lunedì 12 luglio 2010

SAY YES TO TECHNOLOGY!

Siamo arrivati finalmente alla fine di questo mondiale Sudafricano con la Spagna che ha battuta l'Olanda solo a pochi minuti dai calci rigori.E' stata una partita molto equilibrata con la Spagna che ha messo in mostra il solito fraseggio che non porta quasi mai a nulla mentre l'Olanda ha giocato una partita generosa, affidandosi alle magie di Sneijder che non sono state concretizzate da Robben, che a chiamarlo egoista e sciupone gli facciamo un complimento. Questo mondiale per me è stato di una mediocrità infinita. Gran parte della maggiori candidate hanno deluso palesemente le aspettative, mentre gli arbitri hanno avuto un ruolo cruciale in diverse occasioni, finale tristemente inclusa. La Francia e l'Italia umiliate e mandate a casa addirittura nella fase a gironi, l'Inghilterra di Capello (Dio benedica Moratti per aver preso Benitez!) ha fatto un mondiale penoso venendo sbattuta fuori con un sonoro 4-1 dalla fantastica e scintillante Germania di Loew, il Brasile che ha mostrato una grande solidità difensiva dovuta all'apporto di Julio Cesar, Maicon, Lucio e Juan ma che ha dimostrato lacune imbarazzanti dalla mediana in su, a partire da un dilettantistico Felipe Melo (Dio benedica la Juventus per averlo comprato a peso d'oro!), passando per un Kakà versione ex giocatore e finendo su un Robinho che è tanto funambolico quanto evanescente, l'Argentina di Maradona che avrebbe potuto vincere questo mondiale a mani basse se solo in panchina avesse avuto un Allenatore e non un patriota osannato come un Dio che ha avuto il coraggio di lasciare a casa due colonne come Zanetti e Cambiasso e di tenere in panchina due campionissimi come Samuel e Milito, affidandosi a Burdisso in difesa e a un quasi invisibile (a parte i gol a porta vuota) Higuain. Per non parlare di vossignoria Messi che ha dato finalmente ragione a me che non lo ritengo tutto sto gran fenomeno, altro che Maradona! Le uniche squadre che hanno dimostrato qualcosa sono state l'Olanda, che con la sua quadratura tattica e la genialità di Wesley Sneijder è arrivata fino in finale dove ha retto fin quasi ai rigori fin quando l'arbitro Webb non ha deciso di farla finita e consegnare la Coppa alla Spagna, che invece ha dimostrato infinite lacune in questo campionato del mondo. Dopo aver iniziato con una clamorosa sconfitta ad opera della modesta Svizzera, le furie rosse sono arrivate in finale vincendo sempre di misura e giocando praticamente sempre con un uomo in più rispetto agli avversari che venivano privati di giocatori con espulsione assurde (vedi Cile e Portogallo...). La Germania è senza alcun dubbio la squadra che ha dimostrato di poter davvero vincere il Mondiale proponendo un gioco bello ed efficace. A vederli giocare mi ricordavo l'ultima Leggendaria Inter di Mourinho. Infine l'Uruguay è stata la vera sorpresa, insieme al Ghana, di questo mondiale, trascinata da un Forlan che si è aggiudicato il Pallone d'Oro Mondiale, precedendo Sneijder e Villa. Ovviamente non sono d'accordo nemmeno su questo. Dal titolo capirete bene che voglio invocare questa benedetta moviola in campo e penso che questo Mondiale debba essere visto come rampa di lancio date le tante clamorose sviste arbitrali che hanno in un modo o nell'altro inciso sulla competizione. Inaccettabile vedere in un Mondiale gol segnati con tre metri di fuorigioco (Tevez in Argentina-Messico), gol fantasma non concessi in modo scandaloso (Lampard in Germania - Inghilterra), espulsione ridicole (in Spagna - Cile e Spagna - Portogallo) e addirittura vedere errori clamorosi nella finalissima, dove il gol vittoria a pochi istanti dai rigori è arrivato dopo un calcio d'angolo di dimensioni colossali non concesso all'Olanda e un calcio di punizione al limite dell'area per fallo altrettanto vistoso su Elia. Da questo fallo non fischiato è partito il contropiede vincente della Spagna. Bella roba. I capi del calcio (Blatter, Platini e compagnia bella) si passino una mano sulla coscienza e capiscano che il calcio deve riconquistare credibilità e deve adattarsi all'evolversi dei tempi e dare finalmente ai giudici di gara un supporto tecnologico, dato che ormai la velocità e i ritmi del calcio d'oggi comportano una serie di errori arbitrali allucinanti e decisivi. Ovviamente so che questa proposta non verrà mai approvata dato che lassù devono continuare a fare i loro giochetti di potere, però se ci fosse un movimento di massa deciso si potrebbe arrivare a qualcosa di concreto. Ricordo Blatter che dopo l'incredibile gol non concesso a Lampard con la palla entrata di un metro in porta disse che la tecnologia attuale non era abbastanza evoluta per poter aiutare il calcio a migliorare. Ma come, l'uomo da anni ha messo piede sulla Luna, ha esplorato Marte e altri pianeti con sonde e macchinari del genere, volete vedere che non si riesce a impiantare un sensore nel pallone o usare una moviola in tempo reale a bordo campo? Dai, se continuiamo a pensarla così si raggiunge il ridicolo. Bisogna fare solo una cosa: SAY YES TO TECHNOLOGY!




3 commenti:

  1. www.pianetasamp.blogspot.com

    D'accordissimo con te, l'errore arbitrale che falsa le partite deve essere ridotto al minimo e per ottenere ciò serve la tecnologia!
    Ma finchè a governare il calcio ci saranno persone che sostengono che una svista del direttore di gara fa parte del bello del calcio la vedo dura, durissima...ciao!

    RispondiElimina
  2. D'accordo con te Vincenzo, purtroppo non vedremo mai la moviola in campo, ci sono troppi interessi in gioco.
    Magari si avverasse questo sogno, sai quante polemiche in meno, soprattutto nel nostro campionato?

    RispondiElimina
  3. La moviola in campo, ma non solo, sarebbe la migliore cura per il calcio italiano e europeo.

    Il problema dei goal fantasma si potrebbe risolvere anche con dei sensori inseriti nel pallone o con telecamera messe parallelamente alla linea di porta.

    Non dico di applicare la tecnologia a tutti gli episodi perchè capisco che forse sarebbe rallentato troppo il gioco, ma quantomeno per le azioni in area di rigore, per falli pericolosi e a gioco lontano e per il gol fantasma sono necessari.

    Però vaglielo a far capire a quel medioevale di Blatter...

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore