giovedì 6 gennaio 2011

Krasic il SIMULATORE!

Doveva essere un incidente di percorso, un episodio isolato, un errore che non si sarebbe ripetuto. Non era giusto etichettarlo come SIMULATORE, eppure Milos Krasic contro il Parma ha dato un altro saggio della sua immensa bravuta nel buttarsi in area senza subire il benchè minimo contatto falloso di un avversario. Stavolta l'arbitro De Marco, lo stesso che in Bologna - Juventus abboccò alla simulazione del biondo gobbo, non ha fischiato ma non ha nemmeno cacciato un cartellino giallo nei confronti del giocatore. E allora i vari Del Neri, Marotta, Agnelli e compagnia cantante non venissero a parlare ancora una volta a vanvera. Krasic è un SIMULATORE cronico, il giusto erede di un altro dei più grandi simulatori della storia del calcio, Nedved. Guarda caso sempre giocatori della Juventus. Allora gli arbitri si comportino di conseguenza e valutino gli episodi della gara sempre tenendo in considerazione la propensione di Krasic a ingannarli, a tuffarsi, a simulare e a cercare l'occasione per il furto perfetto, come a Bologna. Stavolta l'arbitro non ci è cascato, ma per le prossime volte dico: OCCHI APERTI SUL SIMULATORE!

Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore