domenica 30 gennaio 2011

PAZZamente Inter!

Una partita bellissima tra Inter e Palermo che alla fine dei novanta minuti ha visto trionfare l'Inter grazie a uno stratosferico Giampaolo Pazzini, al debutto in nerazzurro. Nell'Inter tornavano titolari Julio Cesar, Coutinho, Santon e Milito. La partita si è messa subito male per i nerazzurri che, nonostante il buon inizio con un gol sfiorato da Maicon, va sotto per il gol di Miccoli servito da Cassani che ha agevolmente saltato un Santon troppo molle. In questa occasione la rete è irregolare a mio avviso dato che c'è un chiaro fuorigioco di Pastore che fa velo sul pallone diventando così attivo nell'azione. L'Inter reagisce e colleziona tantissime palle gol, mentre il Palermo si limita a contenere e tentare qualche ripartenza. Ma la fortuna gira tutta per i rosanero che dopo aver rischiato per l'ennesima volta il pareggio dell'Inter trovano il raddoppio con Nocerino con azione iniziata sempre dalla parte di Santon, che è sembrato davvero fuori fase. Sul finire del primo tempo il Palermo ha l'occasione per chiudere definitivamente la gara con Pastore che sfrutta l'ennesima svarione tattico di Santon presentandosi da solo davanti a Julio Cesar. Per fortuna l'argentino manda il pallone sul palo. Nella ripresa arriva la svota dai cambi immediati di Leonardo. Dentro i neo acquisti Pazzini e Kharja al posto di Santon e Coutinho. E proprio i due neo entrati cambiano volto alla partita, in particolare Pazzini ha avuto un impatto devastante sul match. Dopo pochi minuti il Pazzo viene pescato in area da Kharja, si gira in un lampo e fulmina Sirigu. Poco dopo il Palermo ha l'occasione per chiudere definitivamente la partita grazie a un rigore concesso per chiaro fallo di Thiago Motta su kasami, ma Julio Cesar si supera e para il tiro di Pastore. I nerazzurri allora ci credono e spinti da un tifoso incredibile raggiungono il pareggio ancora con Pazzini che sfrutta una bella punizione di Maicon e con un poderoso stacco di testa batte ancora Sirigu. L'obiettivo vittoria è alla portata della squadra di Leonardo che continua a collezionare occasioni da rete, finchè ancora una volta Kharja lancia Pazzini in area che viene steso da Munoz. Calcio di rigore trasformato da Samuel Eto'o. L'Inter conquista tre punti fondamentali contro una squadra forte e in salute come il Palermo e mantiere le distanze dal Milan. I nerazzurri possono continuare a credere nella rimonta, soprattutto perchè ora hanno un uomo in più che può cambiare le partite, Giampaolo Pazzini!

PAGELLE:

JULIO CESAR 8,5:
la differenza tra lui e Castellazzi si è vista tutta nel secondo tempo quando sotto pressione è riuscito a parare un rigore e a salvare la porta su tiro a botta sicura di Balzaretti. Nelle uscite mostra una sicurezza da numero uno al mondo. Ben tornato!

MAICON 6,5:
attacco costante sulla fascia destra, è una fonte inesauribile di gioco per i nerazzurri.

RANOCCHIA 6,5:
qualche piccola sbavatura ma nel complesso solita prestazione di grande sostanza e eleganza.

LUCIO 6,5:
qualche errore anche per il brasiliano che ha sofferto, come Ranocchia, i tagli in verticale dei giocatori rosanero. Nei momenti decisivi però ha usato tutta la sua atleticità e strapotenza fisica per difendere la porta nerazzurra.

SANTON 4:
il giovane Santon è stato l'anello debole della difesa nerazzurra. Il Palermo nei primi 45 minuti ha fatto quello che voleva dalla sua parte e i due gol rosanero sono arrivati proprio da quella parte dove Santon ha lasciato molto a desiderare.

ZANETTI 6,5:
a centrocampo o in difesa a sinistra il contributo del Capitano oggi è stato costante. In particolare a sinistra ha dato una solidità immensa rispetto a Santon.

CAMBIASSO 7:
il Cambiasso plasmato da Leonardo è un giocatore che sfrutta al massimo le sue immense qualità offensive. Oltre a essere un perno in fase difensiva e di contenimento, il Chuchu dimostra perchè a inizio carriera era un trequartista. Esce stremato.

THIAGO MOTTA 7:
ancora una volta viene schierato davanti la difesa dove il suo rendimento è davvero alto. La sua tecnica, le sue geometrie e la sua visione di gioco sono oro per la squadra. Uno dei più propositivi anche nella ricerca del gol. Il rigore provocato è solo una macchia in una prestazione superlativa.

COUTINHO 5,5:
dopo oltre due mesi di lontananza dai campi, il giovane brasiliano torna titolare in una gara che si è messa subito malissimo. Nonostante ciò qualche buono spunto personale alla ricerca del gol e dell'assist per i compagni.

MILITO 6:
positivo contributo di Diego che come suo solito riesce a dare alla squadra profondità, capacità di tenere palla e dettare i tempi del gioco offensivo nerazzurro.

ETO'O 7:
lavoro fantastico del camerunense che sulla sinistra è quasi sempre imprendibile per gli avversari. Il gol su rigore è solo la ciliegina sulla torta per un campione a tutto tondo.

PAZZINI 10:
esordio da extraterrestre per il Pazzo che con il suo ingresso sposta gli equilibri del match a favore dell'Inter. Un gol di piede, uno bellissimo di testa e un rigore conquistato per una prestazione da campione vero. Benvenuto!

KHARJA 6,5:
il marocchino mi ha sorpreso, ha dato qualità e quantità alla mediana. Debutto positivo anche per lui, dal cui sinistro è partito l'assist per il primo gol di Pazzini.

OBI S.V.

LEONARDO 8:
la squadra oggi ha fatto benissimo. Sulla sinistra abbiamo sofferto troppo con Santon fuori fase e nella ripresa il doppio cambio Pazzini-Kharja ha completamente cambiato le sorti della partita. Ottima lettura della partita.

9 commenti:

  1. Nel primo tempo mi é sembrata lInter di Benitez,tanto possesso palla,pochi tiri e difesa altissima e un pizzico di sfortuna.
    Nella secondo tempo .....si é rivista l'Inter dei tempi migliori....aiutata a sua volta da quel pizzico di fortuna che non guasta mai !
    Avanti tutta !

    RispondiElimina
  2. Partita spettacolare, incredibile e con uno ritmo all'inglese. Grandissima vittoria con il Pazzo Pazzini che non poteva sperare in un esordio migliore e un super Julione al suo rientro (non me ne voglia Castellazzi ma è dieci gradini sotto) che ha disputato una partita magica: è come se avesse segnato due gol. Mi è piaciuto il carattere della squadra e la voglia di crederci fino all'ultimo minuto. Ora sorge un piccolo "problema": Leonardo continuerà a giocare con il tridente? Io mi auguro di sì.

    Un caro saluto.

    LeNny

    ;)

    RispondiElimina
  3. Credo che il tridente Eto'o Milito Pazzini sia possibile solo come carta della disperazione. Nè Milito nè Pazzini possono fare l'esterno a destra.

    RispondiElimina
  4. Giusto con l'analisi un pò meno con le pagelle.
    Julio Cesar merita almeno 8,5 per l'importanza delle due parate, Ranocchia è da 7 per la sicurezza dimsotrata e Santon non è stato così negativo come dici tu, al contrario di Coutinho, spettatore non pagante della partita.

    http://calciorum.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Forse un po'ingeneroso con Santon e Julio Cesar, am va bene così, grandissima Inter, avanti tutta!
    Un saluto.

    RispondiElimina
  6. Coutinho non è stato negativissimo, qualche buona cosa l'ha fatta.

    Ricordiamoci poi che rientrava dopo oltre due mesi di infortunio in una gara per nulla facile.

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordo con Entius, Julio merita almeno un 8,5, ci ha salvati dal ko che il rigore, avrebbe dato e non solo, almeno due parate equivalenti a due goal fatti ;)
    E' stata una partita incredibile ed imprevedibile, ma ero sicuro che avremmo vinto, così è stato.
    Ci sono note positive, vedi l'esordio super del Pazzo, ma questa squadra, per un motivo o l'altro, subisce troppi goal, c'è da sistemare qualcosina ;)
    ciao
    Sergio

    RispondiElimina
  8. Seguo il vostro consiglio che alzo il voto di Julio a 8,5! :D

    RispondiElimina
  9. Ragazzi che vittoria in rimonta!!!! :) :) :) sono ancora senza voce!!!!!!!

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore