mercoledì 14 dicembre 2011

Nel segno di Yuto

Ancora Inter, ancora Nagatomo. I nerazzurri conquistano un'altra vittoria nel recupero contro il Genoa arrivando a meno dieci punti dalla vetta. Non è stata una partita facile perchè giocata contro una squadra che difendeva in dieci nella propria metà campo lasciando il solo Zè Eduardo davanti, stretto nella morsa di Lucio e Samuel, ancora una volta insuperabili. Ranieri ha schierato il solito 4-4-2 delle ultime uscite con una novità inattesa che mi ha lasciato non poco perplesso. Poli, al debutto, messo ala sinistra. In partita si è visto chiaramente che Poli non è un esterno tanto che non è mai andato sul fondo a fare cross ma si accentrava sempre andando a giocare da trequartista e questo compito lo ha fatto egregiamente. Il problema è che due attaccanti come Milito e soprattutto Pazzini hanno bisogno di cross dall'esterno e se gioca con un terzino e un centrocampista centrale è davvero difficile mettere gli attaccanti nelle condizioni di segnare. In tutto ciò la partita è stata anche falsata nel primo tempo quando l'arbitro Banti (altro incapace di categoria) ha incredibilmente sorvolato su un netto fallo da ultimo uomo di Gronquist. La partita sarebbe stata completamente diversa con il Genoa in dieci uomini dopo soli 35 minuti di gioco. Se il difensore avrebbe vestito la nostra maglia sarebbe andata sicuramente diversamente con noi a leccarci le ferite per l'ennesimo torto arbitrale subito in stagione. Nonostante questo ho sentito i rossoblù (tra cui Preziosi e Malesani) lamentarsi dell'arbitraggio. Ma che partita hanno visto? Ormai non esiste più onestà intellettuale, c'è poco da fare. I Genoani si sono lamentati per il gol annullato a Gronquist che, non solo doveva essere espulso precedentemente, ma in occasione del gol era in netto fuorigioco. Quindi davvero non mi spiego le lamentele dei genoani. Patetici. La partita, comunque, si è sbloccata nella ripresa con l'ingresso di Alvarez al posto di Faraoni. Dopo un inizio difficile, l'argentino è entrato in partita e ha servito una palla d'oro a Nagatomo che con una grande inserimento ha battuto Frey, che è stato a fine gara il migliore del Genoa. Senza di lui infatti la vittoria sarebbe stata ancora più ampia, senza i miracoli sui vari Milito e Pazzini. Da ricordare ancora un bellissimo e sfortunato palo colpito da Alvarez. Nel finale il Genoa ha buttato ripetutamente palla in avanti alla ricerca del rimpallo fortunoso che li rimettesse in carreggiata e il giochetto gli è riuscito una sola volta, ma Veloso ha trovato davanti a se un portiere che si chiama Julio Cesar. 0-1 e tutti a casa, l'Inter conquista un'altra vittoria e risale in classifica. Continuiamo così senza aspettative, ma già si è visto che con gente come Maicon e Forlan e in attesa di Sneijder si potrà vedere tutta un'altra Inter, la vera Inter.

PAGELLE:

JULIO CESAR 6,5:
la parata strepitosa su Veloso nel finale di partita è stata una perla di assoluta bellezza che ha salvato la partita.

ZANETTI 6:
partita nella norma del capitano che ha spinto pochissimo ma ha controllato bene la sua fascia di competenza.

LUCIO 6,5:
con Samuel forma un duo difensivo consolidato e per gli attaccanti avversari è davvero difficile passare.

SAMUEL 6,5:
vedi Lucio.

NAGATOMO 7:
migliore in campo per il gol partita dove ha mostrato una grande dote di tempismo e di inserimento. Secondo gol consecutivo, in ripresa.

FARAONI 5,5:
non ha combinato disastri, ma non è entrato in partita.

THIAGO MOTTA 6:
non elegante e incisivo come altre volte, ma fa girare bene la palla e difficilmente la perde.

CAMBIASSO 6:
grande corsa e pressing del Chuchu che lascia il sudore sul campo.

POLI 6:
ha giocato in una posizione assolutamente non adatta alle sue caratteristiche ma a mio avviso se l'è cavata egregiamente mostrando le qualità giuste per giocarsela con gli altri centrocampisti della rosa.

MILITO 5:
sono diverse partite in cui stento a ricordare un tiro in porta di Milito degno di nota. Va bene la corsa, gli inserimenti, le botte. Ma gli attaccanti devono metterla dentro e lui pare non sappia più come si fa.

PAZZINI 6:
meglio rispetto a Milito, ha lottato con più efficacia facendosi trovare pronto in zona gol. Peccato abbia trovato un insuperabile Frey.

ALVAREZ 6,5:
dopo un inizio impacciato, è salito in cattedra confezionando l'assist vincente per Nagatomo e colpendo un palo con un gran sinistro dalla distanza.

OBI 6:
entra per dare corsa e dinamismo alla fascia sinistra e si comporta bene.

FORLAN 6:
in pochi minuti ha dimostrato quanto può darci. Ben tornato Diego!

RANIERI 6:
la sufficienza la merita per la vittoria, anche se le scelte tattiche lasciano ancora a desiderare. Poli esterno sinistro dopo mesi di assenza mi ha lasciato non poco perplesso. Fortunatamente è andata bene.

2 commenti:

  1. Sono un po' perplesso della sufficienza di Pazzini: se ogni volta per fare un gol ne deve sbagliare almeno tre clamorosi...potrebbe non essere da Inter.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  2. Siamo in netta crescita. Speriamo di continuare così e di recuperare i big al più presto.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore