giovedì 16 dicembre 2010

Evviva gli stranieri!

Spesso e volentieri si è dibattuto dell'esiguo numero di giocatori italiani che giocano nell'Inter e questa è molte volte stata usata come principale forma d'attacco ai nerazzurri, rei di non valorizzare i calciatori italiani e di puntare quasi esclusivamente su giocatori stranieri. Ricorderete che già in un articolo di qualche tempo fa dissi la mia su questa faccenda, ricordando un pò a tutti che giocatori italiani forti e degni di giocarsi un posto nell'Inter titolare ce ne sono davvero pochi e incedibili. Adesso voglio prendere un caso concreto che si è verificato questa estate e che dimostra come la scelta di affidarsi a giocatori stranieri non sia proprio un male. Il mio esempio riguarda il Napoli di De Laurentiis che ha avuto la bravura (e sottolineo BRAVURA) di mandare via Quagliarella, italiano e parecchio deludente, per prendere il più giovane e talentuoso Cavani, uruguaiano. Bene, questa scelta si è dimostrata azzeccatissima e di fatti ora il Napoli sta disputando una stagione strepitosa e ha in Cavani il suo giocatore cardine, arrivato già a quota 16 reti stagionali. Ennesima dimostrazione che non ha alcun senso tenere giocatori italiani in squadra se si ha la possibilità di prendere giocatore stranieri ben più forti. Questa è sempre stata la politica Inter, si dalla nascita e tutt'ora la società di Moratti continua a puntare su giocatori stranieri, cercando di prendere i migliori giovani italiani in circolazione (Balotelli, Santon e Ranocchia per esempio). Complimenti allora ancora una volta alla politica-Inter adottata dal Napoli questa estata e basta con le ipocrisie patriottiche che si sentono fin troppo in giro. Ben vengano giocatori stranieri forti a discapito di giocatori italiani scarsi!

7 commenti:

  1. E io aggiungerei un'altro aspetto. Si sostiene che i giocatori italiani vanno all'estero perchè qui non sappiamo valorizzarli.
    E quanti italiani hanno sfondato all'estero? Uno, forse due. Non di più. Allora non è colpa delle squadre ma dei giocatori...

    RispondiElimina
  2. Sono fiero di avere gente come Julio Cesar, Maicon ,Lucio, Samuel, Cambiasso, Eto'o, Milito, Sneijder, Motta. E quest'anno si è visto chi ha regnato.
    Saluti,
    http://allinter.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. Mi associo ai tuoi complimenti a De Laurentis: grazie per averci dato Quagliarella a metà del prezzo che spese 12 mesi prima. Idolo

    RispondiElimina
  4. De Laurentiis infatti fece un errore immenso strapagando in quel modo Quagliarella, ma si è rifatto con gli interessi.

    RispondiElimina
  5. Vincenzo, dei "tre migliori giovani italiani" uno l'avete venduto, un altro non gioca una partita di livello da 2 anni ormai, il terzo non è ancora vostro, nè è una "politica" puntare su questo Ranocchia ora che lo conoscono tutti. Lo sarebbe stato comprarlo un anno fa.

    Prima vincevano squadre con l'anima italiana, ora una con l'anima brasiliana e argentina.
    I regolamenti lo permettono, eh vabbè.

    RispondiElimina
  6. Non ci vedo nulla di male sinceramente. Se si fosse limitato il numero di giocatori stranieri nel nostro campionato, la serie A sarebbe ancora più mediocre di quanto lo è diventato negli ultimi anni.

    Inoltre ti vorrei far notare come il nostro settore giovanile sia uno dei migliori in Europa e solo questa estate, nonostante non abbiamo fatto mercato, abbiamo preso tantissimi talenti italiani come Faraoni, Benedetti e Paramatti, senza contare tutti quelli che abbiamo lanciato negli anni e che ora giocano in Serie A... Uno a caso? Bonucci...

    RispondiElimina
  7. Finchè i regolamenti lo permettono, avremo sempre i Poulsen, Tiago, Mancini, Quaresma, Oliveira a rubare il posto ad italiani. Fossero campioni, ok, ma una rosa con 25 stranieri quanti bidoni esteri può contare?

    Bonucci lanciato? Casomai regalato al Genoa..
    Sul settore giovanile avete lavorato bene, infatti secondo me avete le migliori giovanili d'Italia, oggi. Certo se poi i giocatori vengono dati via senza dargli tanto peso, vedi Destro che vale sicuramente più di Suazo..
    I talenti italiani li ha comprati anche la Juve st'estate, guarda Costantino, Camilleri, Giannetti, Saporetti. Poi si vedrà, ma se dai un'occhiata ai giovani lanciati in serie A nessuno come i bianconeri;)

    Per quanto riguarda lo scambio Quagliarella - Cavani, direi che ci hanno guadagnato tutti.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore