domenica 18 settembre 2011

0-0 con progresso e Zanetti raggiunge Bergomi!

Inter - Roma, partita che negli ultimi anni ci ha sempre regalato tanti gol e tante emozioni, ieri sera è terminata con il risultato di 0-0. Si affrontavano due squadre in piena crisi che cercavano il riscatto e in campo si è avvertito subito la tensione e la paura di sbagliare da entrambi le parti. Gasperini è tornato alla difesa a tre proponendo però un centrocampo a cinque con Zanetti Cambiasso e Sneijder centrali. Nel primo tempo, l'Inter ha giocato prevalentemente di rimessa lasciando il possesso palla ai giallorossi e ripartendo velocemente in verticale cercando di arrivare subito nell'area avversaria. A mio avviso, nei primi 45 minuti si è vista una buona Inter. Il filtro a centrocampo è migliorato sia con l'aggiunta di un uomo (Sneijder più arretrato), sia grazie all'inserimento di Zanetti affianco a Cambiasso. La difesa si è mossa decisamente meglio, più ordinata e più "reparto" rispetto alle precedenti partite, ma come sappiamo molto dipende dal filtro fatto a centrocampo che ieri c'è stato, nelle precedenti partite no. Sulle fasce il migliore in assoluto è stato Nagatomo, veramente infermabile sulla destra mentre Obi è risultato più determinato nella fase di contenimento che non in quella di attacco. I due attaccanti, invece, Milito e Forlan non hanno ancora trovato la giusta intesa e, infatti, ci sono mancati propri i movimenti giusti degli attaccanti per poter andare a rete. Nella ripresa, siamo andati molto peggio nei primi minuti dove la Roma aveva il pallino del gioco e noi sbagliavamo tutti i passaggi, anche i più elementari. L'ingresso di Zarate per Milito ha ridato vivacità all'Inter e l'argentino si è messo in mostra da qui alla fine con diverse azioni personali che hanno messo in crisi la retroguardia giallorossa. Il finale è stato tutto a tinte nerazzurre con un paio di occasioni da rete clamorose, dove ancora una volta la fortuna non ha girato dalla nostra parte. Un pareggio che, visti tutti i novanta minuti, mi sembra essere un risultato giusto, anche se forse noi abbiamo creato più occasioni nitide e possiamo anche recriminare per un rigore non concesso per fallo di Burdisso su Sneijder. Comunque l'Inter ha fatto passi avanti, la squadra è stata più compatta, Sneijder più arretrato ha dato qualità alla mediana e sugli esterni abbiamo fatto bene con Nagatomo e, nella ripresa, Jonathan. C'è da migliorare ancora nei movimenti offensivi, dove ancora bisogna affinare l'intesa tra gli attaccanti, ma i vari Forlan e Zarate possono essere sicuramente più pericolosi giocando da attaccanti veri e non da esterno. Questo sembra averlo capito anche Gasperini che, a quanto pare, proseguirà anche nelle prossime partite con il 3-5-2 visto stasera. Speriamo che la prossima partita porterà la prima vittoria dell'Inter di Gasp.

Una menzione finale va al nostra grande Capitano Javier Zanetti, che ieri sera ha raggiunto lo Zio Bergomi a quota 756 presenze in maglia nerazzurra. Ancora una sola partita è diventarà ancora di più leggenda. Peccato non aver festeggiato con una vittoria. Complimenti Pupi!!!

PAGELLE:

JULIO CESAR 6,5:
ieri sera finalmente Julio Cesar ha fatto una partita da Julio Cesar. In tutte le occasioni nitide dei giallorossi lui si è sempre fatto trovare pronto respingendo gli attacchi avversari con ottime parate.

LUCIO 5:
il peggiore della difesa perchè porta troppo palla senza riuscire poi a fare una giocata utile alla squadra ma, anzi, spesso perde palla concedendo agli avversari pericolosi contropiedi.

SAMUEL 6:
in marcatura su Totti riesce a limitarlo tanto che il capitano giallorosso risulta quasi non essere proprio sceso in campo se non per delle punizioni innocue tirate dalla distanza.

RANOCCHIA 5,5:
nell'uno contro uno è un portento, difficilmente si fa superare. Ma, soprattutto nella ripresa, ha commesso diversi errori di impostazioni che potevano anche costarci la partita.

NAGATOMO 7:
nel primo tempo è stato sicuramente il migliore del match, con tanta corsa e tantissima pericolosità messa sulla fascia destra. Dai suoi piedi sono partite le palle più pericolose per l'Inter ed è riuscito anche ad andare vicinissimo al gol dal limite dell'area. Nella ripresa, spostato a sinistra, si è visto meno anche se nel finale è tornato a correre fin sul fondo creando nuovi pericoli per la Roma.

ZANETTI 6,5:
756 presenze con il nerazzurro addosso. Questa straordinario risultato statistico è stato festeggiato non con una vittoria, ma con la solita buona prestazione del Capitano.

CAMBIASSO 6:
prestazione abbastanza positiva anche per il Chuchu che è riuscito, affiancato da Zanetti, a fare maggiore filtro a centrocampo. Peccato per i tanti falli spesi che hanno fornito alla Roma diverse punizioni pericolose.

SNEIJDER 6,5:
dove lo metti lo metti gioca sempre a alti livelli. Ieri, terzo centrale nel 3-5-2, si è comportato bene dando non solo qualità al gioco e alle ripartenze nerazzurre, ma anche quantità andando a contrastare e inseguire gli avversari.

OBI 5,5:
non è propositivo come Nagatomo, ma in fase di copertura è sempre al suo posto pronto a contrastare ogni avversari che passi a pochi metri da lui. Nella ripresa cala spaventosamente fino ad essere sostituito con Jonathan.

FORLAN 5:
gioca più basso di Milito per fare da collante tra attacco e centrocampo, fa buoni movimenti ma non riesce a essere incisivo nè dalla distanza nè sotto porta. Il vero Forlan dobbiamo ancora vederlo.

MILITO 5,5:
piano piano sta tornato a fare il suo gioco, crea spazi per i compagni, li lancia negli spazi e si crea anche qualche occasione da solo. Peccato che anche oggi si sia divorato un gol clamoroso di testa.

ZARATE 6,5:
l'ingresso di Zarate ha dato grande vivacità e ha restituito fiducia alla squadra che stava subendo fin troppo il possesso palla giallorosso. Con le sue serpentine è andato due volte vicino al gol e ha creato diversi grattacapi alla retroguardia giallorossa. Bene così.

JONATHAN 6:
meglio rispetto a Obi, riesce a spingere sulla fascia senza mai farsi trovare scoperto in fase difensiva.

MUNTARI 5:
speravo di non doverlo più rivedere in campo con la casacca nerazzurra e invece ieri sera quando ho visto il cambio Muntari-Forlan mi sono messo le mani nei capelli. Pochi palloni toccati, tutti sbagliati.

GASPERINI 5,5:
neanche stavolta il Gasp riesce a raggiungere la sufficienza in pagella, ma la squadra ha dimostrato notevoli progressi. Il 3-5-2 sembra dare più compattezza, e la scelta di giocare in contropiede ha pagato per larghi tratti di gara. Nei cambi c'ha visto bene con Zarate e Jonathan, mentre l'inserimento di Muntari per Forlan è stato inguardabile. Certo, stavamo soffrendo e c'era bisogno di maggiore corsa a centrocampo, ma io avrei provato a mettere dentro Pazzini. Ora vogliamo una vittoria.

7 commenti:

  1. A me Nagatomo non é piaciuto x niente.è vero che ha corso come un dannato sulla fascia ma mai e poi mai é riuscito a saltare Taddei che é tutto tranne un buon giocatore...figuriamoci difensore !

    RispondiElimina
  2. In realtà che io ricordi Nagatomo l'ha saltato almeno tre volte e tutte e tre le volte abbiamo creato una chiara occasione da rete...

    RispondiElimina
  3. Che nessuno venga più a dirmi di dare fiducia a Gaspaperino e di lasciarlo lavorare tranquillo. Va preso per le orecchie e portato fuori dai cancelli della Pinetina.
    Il genio del calcio è riuscito ancora a stupirci con i suoi cambi e strategie: in casa, sullo 0-0, sostituisce anche il secondo attaccante e mette dentro un centrocampista per tenere il risultato... No comment! Inutile discutere e dire altro. Amareggiato e sfiduciato.

    Ciao. :)

    LeNny.

    RispondiElimina
  4. Evidentemente ho un concetto diverso di "buona Inter"..lasciare per un'ora il pallino del gioco ad una Roma che non la butta dentro manco per sbaglio non è una strategia, è mancanza di idee e di gioco a mio parere.

    Non sono del partito "esonerate Gasperini oggi stesso", ma il cambio Forlan-Muntari, Pazzini in panca, Alvarez in tribuna e il non gioco visto ieri sono cose da mettere in conto. Vediamo come andrà a Novara, ma qui o si migliora sensibilmente o della semplice "solidità difensiva" non ce ne facciamo proprio nulla.

    Speriamo bene, un saluto Vincenzo!

    P.S.: cambieresti l'url del mio blog? Grazie ;)

    RispondiElimina
  5. Antonio fatto!

    Comunque è ovvio che già da Novara ci aspettiamo un ulteriore miglioramento, magari condito da una benedetta vittoria!

    RispondiElimina
  6. Forse sei stato un po' generoso, ma va bene così...per ora.
    Adesso abbiamo due trasferte da 6 punti senza storia, vediamo.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  7. Con Milito sei stato buono! Non era cosa sua giocare in attacco con Forlan. Pazzini o Zarate dall'inizio avrebbe fatto di più.

    http://mondobiancoceleste.blogspot.com

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore