domenica 26 settembre 2010

Prendiamola con filosofia!

L'Inter conferma la tradizione e alla quinta giornata di campionato arriva la prima sconfitta stagionale ad opera di una fortunata Roma. Benitez ha confermato la stessa squadra che ha asfaltato il Bari nel turno infrasettimanale con l'aggiunta di Cordoba al posto dell'infortunato Samuel. I nerazzurri non hanno mostrato il loro migliore gioco ma sono stati senza dubbi i protagonisti in campo. Nel primo tempo non c'è stata partita con gli uomini di Benitez che hanno costruito diverse palle goal colpendo anche una traversa con Stankovic. Nella ripresa dopo un inizio sottotono che ha concesso qualche opportunità alla Roma, l'Inter ha dovuto sostituire per degli acciacchi prima Milito e poi Pandev, ritrovandosi quindi col solo Eto'o di punta. Nonostante ciò è ancora l'Inter a rendersi pericolosa col camerunense, ma Lobont ha vissuto una serata di grazia respingendo tutte gli attacchi neroazzurri. Nell'ultima parte di gara ci sono stati degli episodi che ci hanno sfavorito, come il mancato rosso a Menez per un entrata diretta da dietro su Sneijder, sanzionata con un semplice giallo. L'episodio più importante però che ha macchiato una prestazione abbastanza positiva fino a quel momento dell'arbitro è sull'azione da goal della Roma. Su un rinvio della difesa nerazzurra, Sneijder viene letteralmente affossato da un difensore giallorosso ma Morganti assegna punizione ai padroni di casa. Da questa punizione è nato il cross di De Rossi che ha pescato Vucinic in area che ha siglato il goal partita. In più nel forcing finale Eto'o servito splendidamente da Coutinho si è ritrovato davanti la porta dopo un tuffo clamoroso di Juan, ma l'arbitro anche stavolta ha fischiato fallo a favore della Roma. Episodi questi che hanno inciso sulla gara che, come detto, è stata per lo più a tinte nerazzurre, nonostante il non grande gioco espresso. La Roma porta a casa quindi tre punti nei minuti di recupero impegnando pochissime volte Julio Cesar e stavolta non ha nulla di che lamentarsi, anzi. Noi incassiamo invece la prima sconfitta stagionale, che brucia perchè arrivata in una partita che ci ha visto concludere diverse volte a rete, perchè è arrivata nei minuti di recupero e in seguito a un errore arbitrale (non sottolineato da nessuna emittente televisiva....). Però è giusto prenderla con filosofia: per chi è abituato a vincere una sconfitta vale una grande delusione, per chi invece è abituato a perdere una vittoria vale uno Scudetto. Benvenga la sconfitta una tantum allora!

Leggi le pagelle QUI

10 commenti:

  1. Non é una sconfitta che altera i piani...ma attenzione...Continuando cosí Benitez distrugge la squadra...prima a livello psisico e poi fisico !

    RispondiElimina
  2. Per me sei troppo apocalittico, mica abbiamo perso 5-0 senza toccare palla eh...

    RispondiElimina
  3. Abbiamo visto una buona Inter e questo lascia ben sperare per il futuro.
    E' mancata un pò di cattiveria agonistica. E su l'errore arbitrale sorvoliamo...

    http://calciorum.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Non é essere apocalittico ...Hai sentito la intervista di Maicon dove difende Chivu ?
    è possibile che un giocatore del livello di Chivu,che per altro aveva ragione al 1000x1000 deve parlare in quel modo ad un allenatore ?

    RispondiElimina
  5. Stiramento al quadricipite per Milito: a rischio per la Champions

    Di chi é la colpa ,mia ?..e questa non é sfortuna...ma conseguenza logica....di chi ha saltato la preparazione ha sempre annaspato fino a oggi una condizione fisica e di colpo si trova a giocare 3 partite in una settimana...a tirar troppo la corda.....

    RispondiElimina
  6. Chivu ha vissuto una situazione particolare con tutto lo stadio che lo fischiava e insultava a ogni pallone toccato, quindi aveva i nervi a fior di pelle.

    Per quanto riguarda Milito, peccato e speriamo che recuperi presto ma alternative valide da proporre in una gara come quella con la Roma non ne vedo. Poteva rifiatare con il Bari ma non avrebbe fatto quella doppietta che gli ha risollevato il morale.

    RispondiElimina
  7. Da esterno, mi è parsa una sconfitta da ascrivere a Benitez. Mi ha dato la sensazione che ad un certo punto e mancavano ancora trenta minuti alla fine, si accontentasse del pareggio. Questa è l'impressione che ha fatto a me.
    Ciao.

    RispondiElimina
  8. Ma Muntari era stato avvertito del fatto che lo sciopero era rientrato? Non si può regalare a un avversario isterico e che non si reggeva più in piedi un mezzo giocatore di merda che mentre Uomini Veri come Lucio combattono zoppi stringendo i denti, invece di aiutare i compagni si mette a guardare gli avversari che giocano!

    Comunque, interessante l'esperimento del doppio arbitro: nella metà campo giallozozza arbitrava all'inglese Morganti, che non fischiava un cazzo e lasciava correre tutto; nella metà campo nostra arbitrava Morgazzi Figlioditroia Morisse, che a ogni contrasto s'inventava un fallo e tirava pure fuori il cartellino...

    RispondiElimina
  9. E' stata una sconfitta assurda, non dico altro!
    Sottolineo i falli di mano plateali mai sanzionati dall'arbitro, altra cosuccia discutibile!
    ciao
    Sergio
    <a href="http://www.iointerista.com>IoInterista</a>

    RispondiElimina
  10. www.pianetasamp.blogspot.com

    Mah...a me sembra che Morganti abbia diretto benissimo, anche per merito dei giocatori che, una volta tanto, sono stati sostanzialmente corretti...è stata una partita aperta, anche la Roma ha avuto le sue occasioni, concordo con chi ha scritto che nell'ultima mezz'ora avete un pò dato l'impressione di accontentarvi del pareggio...ciao!

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore