

NAGATOMO 6:
tatticamente diligente come al solito, disputa una discreta partita.

ZANETTI 5:
inizia a patire un pò di stanchezza e nelle ultime gare è stato decisamente insufficiente.

CAMBIASSO 5:
anche lui è stato poco lucido, con pochi palloni recuperati e poche geometrie date alla squadra.

OBI 5,5:
da corsa e vivacità sull'esterno, ma nel momento decisivo risulta fumoso.

SNEIJDER 6,5:
ottimi quarantacinque minuti per l'olandese che si dimostra pedina fondamentale nello scacchiere nerazzurro. Peccato che Ranieri non l'abbia ancora capito.

MILITO 5,5:
servito malissimo dai compagni, cerca comunque i movimenti, gli scatti e i duetti per smuovere la difesa leccese.

PAZZINI 5:
lo dico e lo ripeto da mesi, senza cross dagli esterni è assolutamente inutile. Anche oggi è spesso estraneo al gioco nerazzurro. Sfortunato nel trovato un insuperabile Benassi nelle due uniche giocate della sua partita.

ALVAREZ 5:
entra e non da neanche la metà di quello che aveva dato Sneijder nel primo tempo.

ZARATE 5:
schierato sull'esterno sinistro, entra ma risulta scontato e ininfluente. Oggetto misterioro.

RANIERI 2:
la sua scelta sconsiderata di togliere Sneijder per passare al monotono e scolastico 4-4-2 non ha giustificazione ed è stata la causa principale della sconfitta nerazzurra.

2 commenti:

  1. www.pianetasamp.blogspot.com

    Secondo me se l'ha tolto è perchè ancora non è al meglio, non dimenticare che è appena rientrato da un infortunio...non ci voleva questa sconfitta, ora per lo scudetto è tutto tremendamente più complicato...ciao!

    RispondiElimina
  2. Del resto se Ranieri è IL perdente di successo può significare che è pure INCOMPETENTE. Uno che non ha mai vinto, con qualsiasi squadra e in qualsiasi campionato, da più di vent'anni a questa parte sia che la sua squadra fosse il Napoli, il Valencia, il Chelsea, la Roma o la Juventus, per citarne solo alcune.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore