martedì 23 agosto 2011

Altro disastro, venduto Eto'o!

Il dopo Mourinho per la società nerazzurra è stato un disastro continuo. Da quella sera del 22 Maggio in cui siamo diventati leggenda, Moratti e soci hanno totalmente perso la bussola incappando in una serie di errori clamorosi di cui abbiamo e stiamo ancora pagando le conseguenze. Prima la decisione di affidarsi a Benitez senza dargli il sostegno necessario, con un mercato pietoso che ha visto Balotelli regalato al Manchester City e sostituito da gente come Biabiany. A gennaio col titolo di Campioni del mondo in tasca è stato cacciato Benitez ed è stata presa una persona elegante, ottimo dirigente, pessimo allenatore, Leonardo. Con un non-allenatore invece è stato fatto un dignitoso mercato di riparazione ma quando ormai il distacco dal Milan era esorbitante (al di là della strepitosa rimonta appena sfiorata dai nostri campioni). A fine stagione con una Coppa Italia in più in bacheca se ne è andato Leonardo e la squadra è stata affidata a Gasperini, un allenatore che fa del 3-4-3 il suo credo calcistico e da questo non ha alcuna voglia di distaccarsi così che gente come Sneijder non è facilitato nel trovare la giusta posizione in campo. Ma l'ultima immensa cagata della società è stata appena fatta: la cessione di Samuel Eto'o, miglior giocatore in assoluto della scorsa stagione nerazzurra, per quattro soldi alla squadra russa dell'Anzhi. Le cifre ufficiali ancora non si sanno ma c'è chi parla di 20 milioni, chi di 25, chi di 27. Ma la sostanza non cambia. In un mercato che ha visto Pastore pagato 42 milioni, Falcao 47 milioni, Aguero 45 milioni, Sanchez 30 milioni, i soldi incassati per Eto'o sono una vera e propria miseria, nonchè una grande presa per il culo che dimostra ancora una volta la totale incompetenza di Branca nella gestione del mercato in uscita. Personalmente, non do alcuna colpa ad Eto'o che, anzi, ha fatto bene ad accettare quello stipendio stramiliardario dopo aver vinto di tutto e di più in carriera. La colpa è tutta della società che non solo si è seduta a tavolino coi russi a trattare Eto'o, ma poi si è calata anche le braghe facendoli uccellare senza dignità da quei ricconi dell'Anzhi. E così Eto'o ha lasciato il nerazzurro, l'Inter si è indebolita in modo smisurato e il mercato in entrata è tutt'oggi un'enigma senza soluzione. Spero che la società cerchi di rimpiazzare Eto'o nel miglior modo possibile. Ma sinceramente sostituto all'altezza del camerunense non ne vedo in giro. Pazienza, restiamo a guardare basiti l'ennesima boiata post Mourinho della nostra società e salutiamo (almeno io lo faccio) con grande affetto il Re Leone, che in questi due anni ci ha dimostrato tutta la sua grandezza, non solo come calciatore ma anche come uomo. Difficilmente rivedremo un giocatore con la sua velocità e la sua tecnica, l'implacabile freddezza sotto porta, l'encomiabile spirito di sacrificio con cui lo vedevamo tornare in difesa a recuperare palla per i compagni. Un campionissimo a 360° che rimpiangeremo per molto tempo.

9 commenti:

  1. D'accordissimo; però il widget "I love Inter" sulla destra disturba abbastanza la lettura del post.

    RispondiElimina
  2. Sono state svelate le cifre dell'affare.

    15 milioni subito e altri 6 tra due mesi.

    Abbiamo venduto Eto'o per 21 milioni... Complimenti....

    PS: fcoraz che browser utilizzi? A me il widget non da alcun problema di visualizzazione. Nel caso lo tolgo, non è importante averlo XD

    RispondiElimina
  3. E ora sotto ...
    15 milioni per Palacio e l'Europa League non ce la toglie nessuno.
    Io ho disdetto l'abbonamento a Sky.

    RispondiElimina
  4. La situazione è abbastanza tragica Simone, credo che al momento l'unico giocatore che potrebbe sostituire Eto'o è Tevez, ma non possiamo certo prenderlo con la miseria che ci siamo fatti dare per Eto'o.

    RispondiElimina
  5. Domenica si comincia e sapremo...

    È bello ritrovare anche qui Fcoraz, grande nerazzurro. :)

    Ciao gente. :D

    LeNny.

    RispondiElimina
  6. Dimenticavo... Effettivamente il widget disturba la lettura da iPhone.
    Ragazzi abilitate la versione mobile sui vostri Blog.
    Per attivare la versione mobile accedi a Blogger in Draft:

    http://draft.blogger.com/home

    Poi clicchi su "Modello" dal menu a tendina in alto ed attivi la versione mobile/cellulare. Easy. :)

    Risultato: http://universointer.blogspot.com/?m=1

    Ciao. :)

    RispondiElimina
  7. Widget eliminato :)

    PS: grazie Lenny per il suggerimento, ho abilitato la versione mobile del blog. :)

    RispondiElimina
  8. "Mi sembrano giusti e doverosi alcuni ringraziamenti a persone che mi hanno dato molto in questi due anni fantastici che ho trascorso nell'Inter. Vorrei, innanzitutto, rivolgere un sentito ringraziamento ed il mio saluto più cordiale al Presidente, Dott. Massimo Moratti, ed alla sua famiglia per tutto quanto ha fatto e per la disponibilità dimostrata nei miei confronti e dei miei cari. Rimarrò sempre legato al Dott. Moratti per la stima e l'affetto che mi ha dimostrato in questi splendidi anni. Per poi passare a tutti i compagni di squadra, consapevole che - senza il loro incoraggiamento ed aiuto in campo - l'Inter non sarebbe riuscita ad ottenere numerose ed importanti vittorie sia a livello nazionale che internazionale. Un particolarissimo saluto - anche - a tutti i calciatori italiani e stranieri che mi hanno permesso di essere migliore di partita in partita.
    Un sentito ringraziamento anche agli allenatori dell'Inter di questi anni e, soprattutto, a Mister José Mourinho che mi ha voluto fortemente, per l'opportunità che mi ha dato portandomi a Milano.
    Un caro saluto anche a Marco Branca, Direttore dell'Area Tecnica, al Direttore Sportivo, Piero Ausilio, al Team Manager, Andrea Butti, e a tutto il personale di F.C. Internazionale e del centro sportivo "Angelo Moratti" di Appiano Gentile: medici e fisioterapisti, accompagnatori, cuochi e camerieri, magazzinieri e giardinieri e a tutti le persone di Inter Channel.
    Non dimenticherò mai l'affetto dei tifosi interisti (Mauro il più grande di tutti) che mi hanno fatto sentire uno di loro e che mi hanno sempre sostenuto ed aiutato. Così come a tutti i giornalisti che ho avuto il piacere di conoscere.
    Sento, altresì, il dovere di ringraziare la mia 'mama italiana' - Ciacia Guzzetti - per il suo aiuto ed il mio Super Manager - Claudio Vigorelli - per l'impegno e la professionalità che ha dimostrato.
    Grazie ad un interista doc mi sono sentito 'italiano': Marco Materazzi. Grazie fratellone mio.
    Sperando di non aver dimenticato nessuno, ancora grazie a Voi tutti!"
    Samuel Eto'o
    -----------------

    Grazie a te Samuel!!!

    RispondiElimina
  9. Non condivido tantissime cose del post, così come a mio parere le cifre riportate sono sbagliate: a me risultano 27 milioni, non possono essersi rincoglioniti fino a svalutarlo in quel modo.

    Quello che sfugge è una cosa molto semplice: al di là del costo del cartellino, avete idea di quanto costasse Eto'o all'Inter? 11 milioni l'anno, che con le tasse diventano 22, che per tre anni di contratto diventano 66. Un'enormità, e siccome (altra cosa che non considerate forse) non ci sono soldi da spendere, un colpo da 90 e passa milioni è ossigeno per il bilancio.

    Io vedo partire Samuel a malincuore, perchè attaccanti così non ne vedremo per molto tempo mi sa, e la rosa certamente perde un elemento che faceva la differenza.

    Il Milan è poca roba, ma in Europa non c'è storia: pertanto, proviamo a rivincere lo scudetto, e sono sicuro che con gli arrivi di Forlan, Kucka, e si spera di un altro elemento di livello, ce la giocheremo.

    I tempi d'oro sono finiti, non c'è più il Moratti che spende 90 miliardi di vecchie lire per Vieri, anche perchè non c'è più quella disponibilità. Non ci resta che tifare, come sempre.

    Un saluto..

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore