domenica 17 aprile 2011

Fine dei giochi.

E' ufficiale, la stagione dell'Inter si è chiusa ieri sera con l'addio alla corsa scudetto dopo la cocente eliminazione in Champions League. I nerazzurri escono sconfitti per 2-0 contro il Parma in una gara che ha visto un non gioco imbarazzante dei nerazzurri, una condizione fisica assolutamente insufficiente, una motivazione praticamente nulla. Una difesa ballerina, un centrocampo moscio e sulle gambe e un attacco insignificante. Ormai tutto è compromesso, lo scudetto non lo meritavamo ed è giusto che vada a chi ha fatto meglio di noi. Leonardo ha tenuto fuori Maicon e Motta per "scelta tecnica" e ha fatto turn over in vista della Coppa Italia. Nagatomo a destra è sempre e costantemente ignorato dai compagni e quando viene servito passa palla dietro e non conclude nulla, Lucio e Ranocchia senza copertura del centrocampo diventa vulnerabilissimi, Stankovic Cambiasso e Zanetti hanno finito la benzina e giovani come Mariga e Obi restano a scaldare la panchina, Kharja da trequartista è qualcosa di osceno, di inguardabile e il talentuoso Coutinho è finito addirittura in tribuna. Una caduta pesantissima dei nerazzurri, un 2-0 pesante che ci elimina definitivamente dalla corsa allo scudetto e, probabilmente, dalla corsa al secondo posto. Tutto questo merito della società, dei giocatori e di Leonardo, merito o meglio colpa di tutti. Speriamo solo di onorare la semifinale di Coppa Italia e cerchiamo di non fare altre brutte figure, poi penseremo alla prossima stagione dove non saranno più ammessi errori catastrofici della società come quelli di quest'anno, dove pretendo un ALLENATORE con le palle in panchina e dove pretendo qualche nuovo innesto in squadra. Fine dei giochi.

PAGELLE:

JULIO CESAR 5,5:
poverino, ormai si vede entrare palloni da tutte le parti ma lui è uno dei pochi a non avere proprio colpe.

NAGATOMO 5:
c'è chi lo vorrebbe al posto di Maicon l'anno prossimo e come titolare del futuro, ma a parte corsa, resistenza e buone intenzioni ha ben poco. Fisico nullo, tecnica mediocre e bassa creatività.

LUCIO 5,5:
è difficile prendersela coi difensori quando si ha un centrocampo di morti. La coppia centrale fa il possibile ma viene perforata per l'ennesima volta in questa stagione.

RANOCCHIA 5,5:
stesso discorso di Lucio, in più lui ha avuto la grande occasione per pareggiare ma è arrivato in ritardo.

CHIVU 5,5:
sulla sinistra era sempre completamente solo contro Giovinco e Candreva e ha cercato di limitarli come poteva.

CAMBIASSO 6:
uno dei pochi a mentenere lucidità nel palloni giocati, merita la sufficienza per quello che ha fatto.

STANKOVIC 6:
la sufficienza è per la bellissima traversa presa su punizione e per altri due tiri pericolosi. Per il resto, è sulle gambe, perde palloni, perde contrasti, perde le staffe...

ZANETTI 5:
anche lui come i suoi compagni di reparto ha finito la benzina e per questo non è riuscito a dare il suo contributo alla squadra.

KHARJA 3,5:
il peggiore in campo, non ne azzecca una, da trequartista è totalmente inutile dato che non ha fantasia, non sa lanciare le punte, non ha tiro. Da mezz'ala è tutt'altra cosa ma ieri sera è stato davvero inguardabile e l'essere rimasto in campo per quasi 80 minuti non è certo colpa sua...

PAZZINI 4:
fuori dal gioco costantemente ma è una cosa che ribadisco da mesi. Lui è un ariete, deve essere servito dalle fasce e se non si fa gioco sugli esterni e non si mettono cross lui è totalmente inutile.

ETO'O 4:
per nostra tremenda sfortuna, anche Eto'o ha finito la benzina e se fino a qualche tempo fa era lui a tirare avanti la carretta ora siamo davvero alla frutta.

SNEIJDER 6,5:
il suo ingresso da maggiore vivacità e pericolosità alla squadra sia nel gioco sia su calcio piazzato e va anche vicinissimo al gol. Troppo prezioso per preferirgli Kharja....

MILITO 5:
entra in una situazione disastrosa dove il gioco di squadra è praticamente nullo. Nel finale a partita ormai conclusa si libera davanti al portiere ma gli sbara direttamente in faccia. Peccato.

PANDEV 5:
una sola cosa buona dal suo ingresso (il filtrante per Eto'o), ma per il resto buio pesto.

LEONARDO 3:
la squadra è sfinita, non ne hanno più eppure gente fresca e giovane come Mariga, Obi e Coutinho viene rilegata costantemente tra tribuna e panchina. La squadra ha una solidità difensiva imbarazzante, un centrocampo lento e statico e un attacco senza idee. Un disastro totale. Dopo l'addio alla Champions, ecco l'addio allo scudetto. A breve, quello alla Coppa Italia. E il povero Benitez doveva giocare con Natalino, Obiorah, Castellazzi e Biabiany...

6 commenti:

  1. Se le gambe non sono allineate al cervello...inutile fare pagelle !

    Mi spieghi perché nonostante Julio non abbia mai colpe é sempre insufficiente nelle tue pagelle ?

    RispondiElimina
  2. www.pianetasamp.blogspot.com

    Questione di gambe e probabilmente anche di testa, il doppio tremendo k.o. contro Milan e Schalke credo che abbia spento entusiasmo e motivazioni...una tiratina d'orecchie alla società per i tardivi rinforzi è giusta tuttavia mi sembri troppo severo nelle tue critiche, che ben difficilmente sarebbe stato un anno come quello passato era immaginabile e credo che lo si possa accettare senza drammi...ciao!

    RispondiElimina
  3. E' stato quello che temevo, un suicidio sportivo! c'è poco da dire! ciao Vincenzo ;D

    RispondiElimina
  4. 4EverInter, Julio ha l'insufficienza perchè comunque nel tabellino ha subito due reti.

    RispondiElimina
  5. L'Inter di ieri sera è inguardabile. Siamo sulle gambe e con la Lazio che pressa dietro difendere il terzo posto non sarà semplice.
    Non vincere lo scudetto può anche starci, partire dai preliminari di Champions o finire in Europa League non è assolutamente pensabile.
    Ciao.

    RispondiElimina
  6. Il brutto è che non è ancora finita; vediamo che intenzioni abbiamo in Coppa Italia, poi voltiamo pagina in fretta su questa brutta annata.
    Un saluto.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore