mercoledì 27 aprile 2011

Il gioco del Barcellona...

Ancora una volta il gioco del Barcellona ha prevalso e con una partita di anticipo la squadra di Guardiola ha conquistato la finale avendo battuto il Real Madrid per 0-2 in trasferta. Un gioco fatto di passaggini, tocchi di prima orizzontali noiosi fino alla morte e tante, tante simulazioni e pressioni sull'arbitro. Ad ogni fallo avversario ecco gli undici fenomeni blaugrana accerchiare l'arbitro sperando nell'espulsione dell'avversario in modo da rendere più agevole la vittoria. Negli ultimi anni è successo tantissime volte. Qualche esempio. L'anno scorso in Barcellona - Inter gli spagnoli dovevano recuperare due gol sulla strepitosa Inter di Mourinho e Thiago Motta fu buttato fuori per una vergognosa sceneggiata di Busquets. Fortunatamente l'Inter l'anno scorso era troppo forte e resistette fino alla fine conquistando poi in finale la Champions League. Quest'anno è successo ben due volte. Prima con l'Arsenal dove, dopo il 2-1 dell'andata a favore dei Gunners, al ritorno il Barcellona non riusciva a sbloccare la partita e intervenne l'arbitro a espellere in modo indecente Van Persie. Infine stasera con il Real Madrid di Mourinho che era riuscita a imbrigliare alla grande il gioco del Barca. Fallo di Pepe e discutibilissimi espulsione diretta. Anche stavolta in undici contro dieci il Barca ha segnato e vinto 0-2, ipotecando la finale. Ok, il Barcellona sarà la squadra più forte d'Europa ma lo dimostri senza aiuti arbitrali, lo dimostri senza simulare sempre ad ogni partita, lo dimostri senza accerchiare continuamente l'arbitro cercando di portarlo dalla propria parte. Dimostri di essere la più forte giocando solo al calcio come d'altronde sanno fare molto bene. Non hanno bisogno degli arbitri per vincere, peccato che fino ad oggi è sempre stato così. Chiedere a Chelsea, Arsenal, Inter e Real Madrid...

10 commenti:

  1. Solo una parola: Farselona.

    RispondiElimina
  2. Sono una squadra di checche.

    RispondiElimina
  3. Il guaio è che questa squadra di checche è infarcita di campioni e riesce sempre a vincere. Con le buone o con le cattive (come ieri sera per intenderci).

    RispondiElimina
  4. Recentemente il Farselona solo può vincere un'altra grande squadra quando l'avversario ha meno giocatore in campo (Chelsea 2009, Inter 2010, Arsenal ed Real 2011). Troppo facile vincere con l'aiuto dell'arbitri. Il Farselona è davvero una squadra forti, ma non sono tutto quello che parlano in giro.

    RispondiElimina
  5. CN69 sono d'accordo con te. Il barcellona è una squadra fortissima e non ha bisogno di cercare con ogni mezzo l'espulsione dell'avversario o la simulazione in araea di rigore.

    Abbiamo visto spesso come contro difese schierate i tiki taki del Barcellona non serve a nulla.

    Ma comunque il potere del Barcellona presso l'Uefa lo si è chiaramente visto anche nell'elezione del pallone d'oro. Un intero podio blaugrana con uno strepitoso Sneijder estromesso senza motivo...

    RispondiElimina
  6. Il Barcellona gioca a calcio. Quei "passaggini, tocchi orizzontali noiosi fino alla morte" (che però si traducono in montagne di gol), sono segno di superiorità manifesta, e (scusate) dire il contrario vuol dire guardare il calcio solo attraverso il tabellino finale.
    Le squadre di Mourinho non giocano solo a calcio. Le sue partite cominciano dieci giorni prima con dichiarazioni irritanti e vittimistiche tese a creare tensioni che poi inevitabilmente si realizzano in campo. Fa sempre così (ricordate certi prepartita con la Roma o la Juve, certe polemiche con Ranieri, Lippi, chiunque?), tutte le volte. Usa tutti i mezzi per arrivare alla vittoria, pure quelli antisportivi (far ammonire i propri giocatori apposta per farli squalificare e azzerare le diffide?, buttarla sempre in caciara quando gli è evidente che gli altri sono più forti? gli esempi sono tanti). Vittimista il Barcellona? E Mourinho no? Non fa altro che piangere di avere tutti contro, tutte le volte a tutte le latitudini!
    Riguardo alla sfida Inter-Barcellona dell'anno scorso io ricordo una ottima partita dell'Inter all'andata e un catenaccio imbarazzante al ritorno, lo stesso che contro il Bayern in finale (questo per il gran calcio praticato dallo specialone) e di aiutini ne ha beneficiato pure lui (a memoria, fallo di Samuel in area contro il Chelsea?).
    Le sceneggiate del Barcellona? Ma quelle di Materazzi (o di Lucio, o di altri) contro la Roma come le chiamiamo? E mica solo lì.
    E' un vincente? Può darsi. Ma è indiscutibile che sia una arrogante egocentrica egoistica (andarsene la stessa sera in cui vinci la champions, cos'è?) presuntuosa testa di cazzo che al calcio non fa certo bene. Poi, se l'importante è solo mettere titoli in bacheca, ha ragione lui.
    Io preferisco altri.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  7. Rouge vedo che non hai colto appieno lo spirito del mio articolo. Non è un elogio a Mourinho (per lui parla il palmares...), ma è una critica al Barcellona che sapendo giocare al calcio meglio di chiunque altro non dovrebbe cercare sempre e costantemente dei mezzucci per far restare l'avversario in inferiorità numerica. Quando il barcellona non riesce a fare il suo gioco e a vincere la butta sul patetico con simulazioni e proteste isteriche contro gli arbitri che arrivano sempre a segno. Chissà come mai...

    RispondiElimina
  8. Il Barcellona è una squadra che basa il suo gioco sul possesso palla e sul logorare l'avversario sotterrandolo con percentuali che rasentano il clamoroso (spesso). Probabilmente questa è una delle squadre più forti della storia, di questo ne sono convinto e non manco di ricordarlo anche sul mio blog.

    Chiaro che se becca una squadra che capisce come affrontarli, ovvero nell'unico modo possibile per non finire schiacciati, soffre tremendamente senza per questo cambiare il suo modo di giocare. Premesso tutto questo, trovo vergognoso l'atteggiamento di alcuni calciatori blaugrana, che hanno fatto della sceneggiata una sorta di stile di vita: se sei così forte e superiore, non hai bisogno di fare cose del genere.

    RispondiElimina
  9. Vincenzo, sono d'accordo con te su tutto.

    RispondiElimina
  10. ;)

    saluti laziali

    http://mondobiancoceleste.blogspot.com

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore