domenica 30 ottobre 2011

Benino ma non basta!

Ormai lo spartito è sempre lo stesso, subiamo tanti gol e ne segniamo davvero pochi. Questo è il succo anche della partita di ieri sera dove abbiamo giocato una buonissima partita cercando ripetutamente il gol senza trovarlo, mentre gli avversari con poche azioni hanno vinto la partita. Inter - Juventus è stata questa. I bianconeri hanno mostrato più cinismo sotto porta, noi siamo stati meno lucidi in questo aspetto. Ma alla fine il pareggio sarebbe stato più giusto come risultato, visto che alla fine la partita l'ha condotta la squadra di Ranieri con la Juventus chiusa nella sua metà campo e cercare di colpire in contropiede. E quando riesci a beccare la porta prendi la traversa, come in occasione del tiro di Pazzini. Questo è il calcio, è un periodaccio dove tutto gira storto. Speriamo che la ruota della fortuna prima o poi torni a girare dalla nostra parte. Il migliore dei nerazzurri è stato Maicon che oltre al bellissimo gol del pareggio ha corso sulla destra senza sosta risultando sempre il più pericoloso dell'Inter. I peggiori sono stati invece i centrali di difesa, Lucio e Chivu, che in coppia hanno preso delle imbarcate paurose. I problemi sono tutti qui, una difesa colabrodo e un attacco sterile. A centrocampo abbiamo avuto anche più dinamicità grazie al giovane Obi che, a mio modesto parere, dovrebbe essere titolare di questo centrocampo dato che è indispensabile per la sua dinamicità e la sua corsa. Ma alla fine la palla non è voluta entrare. Ieri l'Inter ha giocato la sua partita ma non ha fatto abbastanza per vincerla. Questo è quanto. Guardiamo alla prossima partita di Champions sperando di tornare a vincere al più presto, perchè di questo passo possiamo dire addio ai nostri sogni di gloria per un'altra stagione.

PAGELLE:

CASTELLAZZI 6:
nei due gol subiti non ha colpe, tanto più che nel vantaggio bianconero aveva già fatto un miracolo su Matri. Nel finale di partita salva l'Inter tenendola a galla fino alla fine.

MAICON 7:
il migliore dei nerazzurri, corre a perdifiato sulla fascia, crea numerosi pericoli e trova un gol bellissimo per il momentaneo pareggio. Questo Maicon è un valore aggiunto inestimabile per noi.

LUCIO 5:
lui e Chivu sono stati disastrosi ieri sera, mai in linea, sempre scoperti e colpevoli di lasciare troppi spazi agli attaccanti juventini che ne approfittano vincendo la partita.

CHIVU 5:
vedi Lucio.

NAGATOMO 5,5:
sul giapponese ci sarebbe tanto da dire ma per farla breve a parte la corsa e la vivacità non c'è nient'altro. Non può fare il titolare nell'Inter.

CAMBIASSO 6,5:
tornato a giocare davanti la difesa, ha mostrato tutte le sue qualità di grande interditore recuperando tantissimi palloni per la sua squadra.

ZANETTI 6,5:
come al solito nonostante l'età, la prestazione di Zanetti continua a essere meritevole di lode. Corre, lotta e recupera per tutti i novanta minuti.

OBI 6:
il suo dinamismo è ossigeno pure per il nostro rombo di centrocampo, sul centro sinistra da velocità e corsa. Al momento è indispensabile.

SNEIJDER 5,5:
in tutta la gara l'unica giocata degna di nota è stata quella che ha messo Maicon nelle condizioni di battere a rete. Per il resto, causa anche la condizione tutt'altro che ottimale, non incide.

PAZZINI 5,5:
isolato e mal servito, ha diverse palle buone che puntualmente tira addosso agli avversari fino a trovare per una volta la porta ma la traversa gli nega il gol.

ZARATE 5,5:
solo quarantacinque minuti in campo per Zarate che non brilla particolarmente ma con la sua fantasia poteva dare qualcosa in più all'attacco sopperendo allo Sneijder a mezzo servizio.

CASTAIGNOS 5:
entra a sorpresa al posto di Zarate nel secondo tempo, ma risulta timido, impacciato e non pronto per una sfida del genere.

STANKOVIC S.V.

ALVAREZ S.V.

RANIERI 5:
altra sconfitta per la sua Inter che vede allontanarsi ancora di più la parte alta della classifica. La difesa è un colabrodo e l'attacco è sterile. I cambi poi sono sempre più imcomprensibili. Togliere Zarate per mettere Castaignos è senza senso. In svantaggio, non si deve pensare a coprirsi, ma ad attaccare.

8 commenti:

  1. Il fatto che abbiamo giocato una buona partita ma siamo usciti sconfitti dovrebbe suonare come un campanello d'allarme.
    Il problema è che siamo al capolinea. Dobbiamo tirare avanti questa stagione il più tranquillo possibile (evitiamo pericolose lotte salvezza) e poi a giugno rifondare.

    RispondiElimina
  2. Non dobbiamo guardare la classifica. Ci sono ancora 87 punti da conquistare. Nulla è perduto! Non demordo! #Amala #Inter. #LOL

    RispondiElimina
  3. La festa è finita...a differenza tua ho visto bene Pazzini (troppo solo), Sneijder (ogni tocco è luce) e male Stankovic, Cambiasso e Zanetti, li ho sempre difesi e adorati, quest'anno per ora sono decisamente sotto tono.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  4. E ora si è fatto di nuovo male Maicon, stiramento di secondo grado al bicipite femorale.

    Andiamo di male in peggio...

    RispondiElimina
  5. Buona partita? Ma avete visto Inter-Juve ragazzi? Dai,non scherziamo..secondi tempi come quelli di ieri sono agghiaccianti, la Juventus ha strameritato di vincere..

    RispondiElimina
  6. "dove abbiamo giocato una buonissima partita" Vincè, mica che stavi vedendo la manita del Barca pensando fosse l'Inter? Bisogna iniziare ad osservare ed accettare il fatto che facciamo c****e su TUTTI i fronti del gioco.

    RispondiElimina
  7. In difesa facciamo cagare, è vero.

    Ma per il resto io ho visto una buona Inter, solo poco cinica sotto porta.

    RispondiElimina
  8. www.pianetasamp.blogspot.com

    Sono d'accordo con Antonio, l'analisi della partita fatta dal buon Vincenzo è abbastanza bizzarra:-)...comunque il campionato è ancora lungo, se l'Inter ritroverà una buona condizione fisica a livello generale un campionato di vertice è ancora possibile...ciao!

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore