sabato 18 settembre 2010

E' la volta di Philippe Coutinho!

Dopo il ritorno in Champions League col difficile pareggio in casa del Twente, l'Inter si riaffaccia sul campionato e dovrà vedersela in casa del Palermo. Mantenendo per ora la testa della classifica rispetto alle altre pretendenti al titolo, i nerazzurri arrivano a questa partita con un pò di problemi. Gli allenamenti e le ultime partite hanno mostrato dei miglioramenti, ma ovviamente Benitez non è ancora soddisfatto e pretende dai suoi giocatori maggiore costanza e aggressività nel gioco. Domani mancherà una pedina di fondamentale importanza per l'Inter, Wesley Sneijder. Infatti l'olandese soffre ancora di un lieve infortunio patito nella gara di coppa e per questo il tecnico spagnolo ha preferito non rischiarlo. Mancherà anche Biabiany mentre Pandev ha recuperato a sorpresa ma non credo possa essere da subito arruolabile. Tutto ciò lascia presagire a un cambiamento tattico. Non più tridente, ma rombo a centrocampo con Milito e Eto'o di punta. Il camerunense è in forma strepitosa in questo inizio di stagione e giocando più vicino alla porta e a Milito potrebbe risultare ancora più decisivo e devastante. Diego invece è ancora alla ricerca della miglior forma e del gol, cosa che gli sta pesando non poco sul morale. Ma il Principe ha il completo e incondizionato sostegno di tutti noi tifosi che continuiamo a sostenerlo, nell'attesa di rivederlo esultare come nella finale di Madrid. Ma data l'assenza di Sneijder, chi giocherà alle spalle delle due punte? La risposta sembra essere scontata ed è molto allettante. Il giovane fenomeno Philippe Coutinho. Dopo un'ottima prestazione nella gara col Twente, il talentino brasiliano è pronto a giocarsi la sua chance, quella di scendere in campo dall'inizio e far vedere i suoi numeri. Le aspettative e la curiosità di vederlo all'opera sono tante, ma allo stesso tempo siamo consapevoli di non poterci aspettare che risolva le partite da solo. Questo probabilmente lo farà tra qualche anno. Per ora ci possiamo accontentare della sua imprevedibilità e dei suoi colpi di classe. Magari un assist vincente per Eto'o e uno per Milito non sarebbero male come inizio! Un altro talento cristallino sarà nostro avversario domani pomeriggio. Javier Pastore, trequartista argentino del Palermo che sta vivendo la stagione della sua definitiva consacrazione. I rosanero sono una squadra giovane che vive molto sulle giocate e sull'entusiamo dei suoi giovani talenti. Pastore e Hernandez sono i più affermati e sono sicuramente quelli da tenere d'occhio. Un'assenza pesante ci sarà anche per loro, dato che Miccoli non è riuscito a recuperare. Ciò nonostante il Palermo non mi lascia tranquillo, davanti hanno Pastore a supporto di Hernandez e Maccarone, l'ex Siena che ci ha spesso fatto male. Come ha detto Benitez, c'è ancora da migliorare sia in difesa che in attacco. Dobbiamo subire meno gol e dobbiamo andare più spesso a rete. Domani abbiamo un'altra occasione per testare i progressi di questa nuova Inter, che con ogni probabilità presenterà in campo un giovane brasiliano, di appena 18 anni, che porta sulle spalle il numero 29 e ha tutti i colpi per diventare una stella. Philippe Coutinho.

5 commenti:

  1. www.pianetasamp.blogspot.com

    Domani secondo me avete l'occasione per rimediare al mezzo passo falso di Bologna, il Palermo in difesa sta facendo acqua da tutte le parti e oltretutto potrete contare su due giorni di "riposo" in più a differenza dei rosanero che hanno giocato giovedì sera, la freschezza atletica potrebbe risultare decisiva...ciao!

    RispondiElimina
  2. Ciao Vincenzo.
    Sono molto curioso di vedere Coutinho dall'inizio..finora ha sempre avuto un impatto positivo entrando dalla panca, vediamo come se la cava del 1'..infortuni a parte, lui e eto'o mi sembrano davvero gli unici là davanti che possono cambiarvi la partita, ora come ora..

    Pastore e Hernandez come giustamente dici sono semplicemente di un'altra categoria, possono fare malissimo a chiunque, ma dietro il palermo è veramente da terza categoria..

    Prevedo una bella partita!

    RispondiElimina
  3. Ci siamo, manca poco alla gara. Spero di vedere un'Inter decisa a portare a casa i tre punti.

    Avevo dimenticato di citare quel dettaglio abbastanza rilevante sottolineato da Andrea, quei due giorni in più di lavoro possono essere determinanti.

    RispondiElimina
  4. D'accordo con Andrea! ciao

    http://mondobiancoceleste.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. Coutinho non parte titolare, gioca Stankovic trequartista.

    Peccato....

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore