mercoledì 16 marzo 2011

Eto'o, Sneijder, Pandev: infinita Inter!

Era successo solo una volta nella storia della Champions League che una squadra riuscisse a ribaltare nella fase a eliminazione diretta una sconfitta casalinga all'andata. L'Inter partiva dallo 0-1 di Milano dove era stata beffata al novantesimo per un errore di Julio Cesar sfruttato da Gomez. Fare due gol in Germania per l'Inter non era un'impresa, soprattutto alla luce del fatto che la difesa del Bayern è tutt'altro che irresistibile. Ma ieri sera è successo qualcosa di pazzesco, di memorabile, una partita al cardiopalma che nell'arco di novantacinque minuti di gioco ci ha portati dalle stelle alle stalle e poi di nuovo alle stelle, dalla grande gioia iniziale all' oblio più profondo per poi tornare a una goduria indescrivibile. E' stata una partita pazza, indescrividibile, dove abbiamo iniziato alla grande andando subito in gol con il solito Samuel Eto'o per poi rovinare tutto con un altro errore alla Nelson Dida di Julio Cesar che ha consentito a Mario Gomez di timbrare ancora una volta il cartellino. Poi è arrivato il raddoppio e tutto è partito sempre dai piedi di Robben, l'unico vero grande fenomeno del Bayern. Sotto 2-1 per l'Inter sembrava finita, i giocatori avevano perso la testa, la concentrazione e il Bayern l'ha fatta da padrona e poteva farci altri due o tre gol ma ci ha salvato proprio l'uomo che ci aveva mandato nell'abisso, Julio Cesar. Nella ripresa il tempo scorreva e le occasioni che creavamo le sciupavamo incredibilmente finchè non è successa una cosa che a mio modo di vedere ha cambiato la partita. Coutinho cambia gioco su Eto'o, tocco per Sneijder che con un interno destro chirurgico e potente batte Kraft. Sul 2-2 i tedeschi hanno iniziato a avere una paura enorme e Van Gaal ha tolto Robben (il migliore in campo) per Antiltop. E' qui che è cambiata la partita, è qui che ho capito che i nostri ragazzi ce la potevano fare, che dovevano crederci. Il finale dell'Inter non è stato un assalto, ma abbiamo giocato con calma, con intelligenza, alla ricerca del varco giusto senza scoprirci. E proprio nei minuti finali Eto'o ruba palla con grande esperienza a Breno, entra in area, attira tutta la difesa su di se e smarca alla grande Pandev che di sinistro mette la palla sotto il sette segnando il tanto atteso gol per la squadra e per lui, un gol bellissimo, da cineteca che mi ha fatto sobbalzare dalla sedia con un battito cardioco impazzito, con le braccia che si agitavano a una frequenza folle, con l'ultimo filo di voce che riuscivo a tirare fuori dal cuore per urlare GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOORAN GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOORAN GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOORAN! Nei quattro minuti di recupero l'Inter non ha sofferto nulla e ha portato a casa una strepitosa qualificazione ai quarti mentre il Bayern esce sconfitta in casa con un sontuoso 2-3 dopo aver sciupato una marea di occasioni gol. E i loro sogni di rivincita su coloro che nella finale di Madrid li avevano castigati portando a casa la Champions League sono morti senza discussione. L'Inter ha dimostrato ancora una volta di avere un carattere infinito, dei coglioni d'acciaio, di crederci fino alla fine e di non mollare mai, anche quando le situazioni sono delle più proibitive. E tra le italiane in Europa, noi siamo gli unici a tenere alto l'onore italiano e arriviamo tra le prime otto squadre d'Europa mentre gli altri resteranno nei turni infrasettimanali a casa a vederci in tv o chissà andranno al cinema. Noi siamo lì, in corsa ancora in campionato, in Champions e in coppa Italia. Non doveva e non poteva essere altrimenti dopo la leggendaria stagione scorsa. Ripeterla è un sogno, ma intanto continuiamo a lottare sempre su tutti i fronti, da grande, grandissima squadra quale siamo. D'altronde siamo Campioni del Mondo in carica non a caso. Che partita, che Inter, che sofferenza, che gioia. Grazie ragazzi!

PAGELLE:

dare dei voti ai giocatori dopo una serata del genere è difficilissimo, ma l'ho fatto comunque con obiettività dato che potevo benissimo dare 10 a tutti quanti per la strepitosa qualificazione.

JULIO CESAR 6,5:
il suo è stato un errore catastrofico che avrebbe buttato a terra qualsiasi portiere del mondo ma non lui. Il portierone nerazzurro si è rialzato e ha infilato ben tre parate fantastiche che hanno tenuto in corsa fino alla fine l'Inter. Le lacrime di fine partita dimostrato quanto sia un grande uomo oltre che un grande portiere.

MAICON 4,5:
prestazione assolutamente insufficiente per il Colosso nerazzurro. Difensivamente soffre all'infinito Ribery che lo salta sempre mentre in avanti non si vede praticamente mai e sbaglia anche quei pochissimi cross provati.

LUCIO 5:
l'intero reparto difensivo ha fatto letteralmente schifo. In particolare Lucio ha sbandato diverse volte dal punto di vista tattico e ha perso continuamente dei palloni in improponibili dribling.

RANOCCHIA 5,5:
ha senza dubbio patito l'inesperienza e il non aver mai giocato partita di questa levatura. In diverse occasioni ha tremendamente sofferto anche se alla fine ha salvato l'Inter in un paio di occasioni.

CHIVU 5,5:
dalla sua parte c'è Robben che è un vero fenomeno e tenerlo è davvero impresa ardua ma lui ne esce dignitosamente.

THIAGO MOTTA 4:
nel primo tempo ha sbagliato l'impossibile, non ha indovinato una sola giocata e sembrava giocasse col Bayern. Nella ripresa ha mostrato qualche miglioramento, ma la sua prestazione è stata altamente negativa.

CAMBIASSO 6,5:
tornato a giocare davanti la difesa ha disputato una ottima gara. Tatticamente insostituibile, intelligente nelle giocate e nel gestire i vari momenti del match. Prezioso in quella posizione, speriamo che lo abbia finalmente capito anche Leonardo.

STANKOVIC 5:
male anche la partita di Deki che ha avuto sui piedi una grande occasione da rete ma ha sbagliato totalmente lo stop sciupando una ghiotta occasione per fare male al Bayern.

SNEIJDER 7,5:
grande partita del folletto olandese che ha fornito una prestazione di grandissimo sacrificio schierato sulla sinistra. Un gol bellissimo per il momentaneo pareggio e tantissimi palloni incredibili serviti ai compagni.

PANDEV 7:
finalmente Pandev! Dopo i tanti errori contro il Brescia dove aveva comunque mostrato confortanti miglioramenti, stasera ha corso tanto, ha tenuto palla e alla fine ha collezionato un assist per Eto'o e un gol da cineteca che ci è valsa la qualificazione.

ETO'O 8:
in partite di questa importanza non posso non aspettarmi un Eto'o devastante e così è stato. Si è caricato sulle spalle l'attacco nerazzurro e ha collezionato un gol e due assist. E' entrato praticamente in tutti i gol di questa meravigliosa serata nerazzurra con la sua classe, la sua esperienza e la sua furbizia. Fenomeno!

COUTINHO 5:
è entrato in una gara praticamente compromessa, in una situazione difficilissima contro avversari fisicamente molto forti. Ha sbagliato tanto ma ha dato comunque alla squadra maggiore tasso offensivo e ha contribuito al pareggio di Sneijder con un bel cambio di gioco su Eto'o.

NAGATMOMO KHARJA S.V.

LEONARDO 6:
difficile dare un voto al tecnico brasiliano. Da un punto di vista tattico la fase difensiva della squadra è stata imbarazzante. Ma è stato comunque in grado di dare la carica e far uscire fuori il grande carattere dei nostri ragazzi. E, cosa da non sottovalutare, ha ottenuto la qualificazione ai quarti.

9 commenti:

  1. In una serata del genere i voti contano davvero poco e tra l'altro sono davvero tutti troppo bassi. Grande serata, grande Inter, grande cuore. Grazie ragazzi per le mille emozioni. Avanti così!!!

    Ciao Vincenzino. :)

    LeNny.

    RispondiElimina
  2. Penso che le valutazioni in partite come ieri devono essere fatte globalmente e non per reparto.Dovendo recuperare la partita era ovvio che eravamo sbilanciati un po troppo in avanti e che la difesa abbia sofferto piú del dovuto.Il centrocampo con un orrendo Stanko e con due giocatori rientrati da infortuni ha sofferto la velocitá dei tedeschi.Quale squadra non avrebbe sofferto Ribery e Robben ?..e Lucio cosa avrebbe dovuto fare di piú ?..quando si gioca con un cuore cosí grande......Non meritano tanta severitá nei giudizi !
    Non concordo voto su Julio....il suo errore ha ridato forza al Bayern...che se la stava facendo sotto dopo il gol di Eto'o .Se fosse finita come all'andata sicuramente il tuo voto su di lui non sarebbe stato cosí positivo !

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che serata pazzesca!!! Ho ancora mal di gola ma ne è valsa la pena. Avevo predetto tutto: qualificazione, vittoria di misura e gol decisivo di Pandev.
    FORZA INTER !!!!

    PS: Sulle valutazioni non entro nel merito. Per certe imprese è necessario che tutti diano il loro contributo e così è stato ieri sera.

    RispondiElimina
  4. 4EverInter è normale che se non fossimo passati il voto a Julio sarebbe stato diverso, ma sarebbe stato diverso soprattutto perchè significherebbe che le almeno tre parate eccezionali che ci hanno tenuto in vita fino alla fine non le avrebbe fatte.

    Ha commesso un gravissimo errore, ma si è rifatto alla grande tenendoci in gara fino alla fine. Senza Julio in porta avremmo perso 4 o 5 a 1...

    RispondiElimina
  5. Complimenti! che vittoria, che emozioni.ciaooo

    http://mondobiancoceleste.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Io ero uno di quelli che ha criticato Pandev contro il Brescia, ma oggi io sono uno di quelli che pubblicamente congratulo Pandev. Ieri è stato una partita degna di coloro che indossano il nostro Sacro Manto Nerazzuro. Congratulazioni a lui e tutta la Squadra. GRAZIE RAGAZZI! FORZA INTER!

    Filardi - Milano

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordo e mi associo alle congratulazione con Pandev. Ha passato un brutto periodo ma sappiamo tutti qual'è il contributo che Goran può dare all'Inter.

    RispondiElimina
  8. Che partita e che Inter! Avanti così!
    Stavo ammirando gli splendidi voti...quelli di Pandev e Julio Cesar sono generosi...ma va bene così.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  9. grandiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ragazzi che partita, che emozioneeee
    una gioia indescrivibile!!!

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore