domenica 19 settembre 2010

Inter in crescita: Palermo KO

Arriva a Palermo la seconda vittoria consecutiva dell'Inter in questo campionato. Dopo il pareggio in casa del Bologna e la vittoria interna sull'Udinese, i Campioni d'Europa in carica trovano anche la vittoria in trasferta, battendo di rimonta per 1-2 i rosanero. Poteva essere la partita di Coutinho, come avevo supposto nel post pre-gara e invece il giovane brasiliano non è nemmeno entrato in campo. E' stata invece la partita di Samuel Eto'o, che con i suoi goal continua a trascinare l'Inter nei suoi successi di inizio stagione. Altra doppietta, la seconda stagionale, segnata tutta nel secondo tempo, lo porta a quota 6 centri in altrettante gare ufficiali. Benitez ha sopperito all'assenza di Sneijder mettendo Stankovic al suo posto e mantenendo quindi l'assetto delle ultime gare. Niente rombo a centrocampo quindi, confermati Pandev Eto'o e Milito davanti. L'Inter inizia alla grande la partita dominando incessantemente per tutto il primo tempo. I nerazzurri collezionano numerose palle gol bloccate più dalla sfortuna che dalla bravura del Palermo. Prima una traversa di Stankovic, poi un paio di occasioni collezionate da Eto'o e Milito. Poi succede quello che non ti aspetti col Palermo che in contropiede colpisce l'Inter andando a segno con Ilicic. Nella ripresa il Palermo spinto dall'entusiasmo continua ad attaccare ma trova dinanzi a sè una grande difesa e un grande Julio Cesar, che si supera in un paio di occasioni tenendo in partita i compagni. Nel momento di maggiore difficoltà Benitez indovina la mossa tattica. L'Inter passa al 4-4-2 in linea con Zanetti Stankovic Cambiasso e Pandev a centrocampo, Eto'o punta al fianco di Milito. Nemmeno il tempo di cambiare assetto tattico che un fenomenale Eto'o mette la propria firma sul match. Il primo goal è propiziato da Milito che, nonostante una marea di goal mangiati, riesce a servire una bella palla a Eto'o, il quale con una superba finta si libera del marcatore e batte Sirigu. Questione di minuti e arriva la doppietta personale per il Re Leone. Stankovic al limite scambia di tacco con Maicon, mette la palla in mezzo dove trova l'implacabile Eto'o. Secondo tiro in porta, secondo goal! I nerazzurri ribaltano la situazione portandosi finalmente in vantaggio dopo aver sciupato una quantità industriale di palle goal, soprattutto con Milito, che è migliorato dal punto di vista atletico e tattico, ma che deve ancora trovare la via del goal. Se manca Il Principe, risponde presente il Re che con una prodigiosa doppietta regala altri tre punti all'Inter, che dopo tre giornate di campionato si trova in testa alla classifica con ben sette punti, staccando Milan e Roma che hanno pareggiato con Catania e Bologna. Come previsto, la squadra di Benitez senza fare proclami si mantiene in testa alla classifica, con le altre che si trovano sin da subito a rincorrere. Pian piano si iniziano a vedere i miglioramenti dell'Inter di Benitez che sarà al top una volta che tutti i suoi interpreti avranno ritrovato la miglior condizione fisica e mentale (leggi Diego Milito). Intanto ci godiamo questa Inter, tre partite due vittorie e un pareggio, due gol subiti e quattro segnati. I nerazzurri non sono sazi e anche quest'anno vogliono portare a casa lo scudetto. Le inseguitrice sono avvisate, non basta la propaganda per vincere il tricolore!

Leggi la pagella dei nerazzurri QUI

5 commenti:

  1. Vincenzo, ti ho risposto in questo articolo:

    La saga delle risate: Ciro Capuano è comunista!

    Ciao.

    :)

    RispondiElimina
  2. Partita strana...quest'oggi ! L'Inter straneritava il vantaggio nel primo tempo e si é trovata sotto.....il Palermo meritava qualcosa in piú nella ripresa e proprio nel momento migliore rosanero siamo usciti noi..questo é il calcio !

    RispondiElimina
  3. Oggi abbiamo assistito davvero a una bella partita.

    RispondiElimina
  4. www.pianetasamp.blogspot.com

    Bella vittoria nella quale mi è parso di capire si sia vista la mano di Benitez...ciao!

    RispondiElimina
  5. Ho appena rivisto l'intera partita. Confermo quanto hai detto Andrea.

    Si è vista un'Inter molto alta, gioco palla a terra, grande movimento e tantissime occasioni da rete collezionate. In più sia nel primo tempo che nella ripresa abbiamo fatto il 60% di possesso palla.

    La mano di Benitez si è vista e sono convinto che col tempo miglioreremo sempre di più.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore