mercoledì 29 settembre 2010

Implacabile Eto'o!!!

Stasera abbiamo ricordato a tutti che i Campioni d'Europa siamo noi. Non sarebbe stata di sicuro un' immeritata sconfitta amplificata a dismisura dalla stampa contro la Roma a ridimensionare i nostri obiettivi. Vogliamo competere ancora con forza su tutti i fronti e, in attesa della gara di domenica contro la Rubentus, abbiamo demolito i tedeschi del Werder Brema. Entrambe le squadre arrivavano a questa gara con tante assenze e noi per sopperire ai forfait di Pandev e Milito abbiamo lanciato nella mischia i due talentini Biabiany e Coutinho. Per entrambi una grande partita. Dopo un inizio col brivido per una sciagurata uscita di Julio Cesar a metà campo, i nerazzurri hanno preso in mano la gara e l'hanno dominata in lungo e in largo per tutti i novanta minuti di gioco, confenzionando un rotondo 4-0. Principali protagonisti di questa magica serata di Champions sono stati Samuel Eto'o, autore di una tripletta, e Wesley Sneijder autore di un goal e un assist. La prima rete è arrivata al 21° minuti del primo tempo. Pressing altissimo dei nerazzurri con Cambiasso che intercetta un pallone lanciando a rete Eto'o, che davanti a Wiese non sbaglia. Il raddoppio arriva dopo pochi minuti sempre con il camerunense servito stavolta dalle retrovie da Lucio. A coronamento di un primo tempo sontuoso, arriva il terzo goal nerazzurro con Wesley Sneijder che, imbeccato splendidamente da un Eto'o in versione uomo assist, supera Wiese con un delizioso tocco sotto. Nella ripresa Julio Cesar prima e Lucio poi lasciano il campo per fastidi muscolari e c'è il debutto per Castellazzi e per Santon. I nerazzurri abbassano i ritmi mantenendo comunque il pallino del gioco mettendo in mostra un grande possesso palla. Dopo un paio di belle parate di Castellazzi arriva la tripletta personale di Samuel Eto'o, lanciato in contropiede da Sneijder. Per il Re Leone sono ora 11 i goal in sole 9 partite ufficiali, qualcosa di spaventoso! La gara si conclude quindi sul 4-0 con un'Inter che ha dato una dimostrazione di grande forza e unità di intenti. Un mix perfetto di esperienza e gioventù ha consentito agli uomini di Benitez di mostrare un bel gioco, molta intensità e una squadra compatta e solida. Niente ci ha scalfito come previsto e già siamo pronti alla sfida di Domenica sera contro la Rubentus. Mentre noi ci godiamo il primo posto in campionato e nel girone di Champions, loro si preparano a giocare la prestigiosa Europa League...

Leggi le pagelle QUI!

9 commenti:

  1. La premessa doverosa è per l'avversario mediocre, che si è presentato a S.Siro, con una difesa imbalsamata; sono sicuro che le loro assenze contano, ma l'Inter è stata quasi perfetta ed alla fine poteva starci una goleada storica.
    Bravo Rafa ed i giovani; quanto mi piace Coutinho ;)
    Peccato per Lucio
    ciaooooooo
    Sergio

    RispondiElimina
  2. Felicissimo per i nostri e soprattutto per Eto'o, grande uomo positivo, solare e simpatico come dimostrato nella bella intervista finale. Dissento quasi completamente sul sempre troppo lodato Cotechinho (il suo voto per ieri sera è un 6, a voler chiudere generosamente gli occhi per pasticci, palle perse, facili assist mancati): rimangono le mie perplessità sul rischio di bruciarlo. Un tempo questi ragazzini venivano mandati a farsi le ossa in serie B, oggi procuratori e sponsor lo impediscono. Coutinho lo vedrei bene nel Varese, e non è una battuta. Ovviamente spero di sbagliarmi e di essere presto costretto a cambiare idea.

    RispondiElimina
  3. -Sergio
    c'è da dire che anche da noi mancavano tantissime pedine importanti, però con i giovani abbiamo fatto altrettante bene, se non meglio.

    -Zio Scriba
    non sono affatto d'accordo sulla questione Coutinho. Questa storia di mandare i giovani talenti in serie B non ha mai prodotto alcunchè, mi viene il mal di testa solo a pensare al Barcellona che da Messi in prestito a 18 anni anzichè vendere Ronaldinho per fargli posto. I talenti bisogna tenerli e farli crescere. Coutinho diventerà un grande.

    RispondiElimina
  4. Gran bella vittoria che dà serenità dopo la brutta ed ingiusta sconfitta di domenica scorsa.

    Eto'o davvero ETOMICO, Sneijder il solito direttore d'orchestra ma la difesa mi lascia ancora molti dubbi. È la stessa della passata stagione ma gioca in maniera diversa per le idee del gordito che abbiamo in panca. I meccanismi non sono ancora per nulla rodati e se nei primi 8 minuti subiamo almeno una delle tre occasioni avute dai tedeschi, oggi - forse - raccontavamo un'altra partita. Fortunatamente è andata diversamente e dopo il folgorante inizio il Werder si è dimostrato davvero poca cosa.

    Un saluto a tutti.

    LeNny.

    :)

    RispondiElimina
  5. www.pianetasamp.blogspot.com

    Troppo tenero il Werder Brema per una squadra come l'Inter...
    P.S: Vincè ovviamente non mi riferivo a te quando nell'altro post invitavo i tifosi interisti a non drammatizzare il k.o. di Roma...ciao!

    RispondiElimina
  6. Malgrado la bella vittoria mi continua a preoccupare il reparto difensivo...troppo tenero con gli avversari ,diverse sbavature dei singoli e soprattutto sempre molto alto...e spesso preso in contropiede.

    RispondiElimina
  7. E' impossibile pretendere che tutti i meccanismi funzionino alla perfezione dopo così pochi mesi. Ci manca anche un tassello fondamentale come Samuel in difesa, nonostante questo ieri abbiamo concesso solo tre occasioni al Werder. Mica possiamo subire zero occasioni per tutta la partita.

    RispondiElimina
  8. Certo Vincenzo ma ricordati che se non era il Werder non eravamo qui a festeggiare. Concedere qualche cosa all'avversario è più che normale, giocano anche loro ma a tutto c'è un limite. E difensivamente questo limite l'Inter, in questa nuova stagione, l'ha sempre oltrepassato.

    Ciao.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore