domenica 13 febbraio 2011

Inter sciupona...

L'Inter esce sconfitta nella partita contro la Juventus, sebbene avesse ampiamente meritato il pareggio. Questo è l'esito finale del match che dal punto di vista dello spettacolo ha regalato davvero poco date le pochissime occasioni da rete collezionate da entrambe le squadre. Nel primo tempo la Juventus ha avuta la meglio per l'imbarazzante difficoltà con cui Cordoba perdeva tutti i duelli con Toni ed è stata brava a trovare la rete in una delle rarissime occasioni da rete costruite, per di più viziate da un clamoroso buco difensivo di Cordoba. Nella ripresa dopo i primi dieci minuti circa ha giocato solo l'Inter alla ricerca del pareggio e proprio nel finale i nerazzurri sono andati vicinissimi al pareggio. Ben quattro sono state le nitide palle gol per l'Inter. Una per Sneijder che si è visto ribattere un tiro a botta sicura, poi Pazzini fermato da Buffon, poi per ben due volte Eto'o ha clamorosamente ciccato le occasioni della serata beccando prima una traversa a porta vuota e poi lisciando il tiro a tu per tu con Buffon. Una partita da bassissimo contentuto tecnico e spettacolare quindi che ha visto trionfare in ogni caso la Juventus. Complimenti a loro allora per essere stati cinici al massimo e nell'aver furbescamente fatto passare il tempo tra tuffi infiniti e una tirata d'orecchie all'Inter che ha regalato un primo tempo ai bianconeri senza mettere in campo la giusta grinta e determinazione. Tre punti persi a Torino, risultato che ci può stare. Questo non cambia nulla in ottica scudetto.

PAGELLE:

JULIO CESAR 6:
sufficienza politica per il portiere brasiliano che in tutta la partita non ha dovuto mai fare una parata. Ironia della sorta.

MAICON 6:
non bene nel primo tempo, meglio nella ripresa dove da un suo cross l'Inter ha costruito l'occasione più nitida del match.

RANOCCHIA 5,5:
nei primi quarantacinque minuti ha sofferto tanto la rapidità di Matri per poi riprendersi nella ripresa dove però i bianconeri hanno pensato prevalentemente a difendersi.

CORDOBA 4,5:
disastroso nel duello con Toni, non ne becca una. Il gol della Juventus è causa di un suo clamoroso buco difensivo. E Matri ringrazia.

ZANETTI 6:
buona prova del Capitano che ha annullato per tutti i novanta minuti Krasic.

THIAGO MOTTA 5,5:
lento e macchinoso nell'impostazione della manovra, cerca troppo spesso dei lanchi in verticali che finiscono sempre tra le mani di Buffon.

KHARJA 5:
prestazione opaca del marocchino che non è riuscito a dare il contributo di qualità e quantità a cui ci aveva abituati nelle sue prime uscite in nerazzurro.

CAMBIASSO 5:
come Kharja, anche il Chuchu ha giocato una brutta partita. Mai una apertura precisa, mai un inserimenti nell'area avversaria, pochi palloni rubati e tanta corsa a vuoto. Appannato.

SNEIJDER 6:
tra i centrocampisti è quello che ci ha provato di più e soprattutto nella ripresa ha servito dei bei palloni alle punte che però hanno sciupato tutto (vedi Eto'o).

PAZZINI 5:
un solo pallone buono messo in area e parata di istinto di Buffon su un suo bel colpo di testa. Per il resto il nulla totale.

ETO'O 4:
il peggiore in campo. E' stato annullato per lunghi tratti da un giovincello come Sorensen e quando in ben due occasioni ha avuto la possibilità di andare a rete ha sbagliato in modo indecente.

PANDEV 5:
avulso e poco incisivo. Impalpabile il suo impatto alla gara.

NAGATOMO 5:
è entrato davvero?

LEONARDO 5:
Cordoba è stato l'anello debole della difesa nerazzurra per tutta la gara, poteva e doveva cambiarlo il prima possibile con Materazzi che se la sarebbe giocata alla pari con Toni. Squadra senza cattiveria, senza grinta e spinta nel finale solo dal cuore. Tatticamente bocciato.

9 commenti:

  1. Condivido tutto quello che hai scritto; sono ancora allibito per lo schifo che abbiamo fatto, incredibile perdere contro quella squadraccia.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  2. d'accordissimo nella sostanza, ma alzerei a 5 Eto'o che almeno si è battuto e non poco, e abbasserei a ZERO MENO Pandev. Evidentemente a gennaio ci siamo dimenticati una cessione. Come al solito è l'MVP assoluto degli avversari: un invalido civile di 70 anni sarebbe stato più presente e più pericoloso.

    p.s. ma qualcuno mi spiega l'improvviso e misterioso cambiamento di metro dell'arbitro FRANCA VALERI sui due NON falli NON subiti da chiellini nei momenti cruciali?

    RispondiElimina
  3. Bentornato Zio, è sempre un piacere leggere i tuoi commenti.

    Comunque quelli non te li spiegherà mai nessuno, così come il volo di Barzagli che è costato il giallo a Thiago Motta.

    Ma queste sono sfaccettature di una partita pessima giocata ai massimi livelli da una e ai minima dall'altra. E questo è tutto dire...

    RispondiElimina
  4. Pandav a mio modo di vedre le cose ha avuto il merito di dare piú peso alla squadra avendo un punto in piú di riferimento in mezzo al campo.Nel primo tempo troppi i palloni buttati alla viva il parroco dalla nostra difesa oltre il centrocampo.
    Questo perché non abbiamo un regista in grado di dare tempo e ritmo di gioco alla squadra.Se poi pensiamo che Motta é l'unico che puó essere preso in considerazione per questo ruolo e gioca davanti alla difesa....

    RispondiElimina
  5. I peggiori a centrocampo sono stati Kharja e Cambiasso che hanno supportato pochissimi la manovra d'attacco e hanno fatto poco pressing sugli avversari.

    RispondiElimina
  6. Non mi aspettavo questo risultato. Inter sfortunata ma Juve ben messa in campo. ciao

    RispondiElimina
  7. Se quando siamo in difficoltà, la chiave di volta è far entrare Pandev siamo e saremo messi male. L'anno scorso l'uomo in più era Supermario.

    RispondiElimina
  8. Hai ragione fcoraz, l'anno scorso l'arma in piu che avevamo era Balotelli.

    A gennaio avevamo riparato prendendo Pazzini, ma se Milito continua a farsi male siamo punto e da capo.

    Spero in ogni caso che Pandev torni ai suoi livelli.

    RispondiElimina
  9. Speriamo che Pandev se ne vada via al più presto. E' un peso morto. Ieri squadra inguardabile.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore