mercoledì 11 maggio 2011

E' finale!

La nostra Inter vola in finale di Coppa Italia con una grande prestazione contro la Roma. Squadra compatta e sempre in controllo del possesso palla e del gioco che ha rischiato qualcosa solo nei minuti finali dopo che sul risultato di 1-1 la Roma ha sperato nel gol qualificazione. Per l'Inter in gol Samuel Eto'o, migliore in campo per la grande disponibilità messa in campo nel fare a volte come l'anno scorso anche il terzino, restando sempre un punto di riferimento fermo per le offensive nerazzurre. Nonostante due netti rigori non dati a nostro favore, siamo riusciti comunque a passare il turno con la giusta calma mentre la Roma, come al solito, alla prima occasione ha perso le staffe con il solito Burdisso che ha scatenuto per nulla un putiferio beccandosi i conseguenti insulti di tutto lo stadio. Questa finale è non solo un grande risultato che ci da la possibilità di chiudere molto bene una stagione sfortunatissima, ma è soprattutto un doveroso regalo al nostro Capitano Zanetti che oggi ha giocato la millesima gara da professionista. Un traguardo leggendario per un giocatore senza età che ha giocato un'altra gara di grande livello. Per chiudere, vorrei sottolineare due episodi che fanno ben capire quale sia la differenza di stile tra INTER e milan. Durante i festeggiamenti per lo scudetto i milanisti si sono lasciati andare a cori offensivi di basso rango nei confronti dell'Inter e in particolare di Leonardo. Noi durante i festeggiamenti per il raggiungimento della finale ci siamo limitati a un più canonico ed elegante "Chi non salta rossonero è". Il secondo episodio riguarda direttamente Zanetti che intervistato a fine partita sul coro vergognoso di Gattuso, il Capitano nerazzurro si è limitato a un "non mi sorprende nulla" che vale più di mille parole e insulti. Orgoglioso di essere INTERISTA!

PAGELLE:

JULIO CESAR 6,5:
providenziale su Borriello e Cassetti e sontuoso nelle uscite durante l'assalto finale romanista.

MAICON 6,5:
ormai è tornato ad alti livelli e attacca sulla fascia come un ossesso. Peccato per l'ammonizione a dir poco ingenua a causa della quale salterà la finale.

LUCIO 7:
strepitoso come al solito negli interventi e elegante nelle uscite palla al piede. Insuperabile.

CHIVU 6:
discreta prestazione del difensore romeno che in qualche occasione perde di vista l'avversario.

NAGATOMO 6,5:
stasera il samurai nerazzurro ha dimostrato una intelligenza tattica da vero campione. Diagonali difensive perfette per lui che dovrebbe però essere maggiormente propositivo in fase d'attacco.

MARIGA 6:
prestazione tutto sommato positiva per la diga nerazzurra che in mezzo al campo ruba tantissimi palloni e dimostra ottime qualità di interdizione.

CAMBIASSO 6:
in mezzo al campo è sempre preziosissimo, guida la manovra nerazzurra con grande calma non lasciando mai scoperta la difesa.

ZANETTI 6,5:
sulla destra in coppia con Maicon annulla totalmente Riise che non si rende mai pericoloso mentre il funambolico Menez non lo supera neanche per sbaglio. Complimenti per le 1000 gare da professionista.

KHARJA 6:
tanta tanta corsa e quantità ma poca qualità anche se il pesantissimo gol di Eto'o nasce da una sua bella giocata.

ETO'O 7,5:
il migliore in campo non solo per il bel gol segnato che gli consente di eguagliare il record di gol di Ronaldo, ma anche perchè è sempre un valido appoggio per i compagni, pericolosissimo per i difensore avversario e preziosissimo nei ripiegamenti da terzino per dare una mano ai compagni in fase difensiva. Campione a 360 gradi.

PAZZINI 5,5:
servito poco e male, non riesce a esprimere le sue grande qualità in area di rigore, ma tiene diversi palloni conquistandosi una ghiotta occasioni prima di lasciare il campo a Milito.

MILITO 6:
sostituisce Pazzini, fa tanto movimenti, fa salire la squadra, duetta coi compagni, si crea una grande occasione da gol e conquista un rigore solare non fischiato dall'arbitro.

THIAGO MOTTA S.V.

LEONARDO 6,5:
l'asse Zanetti Maicon a destra è una grande mossa tattica per annullare Riise. La squadra si dimostra compatta, mai troppo lunga e gestisce al meglio la partita e il vantaggio conquistando la meritata finale di Coppa Italia.

3 commenti:

  1. Troppo buono......soprattutto con Leo !

    RispondiElimina
  2. Al riguardo di Leo penso anch'io come 4EverInter, comincio ad avere sempre più perplessità, forse non è ancora pronto per l'Inter.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  3. Alla fine un trofeo può ancora arrivare in casa nerazzurra. Forza amici!!


    avanti tutta lazio.

    saluti

    http://mondobiancoceleste.blogspot.com

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore