mercoledì 15 settembre 2010

L'Inter riparte con un pareggio

La nuova Inter di Benitez riparte in Champions League come l'anno scorso, cioè con un pareggio. Stavolta si giocava contro i campioni d'Olanda del Twente su un campo davvero difficile e ostico, data l'enorme mole d'acqua scesa dal cielo. Benitez ha confermato il 4-2-3-1 riportando Zanetti terzino a sinistra, confermando la diga Mariga - Cambiasso davanti la difesa e riproponendo Pandev come esterno destro. L'inizio di partita lascia ben sperare con i nerazzurri che si portano subito in vantaggio con Sneijder. L'azione parte da Diego Milito che con un dribling fulmineo lascia sul posto un difensore del Twente e scaglia un bolide indirizzato sul secondo palo. Respinta del portiere di casa con Sneijder che si avventa sul pallone scagliandolo in rete di sinistro. Ottimo inizio dei nerazzurri che però concedono con Samuel una pericolosa punizione dal limite. Lo specialista Jansen non perdona e batte Julio Cesar con un missile sul suo palo. Imprendibile! I giocatori di Benitez subiscono un contraccolpo psicologico e il Twente ne approfitta spinto dal suo caloroso pubblico. Ancora una volta su calcio piazzato, l'Inter si fa beffare. Stavolta però è uno sfortunato Milito a deviare la palla nella propria porta su un corner velenoso battuto dal solito Jansen. Sotto di una rete, l'Inter ha la reazione della grande squadra, riprende in mano il gioco e attacca fino a trovare il gol del pareggio con Samuel Eto'o, che segna con un preciso destro dal limite. Nella ripresa l'inerzia della gara non cambia, con l'Inter che mantiene il pallino del gioco e schiaccia il Twente nella propria metà campo. Gli olandesi si affidano solo a sporadici contropiedi, bloccati la maggior parte delle volte da Lucio e Mariga. Episodio importante è l'ingresso in campo di Philippe Coutinho, che con la sua rapidità riesce a fare molto meglio di quanto fatto prima da Pandev creando diverse situazioni pericolose per gli avversari. Questa situazione si protarrà fino alla fine con Inter e Twente che si accontentano del pareggio. I Campioni d'Europa in carica, quindi, iniziano con un pareggio esterno la propria avventura nella nuova Champions League. Un pareggio che ci può stare date le circostanze. Squadra ancora in rodaggio, alcuni giocatori ancora fuori forma, avversario ostico e terreno quasi impraticabile. Un 2-2 che ci può stare anche alla luce del pareggio, con lo stesso risultato, tra le altre due squadre del girone, Werder e Tottenham. Tutti alla pari quindi dopo la prima giornata ma l'Inter ha tutta la voglia di prendere presto il volo verso gli ottavi di finale!

5 commenti:

  1. Come dicevo su un Blog di un altro amico, abbiamo perso due punti. Sono partite da vincere e con tutto il rispetto per il Twente non si possono perdere per strada certi punti. Benitez resta Mister Nessuno e la squadra dà l'impressione di non seguirlo totalmente. Ma...

    RispondiElimina
  2. Ciao Lenny!

    Io non sono così critico con Benitez e non penso sia un Mister Nessuno, anzi...

    Ovviamente siamo appena all'inizio e come fu per Mourinho dobbiamo dare anche a Benitez il tempo di lavorare. Mi sembra logico che le idee nuove di Benitez non si possano vedere nell'arco di due mesi, ma nell'arco di anni come è stato col Vate di Setubal.

    Per cui sostegno massimo per Benitez e per la squadra ;)

    PS: per vincere il campionato olandese il Twente doveva per forza essere una squadra temibile e ha confermato le attese.

    RispondiElimina
  3. Che peccato vedere questo Eto'o costretto a fare il tornante..d'altronde Milito può tornare in forma solo giocando.
    Mi è piaciuto il ragazzino brasiliano, grande personalità e piedi fini, deve solo essere più cattivo..
    A centrocampo la partita l'hanno vinta gli olandesi però(buon collettivo e un paio di giocatori interessanti)Cambiasso e Mariga non mi hanno fatto una buona impressione.

    Nel complesso si vede che la preparazione post-mondiale e in vista dell'intercontinentale si fa sentire sul serio, e probabilmente il buon Rafa(tecnico per me tra i migliori) deve avere il coraggio di lasciare in panca qualche big..

    Almeno da esterno la vedo così..

    RispondiElimina
  4. Aspettiamo una forma migliore da parte di tutti .poi giudicheremo...anche se é normale che dopo la stagione dell'anno scorso si resta con l'amaro in bocca.....

    RispondiElimina
  5. Ciao Nicol, è vero il discorso di eto'o esterno, però con Benitez sta giocando più offensivo di quanto faceva l'anno scorso tant'è che ha già segnato 4 gol. Milito in panca non va sia perchè è giocando che torna il forma, sia perchè dato anche l'infortunio di Pandev siamo ridotti all'osso come alternative.

    Come dice l'amico 4EverInter, aspettiamo che l'Inter entri in forma. Sono molto fiducioso e credo molto in Benitez.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore