domenica 20 febbraio 2011

Che vittoria sofferta!

L'Inter continua la sua rincorsa al Milan e batte con grande sofferenza il Cagliari per uno a zero. Rete di Kharja-Ranocchia-Canini, non si è ben capito. Leonardo ha messo in campo un 4-2-3-1 con Pandev in campo e l'Inter ha giocato un ottimo primo tempo. L'arbitro ha clamorosamente toppato la partita infatti dopo pochi minuti non vede un rigore lampante per i nerazzurri per fallo netto di Conti su Thiago Motta, poi convalida un gol in fuorigioco all'Inter. Da qui alla fine il Cagliari commetterà una ventina di falli senza beccare mai un giallo, mentre nel finale l'arbitro diventa improvvisamente fiscale ammonendo in successione Mariga e Maicon (diffidato). Nella ripresa Leonardo ha sbagliato i cambi e togliendo Motta e Eto'o abbia perso ogni possibilità di gestire la palla e di fare gioco. Davanti Pandev e Pazzini non sono in grado di far salire la squadra, dietro ci sono paurosamente mancate le geometrie di Thiagone e il Cagliari ha dominato sul piano soprattutto del ritmo e dell'intensità la gara. Infatti a conti fatti Julio Cesar non è stato quasi mai chiamato in causa, soprattutto grazie all'ennesima superba prova di Ranocchia. Era importante trovare i tre punti e ora ci troviamo secondi a meno due punti dai zozzoneri e più un punto sul Napoli. Ma Milan e Napoli devono ancora giocare oggi rispettivamente contro Chievo e Catania. Speriamo bene, noi intanto siamo lì.

PAGELLE:

JULIO CESAR 6:
il grande portiere brasiliano non ha dovuto fare nessuno straordinario in questa gara, ma solo qualche intervento che oserei definire di routine e qualche buona uscita.

MAICON 5,5:
sempre propositivo per la manovra offensiva nerazzurra, ma tatticamente ha lasciato molto a desiderare. Spesso si è venuto a trovare in posizioni senza senso che hanno messo in difficoltà Ranocchia e Cordoba che non lo trovavano libero per scaricare palla. Il giallo preso a fine partita con la diffida sul groppone è da lega Pro...

RANOCCHIA 8:
monumentale è dir poco. Nonostante l'altezza che gli consente di vincere tutti i duelli aerei, mostra anche una ottima velocità grazie alla quale riesce a risultato insuperabile. Ha messo anche lo zampino nel gol partita quindi merita la palma del migliore in campo.

CORDOBA 6,5:
se dovessimo valutare le sue gare per la tecnica, prenderebbe sempre quattro. Fortunatamente il difensore deve saper marcare, difendere, rincorrere e tutto questo il buon Ivan lo fa più che dignitosamente in questa gara.

NAGATOMO 6:
sempre molto propositivo sulla fascia sinistra, riesce spesso ad arrivare sul fondo anche se non arrivano dai suoi piedi cross interessanti. Ha i margini per crescere, ma continuo a pensare che non abbia un talento così grande...

THIAGO MOTTA 7:
prestazione di ottimo livello di Thiagone Motta. Davanti la difesa gioca alla grande, facendo girare la squadra, cambiando repentinamente l'azione e lato di gioco e annullando a turno prima Cossu e poi Lazzari. La sua uscita è pesata tantissimo sull'Inter che non ha saputo più gestire la palla.

J. ZANETTI 6,5:
lottatore grintoso e tenace, lo ritrovi in ogni posizione del campo a chiudere ogni buco e tentare di recuperare il pallone. Terzino, mediano, ala per lui non fa differenza.

KHARJA 7:
una rivelazione sempre più piacevole quella del marocchino, arrivato sotto tutti i miei dubbi. Mi sta smentendo alla grande dimostrando una grande tecnica e abilità di passaggio, abbinata a una importante capacità tattica e di sacrificio che lo porta a essere sempre tra i migliori della squadra. Il gol è per metà suo.

PANDEV 5,5:
inizia con i fuochi d'artificio andando vicino al gol in ben due occasioni, poi piano piano si spegne e dopo l'uscita di Eto'o non riesce a far salire la squadra come dovrebbe. Col Bayern ci vorrà il Pandev dei primi 10 minuti...

ETO'O 6:
nonostante qualche passaggio e tiro sbagliato, il camerunense è l'unico che davvero è sempre nel vivo del gioco offensivo nerazzurro. Palla al piede è sempre un pericolo per gli avversari, fa salire la squadra, duetta coi compagni e corre senza sosta. Come Thiago Motta, anche la sua uscita è stata una mazzata per la squadra.

PAZZINI 5,5:
in tutta la partita ha avuto una sola occasione di colpire di testa e non ha centrato la porta. Per il resto a volte nascosto nella difesa avversaria, lotta nel finale per tenere qualche pallone e far respirare la squadra nel momento di maggiore difficoltà.

STANKOVIC CAMBIASSO 6:
ingresso nella norma, senza errori o giocate di eccellenza.

MARIGA 6,5:
la diga nerazzurra sta ritrovando la forma dei giorni migliori. In mezzo al campo è un leone, lotta su ogni pallone ed è preziosissimo nel finale di partita.

LEONARDO 5:
la scelta di adottare a sorpresa il 4-2-3-1 si è rivelata azzeccata dato che la squadra ha disputato un ottimo primo tempo. Difensivamente la squadra è leggermente migliorata soprattutto grazie a un Ranocchia fenomenale. Nel secondo tempo il tecnico brasiliano rovina tutto con dei cambi fuori dal mondo. Fuori Thiago Motta e Eto'o per Stankovic e Cambiasso. Forse Leo pensava già alla partita col Bayern e voleva dare un pò di riposo ai due nerazzurri, ma ha commesso un errore gravissimo perchè da quel momento in poi il Cagliari ha avuto il dominio del gioco mentre l'Inter non è più riuscita a gestire la partita e a giocare la palla.

4 commenti:

  1. Voti troppo alti per un secondo tempo disastroso dove siamo stati messi sotto in casa senza fare un tiro in porta !
    L'importante era vincere ,avanti cosí....
    Forza INter

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Voti perfetti, forse un po' meno a Kharja, che ha giocato molti palloni ma ne ha sbagliati altrettanti; per fortuna abbiamo vinto, ma si doveva chiudere.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  4. Non ho visto la partita, certo che dalla maggior parte di ciò che ho letto e visto dagli highlights siamo stati decisamente sotto tono e anche un pò "privilegiati" durante l'azione del goal non proprio regolarissimo.

    Ciao. :)

    LeNny

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore