mercoledì 1 settembre 2010

Calciomercato chiuso, silenzio Inter...

E' iniziato il campionato e i nerazzurri di Benitez hanno iniziato con uno 0-0 in casa del Bologna. Primo tempo opaco, secondo tempo decisamente meglio con diverse occasioni per l'Inter sventate da Viviano e dalla traversa. Da diversi anni iniziamo con un pareggio alla prima giornata e ha sempre portato bene, speriamo che anche quest'anno sarà così, anche se visto come si è chiuso il mercato restano tantissimi punti di domanda. Ecco la mia analisi del mercato di tutte le squadre di Serie A.

BARI 5,5:
La difesa si è senza dubbio indebolita con la perdita di Ranocchia e Bonucci. Raggi, Rossi e Rinaldi non sembrano all'altezza dei due giovani azzurri. Pulzetti a centrocampo e Ghezzal in attacco al posto di Meggiorini completano il quadro. Mercato discreto.

BOLOGNA 6,5:
il Bologna riparte dai giovani. Fuori Adailton e Guana, dentro tanti giovani di ottima prospettiva come l'interista Khrin, lo juventino Ekdal, Rubin dal Torino, Esposito, Meggiorini e Paponi. Anche innesti di esperienza come Lupatelli e Perez dal Monaco, per un mercato di buon livello.

BRESCIA 6,5:
mantenuti i pezzi pregiati che hanno conquistato la promozione nella scorsa stagione, il Brescia ha aggiunto grande esperienza alla difesa con l'acquisto di Zebina e Sereni in porta. Maggior estro anche all'attacco con il ritorno in Italia di Diamanti e l'ingaggio del brasiliano Eder. Bel mercato.

CAGLIARI 5,5:
un mercato meno scoppiettante quello dei sardi che hanno messo a segno un solo grande colpo, il ritorno di Robert Acquafresca. Ceduto invece Jeda al Lecce. Pelizzoli e Pinardi non aumentano il livello della squadra che si è abbassato con le cessioni di Larrivey, Barone, Dessena e Diego Lopez. L'allenatore nuovo, Bisoli, mi lascia molto perplesso.

CATANIA 6:
il Catania ha fatto davvero pochissimo in questo mercato ma merita la sufficienza per essere riuscita a farsi dare per Martinez dalla Juventus la bellezza di 12 milioni di euro. Complimenti!

CESENA 6,5:
mercato coi botti per i neopromossi del Cesena. Cavalieri in porta, Fatic e Pellegrino in difesa, Jimenez, Appiah e Caserta a centrocampo, Bogdani e Budan in attacco. Tanti giocatori nuovi che però se riusciranno a formare un gruppo potranno ottenere ottimi risultati.

CHIEVO 6:
mercato nella norma per i clivensi che hanno sostituito il vecchio Yepes con il giovane Andreolli, hanno preso Guana e Bogliacino a centrocampo e Moscardelli in attacco per sostituire Pinzi Ariatti e Bogdani. La conferma di Pellissier è la notizia più importante. Il mister Pioli dovrà dimostrare tanto.

FIORENTINA 5:
prometteva bene il mercato dei viola iniziato con gli ingaggi di D'Agostino e Boruc. Poi tutto si è fermato e sinceramente mi aspettavo qualche colpo in più dopo una stagione tanto deludente. Dopo la squalifica di Mutu e il grave infortunio di Jovetic serviva una seconda punta da affiancare a Gilardino. Cerci non basta...

GENOA 8:
Preziosi letteralmente scatenato in questo mercato. Tanti acquisti ma tutti di grande qualità per far crescere il Genoa e portarlo finalmente tra le grandi del campionato italiano. L'esperto Eduardo in porta con Amelia al Milan, il promettente Ranocchia in difesa preso in comproprietà con l'Inter, Rafinha sulla fascia e Kaladze completano una difesa di altissimo livello. La cessione di Bocchetti al Rubin per oltre 10 milioni è un vero affare. Zuculini e Miguel Veloso a centrocampo, col portoghese individuato come il tanto agognato erede di Thiago Motta. L'esperto Toni e il talentuoso Destro a completare l'attacco. Grande mercato!

INTER 5:
un mercato davvero deludente per i Campioni d'Europa. Abbassata l'età media della squadra con gli innesti di Biabiany (al posto di Quaresma ceduto al Besiktas) e il giovane fenomeno Coutinho, preso in comproprietà Ranocchia dal Genoa e messo Castellazzi al posto di Toldo, il mercato dell'Inter ha registrato soprattutto la pesante cessione di Mario Balotelli, regalato al Manchester City per soli 28 milioni di euro. In entrata nessun grande nome, nonostante i proclami di Moratti che prometteva un grande acquisto solo dopo una grande cessione. Ebbene, via Balotelli, dentro nessuno. E questo lascia molte perplessità soprattutto alla luce del grande rinforzamento delle avversarie, Milan in testa. Un grande lavoro è stato invece fatto per il futuro. Faraoni, Benedetti, Paramatti e lo stesso Ranocchia sono garanzia di una grande futura difesa, tutta italiana. Per ora restiamo così...

JUVENTUS 6,5:
un voto positivo lo merita Marotta perchè ha portato tanti volti nuovi alla Juventus. Grandi nomi non ce ne sono, la maggior parte dei giocatori presi sono delle vere e proprie scommesse. Storari si è dimostrato un ottimo portiere e avrà il compito di proteggere la porta in attesa del rientro di Buffon. Bonucci, Motta e Traurè ringiovaniscono un reparto vecchio come quello dell'anno scorso. A centrocampo si registra la cessione di Diego al Wolsfburg per la metà dei soldi spesi solo un anno fa per comprarlo. In entrata Pepe, Krasic e Aquilani. Tre scommesse, nessuna certezza. In attacco invece sono arrivati Martinez, strapagato al Catania (addirittura 12 milioni di euro!) e Quagliarella preso in extremis dal Napoli. Un giocatore con la stessa sindrome di Amauri, tante partite giocate, pochi gol segnati. Vedremo come Del Neri riuscirà a amalgamare tutti questi giocatori nuovi.

LAZIO 6:
venduto Kolarov per la bellezza di 19 milioni di euro al Manchester City, Lotito ha messo a segno un vero e proprio colpo di mercato portando alla Lazio il brasiliano Hernanes che potrebbe diventare una nuova stella della serie A.

LECCE 5,5:
interessante sarà vedere come funzionerà l'attacco Chevanton Jeda, con il giovane Piatti pronto a esplodere. Per il resto acquisti di mediocre livello.

MILAN 9:
decisamente regina del mercato d'attacco. Robinho e Ibrahimovic sono i colpi dell'ultima ora che hanno messo il Milan in pole per soffiare il titolo ai cugini dell'Inter. L'attacco con Ronaldinho, Pato, Ibrahimovic e Robinho è da brividi. Sokratis e Yepes si aggiungono in difesa come buone riserve, mentre a centrocampo c'è la scommessa Boateng, che ha ben figurato al Mondiale con il Ghana. Complimenti al Milan per l'eccezionale mercato portato a termine.

NAPOLI 6,5:
ottimi gli innesti di Cavani e Sosa. Quagliarella ceduto alla Juventus dopo una stagione deludente. Yebda e Lucarelli completano la casella degli arrivi di rilievo. Manca qualcosa alla difesa.

PALERMO 6:
mercato scommessa per la squadra di Zamparini. Ceduto Kjaer in Germania, è stato preso come sostituto il giovane Munoz. In attacco l'importante cessione di Cavani al Napoli è stato sopperita con gli arrivi di Maccarone e Pinilla, ma il titolare sarà l'astro nascente Hernandez.

PARMA 6,5:
Candreva e Giovinco sono due ciliegine che possono riportare il Parma in alto.

ROMA 7:
i giallorossi si sono di certo rinforzati. Di certo non con Adriano che ha già prenotato un volo per il Brasile a Gennaio (ci scommetto sopra ahah!), ma con l'arrivo in extremis di Borriello. Importante anche la conferma di Burdisso pagato ben 8 milioni di euro (la cifra richiesta sempre dall'Inter). Simplicio è una ottima riserva. Vedremo...

SAMPDORIA 4,5:
il quarto posto dello scorso anno e i preliminari di Champions dovevano indurre Garrone a intervenire per rinforzare la rosa. Nulla di tutto ciò è stato fatto, la Samp è la stessa dell'anno scorso, salvo Dessena a centrocampo e Curci in porta, al posto del migliore Storari. Il declassamento nel ranking Uefa è anche figlio di queste situazioni...

UDINESE 4,5:
ceduti Pepe, Lukovic, Obodo e D'Agostino è stato preso di importante solo Denis. Anche qui un mercato di basso livello.

Beh cosa dire, si è capito che sono rimasto molto deluso dal mercato dell'Inter. Nè Mascherano, nè Kuyt. Nè Forlan nè quella schiappa di Sculli. Un mercato assolutamente fermo che rischia di mettere in discussione il nostro primato in Italia. Squadra che vince non si cambia, ma senza Josè Mourinho questo detto non doveva valere...

18 commenti:

  1. Sono quasi d'accordo su tutto.

    Forse avrei dato mezzo voto in più al Parma e mezzo in meno al Napoli che per me è rimasto uguale(via Quaglia, Cigarini e Denis dentro Cavani Sosa e Lucarelli, cambia nulla)

    Piccola postilla: Diego ceduto a 15 milioni ha generato una minusvalenza di 5 milioni.

    RispondiElimina
  2. www.pianetasamp.blogspot.com

    Io invece non sono d'accordo quasi su nulla, anche tu vedi la seconda squadra di Genova tra le regine del mercato...mah...:-)...ciao Vincè...

    RispondiElimina
  3. Bah, di solito la strategia di non prendere un cazzo di un cazzo non paga.

    Certo, squadra che vince... Ma a questa squadra che vince mancano un Balotelli (decisivo checché se ne dica) ed un Milito (scordatevi che sia quello dell'anno scorso).

    Boh, vediamo... l'unica certezza che ho è che l'attacco "stellare" del Milan si risolverà in un pantano dalle parti di Ibra, almeno fino a che non cambieranno questo stupido modulo che vede lo svedesone come unica punta, totalmente fuori ruolo ed incapace di essere uomo da area di rigore come ci ha sempre dimostrato nei pochi esperimenti mourinhani in quel ruolo.
    Certo, se hai Borriello e lo dai via...

    RispondiElimina
  4. è vero che avevamo comprato tantissimo (e benissimo) l'anno scorso, e che fenomeni in giro non se ne vedevano, e che la cessione di Balotelli è stata obbligata perché trattasi di testa di cazzo col cervello troppo piccolo persino per il mondo del calcio, ma almeno un rinforzo in attacco serviva. e non siamo stati bravi neppure a vendere: ci è rimasta sui coglioni quella colossale zavorra che è muntari!

    RispondiElimina
  5. Be', il colpaccio sarebbe stato vendere Milito. Ma chi te li dà 30 milioni per Milito..?!

    RispondiElimina
  6. Oltre a Muntari sono rimasti Mancini Rivas e Suazo che sono molto peggio di Sulley... andava fatto assolutamente qualcosa in attacco, perchè ora siamo contati.

    Nicol: Diego è stato pagato 25 milioni senza ulteriori bonus dato che di obiettivi raggiunti ce ne sono praticamente zero. Con questa cessione c'è una minusvalenza di ben 10 milioni dopo un solo anno, mica briciole.

    Andrea: capisco che tu da buon doriano odi il Genoa come noi Interisti odiamo gobbi e bilanisti, ma bisogna essere obiettivi e come io ho elogiato a malincuore il grande mercato del Milan, tu dovresti fare lo stesso col Genoa che ha costruito una squadra davvero forte. Vedrai che il Genoa arriverà in alto quest'anno.

    Detto questo, ho sentito che l'Inter ha un tesoretto per Gennaio ma non avrebbe alcun senso dato che a Gennaio di solito si muovono le schiappe, di certo non i BIG! Che palle!

    RispondiElimina
  7. Vincenzo esiste l'ammortamento del costo del giocatore: dopo 1 anno Diego, acquistato a 24,8, pesava per 20 milioni sul bilancio, venduto a 15(cash e senza rate) la minusvalenza è di 5 milioni.
    Lo stesso discorso si può fare, tra gli altri, per Quaresma.
    :-)

    Sono d'accordo con SCIUSCIA, Ibra non può essere il perno di un attacco a 3, con Borriello di fianco avrebbe reso di più.

    RispondiElimina
  8. Ah una domanda: Destro può essere considerato il vice-toni oppure può fare l'attaccante esterno?

    RispondiElimina
  9. Nicol, se con "attacante esterno" intendi un'ala (chiariamo subito che si parla coi nomi "veri" dei ruoli, non con i termini gay che vanno di moda adesso), mi pare che non lo fosse. Massimo, seconda punta, trequartista.

    Quanto al Milan, io credo che l'attuale idea tattica di Allegri sia ancora più agghiacciante: i tre uomini di brasiliana fantasia sulla trequarti (Pato, Dinho, Robinho) con Ibra davanti.
    Questo genere di attacco non mi convincerebbe nemmeno se la punta fosse l'Adriano dei tempi d'oro, figuriamoci con un punta finta come Ibra.

    Se poi, come penso, Pato farà l'ala e Robinho pure, allora già meglio, ma resta il fatto che Ibra non è adatto a fare il birillone centrale (ricordo ancora con angoscia gli esperimenti con Quaresma all'ala e lui al centro... brrrr...)

    RispondiElimina
  10. Beh Ibrahimovic da prima punta con noi ha fatto 25 gol prima di andare al Barca, per vincere un campionato è ottimo.

    Tutti e quattro gli attaccanti in campo il Milan non potrà mai metterli perchè farebbero 3 gol ma ne prenderebbero 5 ihih.

    Per quanto riguarda Destro, lui è una prima punta che può giocare al massimo da seconda punta. Per me nell'arco di pochi mesi soffierà il posto a Toni, ha un gran talento Mattia ;)

    RispondiElimina
  11. Grazie ad entrambi.;-)
    Quindi nel 3-4-3 di Gasperini giocherebbe come vice toni, visto che il modulo prevede due ali offensive molto larghe.
    (curiosità fantacalcistica)

    Ibra per me rende al massimo con un bel puntero di fianco, Borriello e al limite Huntelaar sarebbero stati molto utili in questo senso.

    E ammesso e non concesso che Ibra giochi a meraviglia nei 3 davanti, la doppia cessione Bor-Hunt non la capisco lo stesso.

    Se a Ibra viene un raffreddore che fanno, si affidano ancora ad Inzaghi?

    Senza contare che sia Ibra che Robinho non sono proprio il manifesto dell'armonia nello spogliatoio, e Allegri è alla prima esperienza big.
    Tante incognite, per me l'inter resta più forte a prescindere dall'indebolimento in questo mercato.

    RispondiElimina
  12. www.pianetasamp.blogspot.com

    Credimi Vincenzo la mia antipatia non c'entra nulla, è che io i vari Zuculini, Veloso, Rafinha, Eduardo, Chico e Toni li voglio vedere all'opera nel calcio italiano ( Toni escluso ovviamente, che però ha già 33 anni ) è molto probabile che facciano meglio dell'anno scorso dove arrivarono noni, ma a sentire gli espertoni pare che tra un pò siano loro la vostra vera rivale nella lotta per lo scudetto...tu citi gli acquisti, io vorrei ricordarti che si sono già venduti Ranocchia ed hanno ceduto Bonucci, l'ottimo Sokratis e il nazionale Bocchetti...poi per carità, magari faranno benissimo e sarò il primo a riconoscere i loro meriti e a complimentarmi con chi, come te, aveva previsto il loro exploit....ciao!

    RispondiElimina
  13. Difficile commentare chi ha fatto bene...molte volte l'apparenza inganna.Se inoltre pensi che malgrado la nostra non campagna acquisti siamo ancora a detta di tutti i favoriti.perché tutti gli interisti sono arrabbiati ?

    RispondiElimina
  14. Ciao Vincenzo. :)

    Secondo me il nostro mercato vale 4, il quale diventa un 3 con quel gordito di allenatore che ha fatto visita nella Milano Campione. Benitez non mi piace per un cazzo e mi puzza tanto di rimpiazzo mal riuscito di un progetto mai andato in porto. Spero vivamente di sbagliarmi ma quest'anno la vedo dura anche per il solo campionato. Lo SpecialOne mi manca già parecchio e siamo solo all'inizio. Vedremo cosa succederà ma resto molto perplesso!!!

    Un salutone.

    LeNny.

    RispondiElimina
  15. Gli interisti sono arrabbiati perchè non sono fessi. Sanno che la cessione di Balotelli sul piano tecnico ci ha indebolito molto e che dovevamo prendere qualcuno per sostituirlo.

    Però dai, diamo tempo a Benitez e vediamo cosa riuscirà a fare.

    RispondiElimina
  16. Io sono incazzato perché abbiamo dovuto gioco-forza cedere quello che sarà il più grande calciatore italiano dei prossimi cinque anni.

    Perché se dovevi tenerlo per far casini, tanto vale venderlo per tanti soldi.

    RispondiElimina
  17. Sono d'accordo Sciuscia, il problema è che lo abbiamo regalato...

    RispondiElimina
  18. Buongiorno a tutti.

    Innanzitutto conosco poco Andrea, l'ho letto qui sul tuo Blog, e sinceramente mi spiace moltissimo che sono usciti dalla Champion nella modo che tutti sappiamo e per di più contro una tedesca, che sono oramai i nostri rivali per il ranking Uefa.

    Per tutto il resto, da juventino, posso solo leggerVi, parlare è certamente inopportuno, almeno sulla Juventus.
    Credo che la politica non sia male, ma per vincere ci vuole ben altro. Mi auguro di riuscire a far meglio dell'anno scorso, un posto in Champion sarebbe il nostro scudetto, ma credo sia durissima!!!

    Favorita per il tricolore vedo certamente la Vostra Inter e il Milan che ha riacquistato un entusiasmo che mancava da anni (beh, le elezioni sono vicini... acquistare e focalizzare l'attenzione è BASILARE per vincere... e non solo le partite!!!)

    Stiamo a vedere e che vincano i discorsi intelligenti e soprattutto L'AMICIZIA tra noi tifosi!

    FORZA MAGICA JUVE e salutissimi a TUTTI.

    Kermit

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore