mercoledì 16 febbraio 2011

Missione compiuta!

L'Inter raggiunge l'obiettivo e vince anche l'altro recupero di campionato in casa della Fiorentina. Con un 1-2 molto combattuto i nerazzurri portano a casa la vittoria contro una squadra in salute (forse nel momento migliore della sua stagione) e si avvicina a sole cinque lunghezze dal Milan. La gara ha confermato i pronostici e si è dimostrata davvero ostica per i nerazzurri. Nel primo tempo la squadra di Leonardo, dopo aver trovato subito il vantaggio grazie a un autogol di Camporese causato da un cross tagliato di Eto'o, ha trovato molte difficoltà contro la Fiorentina che ha giocato a ritmi indiavolati, correndo quasi il doppio dei giocatori nerazzurri fino a raggiungere il pareggio con un gol altrettanto fortunoso con Pasqual che con un cross innocuo è riuscito a battere un non impeccabile Julio Cesar. Nella ripresa, l'Inter ha giocato decisamente meglio, squadra più corta, gioco più veloce, maggiore movimento sia sugli esterni che per vie centrali. Il raddoppio è arrivato poi ancora una volta grazie a una giocata di Eto'o che ha saltato con facilità irrisoria Camporese servendo a Pazzini una palla che doveva essere solo spinta in rete. Nel finale l'ingresso di Kharja e Mariga ha dato al centrocampo nerazzurro maggiore fisicità e maggiore corsa e la Fiorentina non è riuscita più a rendersi pericolosa. Ottimo risultato quindi per una squadra che ha dimostrato ancora una volta di saper vincere anche soffrendo e di voler lottare con tutte le sue forze per lo scudetto. Mancando ancora pedine fondamentali come Lucio, Samuel, Chivu e soprattutto il vero Milito, non possiamo che migliorare di partita in partita. Per ora siamo a meno cinque e non molleremo certo qua. Forza Inter!!!

PAGELLE:

JULIO CESAR 6:
sul pareggio della Fiorentina poteva fare decisamente qualcosa in più. Una grande parata nel primo tempo e tanta sicurezza alla difesa per raggiungere la sufficienza in pagella.

MAICON 6,5:
partita anarchica del Colosso, che lascia spesso la posizione in fase difensiva con Zanetti che deve fare gli straordinari per coprirlo. Nella ripresa le sue folate offensive aumentano e si rende protagonista di una buona prestazione.

RANOCCHIA 7,5:
una partita sontuosa per festeggiare i suoi 23 anni. Come al solito, il giovane difensore nerazzurro mostra eleganza, calma da veterano, si dimostra preciso e feroce in marcatura e per gli attaccanti della Fiorentina diventa difficile passare dalle sue parti. Migliore in campo.

CORDOBA 5:
è indubbiamente l'anello debole della difesa. Nel confronto con Gilardino sembra di rivivere la sfida di domenica in cui Toni aveva sempre la meglio sul gioco aereo. Tatticamente lascia dei buchi paurosi che vengono miracolosamente chiusi da Ranocchia.

NAGATOMO 5,5:
fumosa prestazione del giapponesino alla sua prima da titolare. Spinge spesso sulla sinistra senza però andare mai pericolosamente al cross.

ZANETTI 6,5:
il Capitano si sdoppia nel primo tempo per tamponare i vuoti lasciati da Maicon per poi andare a dare la sua esperienza e la sua quantità nel ruolo di terzino sinistro dando maggiore solidità all'intero reparto.

CAMBIASSO 6,5:
tornato davanti la difesa, il Chuchu è tornata a dettare i tempi della manovra e a dare indicazioni all'intera squadra da vero allenatore in campo. Per lui un'infinità di palloni recuperati.

STANKOVIC 6:
primo tempo in grande difficoltà per lui che stenta a tenere il ritmo indiavolato della Fiorentina. Nella ripresa migliora sensibilmente andando anche vicino al gol in diverse occasioni.

SNEIJDER 5:
forse stanco per tutte le partite giocate dopo un lunghissimo stop, l'olandese non riesce a essere lucido e decisivo nelle giocate. Tanti i passaggi sbagliati per lui. Esce stremato.

ETO'O 7:
mi aspettavo un suo gol, ma è stato decisivo lo stesso mettendo lo zampino in entrambe le reti nerazzurre. Causa l'autogol di Camporese e serve la palla del 1-2 a Pazzini.

PAZZINI 6:
insivibile per lunghi tratti di partita, riesce a trovare il gol grazie a una strepitosa azione di Eto'o. Dopo il gol sale in cattedra, fa più movimento e tiene bene palla per far salire la squadra.

KHARJA 6:
il suo ingresso da maggiore forza e qualità al centrocampo. Ingresso positivo per lui.

MARIGA 6:
entra grintoso con tanta voglia di fare. Il suo rientro è importante per il nostro centrocampo.

OBI S.V.

LEONARDO 6:
sufficienza meritata per essere riuscito a trovare tre punti importantissimi. I cambi si sono rivelati azzeccati e fatti col tempismo giusto.

9 commenti:

  1. Felice per la vittoria anche se la squadra in certi momenti non mi è piaciuta granchè.

    Sulle pagelle, non sono daccordo sul 6 a stankovic, meriterebbe alemno 7. In alcuni momenti è stato il vero trascinatore della squadra.

    RispondiElimina
  2. Partita brutta che avremmo potuto portare in porto molto prima, in certi momenti sembriamo troppo superficiali, ma va bene così. Avanti tutta!
    Un saluto.

    RispondiElimina
  3. Penso che la fase difensiva della squadra migliorerà sensibilmente col rientro di Lucio. Cordoba ormai sente il peso degli anni.

    RispondiElimina
  4. Abbastanza d'accordo sui voti anche perché la partita l´ho vista a sprazzi e non posso giudicare piú di tanto ! Se Castellazzi avesse fatto quell'errore era crocifisso !

    RispondiElimina
  5. Quello di Julio Cesar non è stato un errore, poteva però fare qualcosa in più in termini di riflessi.

    Con Castellazzi il giudizio sarebbe stato lo stesso.

    RispondiElimina
  6. Dopo il primo tempo siamo scoppiati, comunque, lasciando i panni del tifoso, tutto sommato avete meritato la vittoria.
    Saluti viola.

    RispondiElimina
  7. Ciao Harmonica!

    Nel primo tempo ci avete fatto soffrire parecchio.

    Credo che per voi il ritorno di Mutu sia di fondamentale importanza.

    Con lui ritornerete ai livelli che vi competono.

    RispondiElimina
  8. Importante vittoria su un campo molto difficile. Una squadra bella a tratti ma in difesa abbiamo ancora lacune da recuperare. :)

    Ciao Vincenzino. :)

    LeNny.


    P.S.: appena hai tempo passa a leggere soprattutto i miei ultimi interventi; l'articolo è questo: "Eto'o condanna l'Inter: la Juve vince per 1 a 0". Poi capirai. Ciao. :)

    RispondiElimina
  9. Contava vincere più di ogni cosa, ma l'Inter non è ancora se stessa. Vincenzo ha ragione, con il rientro di Lucio la difesa dovrebbe tornare ad essere più rocciosa ;)
    Complimenti alla Fiorentina, che comunque ha fatto bene la sua partita! ciao
    Sergio

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore