domenica 25 luglio 2010

Si riparte dall'America con un occhio al mercato

Tempi di ritiri, tempi di allenamenti, tempi di operazioni di mercato in entrata e in uscita. Ricomincia l'avventura dell'Inter Campione d'Europa e inizia quella di Benitez da suo nuovo allenatore. Dopo una settimana di allenamenti alla Pinetina, l'Inter prende il volo per l'America dove continuerà la preparazione, in attesa di ritrovare tutti i suoi campionissimi mondiali, da Eto'o a Milito, da Samuel a Lucio fino al candidato Pallone d'Oro Wesley Sneijder. Un piacevole ricordo mi rievoca il ritiro americano che solo un anno fa vedeva nascere la nuova Grande Inter, che amo definire Leggendaria. Dalle sberle di Milito nei primi derby alle amichevoli con rappresentative locali, da lì partì la trionfale stagione nerazzurra che ha portato Mourinho e i suoi guerrieri a vincere tutto, Campionato, Coppa Italia e Champions League. Ma questo è il passato, quel che conta è il presente e i nerazzurri ripartono ancora una volta dall'America, ancora una volta con gli stessi campioni ma con un allenatore nuovo, Benitez, e alcuni volti nuovi esperti, come Castellazzi, e giovani come Biabiany e il talentino Coutinho. Il mercato dell'Inter fino a questo momento è stato più che positivo, ci siamo liberati della zavorra di nome Ricardo e cognome Quaresma, abbiamo salutato il giullare del gruppo Marko Arnautovic e abbiamo abbracciato Castellazzi, che ha preso il posto di Toldone in squadra, Biabiany e Coutinho, che hanno portato una bella ventata di gioventù in squadra, oltre che al talento. In più sono state fatte tante interessanti operazioni in ottica futura, come l'acquisto di Ranocchia, Faraoni e Benedetti. Tutto adesso ruota intorno a due nomi caldi, caldissimi: Douglas Maicon e Mario Balotelli. Nella lista dei partenti ci sono loro due, il primo cercato dal Real Madrid di Mourinho che però offre cifre ridicole per averlo (si parla di meno di 25 milioni), il secondo conteggiato con forza dal Manchester City di Roberto Mancini. Il passato che ci vuole strappare il presente e il futuro, Mourinho vuole Maicon e Mancini vuole Balotelli. E l'Inter? L'Inter vuole incassare più denaro possibile da almeno una di queste cessione, se non drammaticamente entrambe. 30 milioni per Maicon, almeno 35 per Balotelli. Tutto nel segno del famoso Fair Play finanziario dell'Uefa che paradossalmente sta colpendo principalmente le italiane, mentre spagnole e inglesi (Real Barcellona e City) spendono e spandono senza misura. Che senso ha questo Fair Play finanziario? Per il momento mi da l'idea che l'obiettivo è aiutare le spagnole a rafforzarsi per confermare quanto di buono la Nazionale ha fatto ai Mondiali (poco o niente, nonostante la vittoria finale firmata Webb...ops Iniesta). In entrata invece i nomi che l'Inter realmente sta seguendono sono Kuyt, Mascherano, Bale e forse Giuseppe Rossi. Con l'eventuale partenza di Maicon secondo me si dovrebbe tassativamente lanciare Santon arretrando magari sull'altra fascia l'inossidabile Capitano. L'eventuale partenza di Balotelli invece sarebbe molto più difficile da fronteggiare e io punto tutto su Coutinho per la sua eventuale successione in rosa. Mascherano sembra invece essere il vero colpo in canna dell'Inter. Colpo poi per modo di dire. Non lo reputo migliore di Thiagone Motta e per questo non vedo la necessità di spendere valanghe di soldi per portarlo a Milano. Però è il pupillo di Benitez che vorrebbe prenderlo per spostare Cambiasso più avanzato sfruttando quindi la sua grande capacità di inserimento e la sua facilità di andare in rete, che è stata un pò frenata dalla disposizione in campo datagli dallo Special One.
Tutto gira intorno al mercato, c'è gente che va e gente che viene, illusioni e sogni che si susseguono nelle giornate di noi tifosi appassionati che aspettiamo da un momento all'altro di conoscere il nome del nuovo campione che verrà per difendere i titoli conquistati l'anno scorso. Tutto riparte dall'America, da dove è iniziata la grande cavalcata nerazzurra, con la speranza che la Leggenda Inter non finisca qua. Supercoppa Italiana, Supercoppa Europea e Mondiale per Club: ARRIVIAMO!

7 commenti:

  1. Anno nuovo vita nuova.....
    dimentichiamo l'anno scorso e continuamo a vincere...!!!

    RispondiElimina
  2. Credo che ormai sia Maicon che Balotelli siano certi nella casella cessioni, gli arrivi...speriamo, continuiamo a credere nella nostra dirigenza che tanto bene ha fatto negli ultimi anni, vedremo, anche se sarà più difficile sostituire Maicon che non Mario; resta il fatto che anche senza loro due siamo una spanna sopra gli altri, vero il mercato chiude il 31 agosto, ma la fiducia è massima.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  3. Assolutamente d'accordo con te Orgoglio, la mia fiducia in Branca è massima! Ci ha regalato troppi colpi geniali in questi ultimi anni per toppare alla grande di punto in bianco. Per me se parte Maicon dobbiamo prendere assolutamente Bale che con Santon è il miglior terzino al mondo in prospettiva.

    RispondiElimina
  4. Il fairpaly finanziario colpisce più le italiane perchè sono per la maggior parte società di calcio organizzate in maniera medievale.
    Sul mercato dell'Inter reputo la possibile cessione di Maicon proficua per tutti, il Real si godrà gli ultimi anni di maturità atletica del giocatore(felice di accasarsi al Madrid), l'Inter incasserà vagonate di soldi e potrà lanciare (finalmente!!) Santon.
    La cessione di Balotelli crea invece un vuoto in organico che è molto difficile da colmare, essendo questi potenzialmente un jolly per tutti i ruoli,non vedo sinceramente come Coutinho possa sostituirlo.

    RispondiElimina
  5. Ragazzi a me se parte SUPERMARIO mi dispiace troppo;è troppo forte come giocatore e dalla sua ha il fattore età!
    Preferirei perdere Maicon e non BALOTELLI!!!
    Ne ha combinate di tutti i colori in quetsi due-tre anni, ma resta il fatto che in prospettiva futura è destinato a diventare uno dei più bravi giocatori al mondo,se non il numero 1!

    RispondiElimina
  6. Ormai pare che Balotelli sia del City, all'Inter 30 milioni cash più 5 di bonus per in seguito a presenze e gol del giocatore.

    Da un lato non mi dispiace perchè era cmq un pianta grane e la sceneggiata col barcellona e l'aver indossato la maglia del milan non gliel'ho ancora perdonato.

    Però come dici tu Nicola ha dalla sua l'età e il talento e spero che un giorno non ci pentiremo di questa scelta.

    RispondiElimina
  7. Non mancherà l'occasione per rammaricarci della cessione di Mario, ma ad oggi sembra essere la soluzione più intelligente e profiqua!
    Maicon potrebbe restare, non credo che sia volontà dell'Inter venderlo, ma che il giocatore voglia andare al Real per vincere ancora insieme a Mourinho e spuntare qualche soldo in più di ingaggio!.
    Intanto si riparte, l'importante è mantenere la stessa voglia di vincere e la stessa mentalità!
    ciao
    Sergio

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore