mercoledì 8 settembre 2010

Italia giovane e bella!

Finalmente un'Italia di qualità, con un bel gioco e ottimi risultati. L'inizio di Prandelli è spumeggiante, due partite, due vittorie. 2-1 contro l'Estonia e 5-0 contro le Isole Far Oer. Di certo non sono avversari di prima fascia, però risultati così rotondi come quello di ieri sera non si vedevano da tempo. Questa è la Nazionale del talento, di Cassano, di Balotelli, di Rossi, di Montolivo, non la Nazionale di vecchi e raccomandati, quella per intenderci che ha fatto fare all'Italia la peggiore figura della sua storia solo pochi mesi fa. Prandelli ha intrapreso la strada giusta e per questo ha il supporto di tutti noi tifosi. Come vedete non era una questione contro la Juventus, ma contro Lippi e le sue scelte. Giocatori della Juventus sono ben accetti in Nazionale se sono all'altezza (vedi Bonucci scuola Inter che ora milita tra i bianconeri). Gente come Cannavaro, Camoranesi, Marchisio, Iaquinta deve stare a casa. Prandelli sta lanciando tanti giocatori nuovi che da tempo avrebbero meritato la Nazionale, vedi De Silvestri e Cassani che ho sempre sostenuto, vedi Montolivo titolare inamovibile, vedi Giuseppe Rossi, Cassano e Balotelli. Questa Italia promette bene, aspettiamo ovviamente di confrontarci con avversari di tutt'altro rango, ma l'inizio è ottimo e chi ben comincia si sa, è a metà dell'opera. Un'Italia giovane, bella e vincente, questo è l'obiettivo di Cesare Prandelli e io sono dalla sua parte.

7 commenti:

  1. D'accordo l'entusiasmo ma non dimentichiamo la squadra avversaria fatta di carpentieri e artigiani. ciao e bentrovati

    RispondiElimina
  2. Non esaltiamoci per niente......minimo risultato qualificarsi per l'europeo....poi vedremo !

    RispondiElimina
  3. Ricordo i tempi in cui con un certo vecchio in panchina queste partite le pareggiavamo. Per questo penso che sia giusto "esaltarsi" per un 5-0 sulle Far Oer. Semplicemente perchè in passato non l'abbiamo mai fatto.

    Come ho scritto nell'articolo, aspettiamo esami più difficili, ma affrontare una big con cassano rossi e balotelli in attacco è tutt'altra cosa che affrontarli con iaquinta pepe e camoranesi...

    RispondiElimina
  4. Contro le Far Oer abbiamo anche fatto fatica in passato..ct era Donadoni..


    Io tutto questo talento emergente non lo vedo,d'altronde gli uomini sono più o meno gli stessi del sudafrica con Cassano e Balotelli(Molinaro e Antonelli non li considero!), spero ovviamente di sbagliarmi, intanto sono contento di aver rivisto la Nazionale vincere in goleada.

    Speriamo di vedere presto anche Ranocchia e soprattutto Santon convocato, sulle fasce siamo veramente penosi.

    RispondiElimina
  5. Molinaro è uno che corre sempre ma sbaglia tutti i cross, de silvestri e cassani invece sono ottimi terzini per me. Ovviamente siamo d'accordo che Santon è di un altro pianeta, speriamo recuperi presto con quel maledetto ginocchio!

    RispondiElimina
  6. www.pianetasamp.blogspot.com

    Non bisogna esaltarsi visto il tasso tecnico degli avversari tuttavia Prandelli si sta comportando con logica e buonsenso per cui merita tutto il sostegno e l'appoggio possibile...ciao!

    RispondiElimina
  7. Prandelli riuscirà (forse) a farmi tornare a tifare per l'italia, almeno fino a quando gli daranno carta bianca.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore