martedì 15 giugno 2010

Presentazione Benitez

Alle ore 12 si è presentato in sala stampa ad Appiano Gentile il nuovo tecnico nerazzurro, Rafael Benitez, per gli amici più semplicemente Rafa. Non mi metterò di certo a ricopiare per intero tutte le sue dichiarazioni perchè praticamente sul web le troverete con la pala. Per questo mi limiterò a esprimere le mie sensazioni per questa sua prima conferenza stampa. Si è presentato in giacca e cravatta con quel viso paffuto che ispira tanta simpatia. "Non dico di non essere un pirla, ma se sono qui all'Inter sono intelligente". Il primo impatto è stato molto positivo, mi è piaciuto. Si è confermato molto pacato e gentile con i giornalisti (ha detto buongiorno praticamente a ogni giornalista che gli poneva una nuova domanda) e ha dimostrato grande tranquillità. Si è dimostrato anche molto bravo a driblare domande scomode su calciomercato, su contatti avuti con altre società e sul suo predecessore Mourinho. Una dichiarazione molto importante per me è stata quella sui presunti contatti avviati con la Juventus. Benitez ha quasi negato ogni sorta di accordo con la società bianconera aggiungendo "sui giornali si parla tanto di calciatori e allenatori, ma alla fine contano i matrimoni e io sono qui all'Inter e siamo tutti felici". Sputtanate in poche parole tutte le stronzate sparate da quel giornaletto di ruttosporc, che qualche settimana fa dava quasi per ufficiale l'ingaggio di Benitez alla Juventus, quando poi è stato preso quel mezzo pippaiolo di Del Neri. Sul mercato ovviamente non è trapelato nulla, almeno per gli acquisti. Sulla rosa attuale, e questo è il passo che più mi ha interessato della conferenza, Benitez ha chiaramente detto di non voler stravolgere il lavoro di Mourinho perchè sarebbe "poco intelligente" e che vuole continuare con quel 4-2-3-1 che ci ha fatto vincere tutto. Di fatti questo stesso modulo lo ha già utilizzato "sia con il Valencia che con il Liverpool". E ha ribadito un concetto espresso già nella stagione appena conclusa da Mourinho e cioè che "la squadra è la cosa più importante", in risposta a una domanda riguardo Eto'o esterno d'attacco. Parole d'elogio per Maicon, per Cambiasso e per i giovani Balotelli e Coutinho (neo arrivato in casa nerazzurra), definiti da tecnico spagnolo come ragazzi dal grandissimo talento. Un altro passo importante della conferenza è stato riguardo al contratto. Benitez ha infatti detto che se dovessero arrivare i risultati e le vittorie potrebbe anche restare all'Inter per 7/8 anni e questo non posso nascondere che mi ha fatto piacere sentirlo.

In conclusione, Benitez mi è sembrato un allenatore carismatico, sicuro di se e molto motivato a far bene in questa sua nuova avventura, pronto a vincere tanto facendo anche un bel calcio. Io sono con lui e spero di vederlo al più presto così:

20 commenti:

  1. Me lo aspettavo molto più impacciato, invece mi ha fatto una buona impressione, speriamo in bene!

    RispondiElimina
  2. Vincenzo, mi associo a te, dobbiamo essere vicini al nostro nuovo allenatore, se sapremo farlo, come con Mou, avremo più possibilità di vivere un altro anno vincente!
    FORZA RAFA!!!
    Sergio

    RispondiElimina
  3. Come vi vedo male! E' solo un ripiego...

    RispondiElimina
  4. Ciao Anonimo (gobbo o bilanista?), tu Benitez lo chiami ripiego? Evidentemente ne capisci davvero poco di calcio... D'altronde sarai abituato ai Del Neri o agli Allegri ahah!

    PS: noi stiamo messi male? Campioni d'Italia e d'Europa! Vorrei stare così male tutti gli anni sai?!

    RispondiElimina
  5. Un grande allenatore che ha fatto grande di nuovo il Liverpool, avendo un squadra buona ma non eccezionale.
    Farà bene anche da voi.
    Ciao

    RispondiElimina
  6. Poveri anonimi, rosicare fa male al cervello...

    Ciao Vincenzo, ho inserito "Universo Inter" nei link amici e nell'Agregatore Nerazzurro, se ti fa piacere potresti inserire il link a www.iointerista.com ?
    grazie
    ciao
    Sergio

    RispondiElimina
  7. http://arrgianf.blogspot.com/2010/06/inter-foto-festeggiamenti-tripletta.html ciao, ancora festeggiamenti per la tripla :) guarda che torta gigante :)

    RispondiElimina
  8. Ciao Sergio, lo aggiungo molto volentieri :D

    Cavolo Gianfranco che mega torta! T'ho lasciato un commento ;)

    RispondiElimina
  9. Un grande allenatore,penso che saprà fare bene anche se l'eredità di Mourinho può essere la sua spada di Damocle.
    Molto dipenderà dai primi risultati,la personalità non gli manca di sicuro anche se in un'accezione totalmente inversa rispetto a quella del nevrotico portoghese.
    Di sicuro è un personaggio sobrio ed educato,cosa che non puòche compiacermi in un calcio velenoso(e avvelenato) qual'è il nostro.
    Un'ultimo rilievo:ascoltando l'intervista,sembra che il buon Rafa in realtà confermi la trattativa con la juve(d'altronde ammessa dal suo procuratore,seppur tra le righe,qualche tempo fa) più che smentirla.

    RispondiElimina
  10. Ciao Anonimo, Benitez fu contattato dalla Juventus e questo, come dici tu, fu anche confermato dal suo procuratore. Ma la risposta data dal tecnico, quel "sui giornali si parla di tutto", fa intendere che in realtà Benitez non è mai stato così vicino alla firma come tutti i 'giornalai' italiani dicevano. Ha temporaggiato in attesa di una proposta più allettante e l'ha trovata. All'Inter!

    RispondiElimina
  11. Ciao Vincenzo.
    Intanto complimenti per il sito.
    In secondo luogo,credo che quanto la juve e Rafa siano stati vicini(o lontani) non lo sapremo nè dai giornalai nostrani,nè dalla bocca di Benitez il giorno in cui si siede ufficialmente sulla panchina della rivale storica.
    Probabilmente la verità sta nel mezzo.
    N.

    RispondiElimina
  12. Grazie Vincenzo,
    obligado ;)
    FORZA INTER!!!

    RispondiElimina
  13. Anonimo N. lascia il tuo nome, così la prossima volta che passi ti possiamo riconoscere.

    Ciao.

    RispondiElimina
  14. www.pianetasamp.blogspot.com

    Bè per essere un mezzo pippaiolo Del Neri nei confronti del Mou in due anni non se l'è cavata affatto male:-)
    Benitez ha uno stile che mi piace, spero lo conservi...ciao!

    RispondiElimina
  15. ihih Andrea ciao. Capisco che per te Del Neri sia intoccabile ed è giusto così perchè ha raggiunto un traguardo storico con voi. Solo che per me non è all'altezza di una grande squadra e il mio pippaiolo era riferito a quello. Poi che con voi abbia fatto un grande lavoro è fuor di dubbio, ma i grandi allenatori si vedono nei top club.

    Ciao.

    RispondiElimina
  16. Appunto,aspettiamo di vedere cosa farà in un top club,visto che non ha ancora avuto modo di allenarne uno:D
    N.

    RispondiElimina
  17. Ciao Nicol, ti riferisci a Benitez o a Del Neri? Benitez ha già allenato delle grandi squadra, Valencia col quale ha vinto due Scudetti e una Coppa Uefa e il Liverpool col quale ha vinto una Champions, arrivando diverse volte sia in finale che in semifinale. Non proprio briciole diciamo. Su Del Neri sono d'accordo. Vediamo cosa farà, anche se l'esperienza con Porto e Roma sono state abbastanza penose...

    RispondiElimina
  18. No Vincenzo ovviamente a Del Neri,Benitez è un grandissimo e la sua carriera parla da sè.
    Su Del Neri,beh si tratta di esperienze un pò particolari, al Porto del dopo-Mourinho non arrivò all'inizio del campionato perchè aveva i senatori contro,non la considero un'esperienza "giudicabile".
    Alla Roma del dopo-Capello invece fu una stagione disastrosa per tutti gli allenatori di quell'annata(ben 4),ed anche qui Delneri ebbe le sue colpe,ma anche diverse attenuanti.
    Ora alla Juve è un'altra situazione,anch'essa particolare e rischiosa,ma per certi versi più "semplice" delle altre.

    RispondiElimina
  19. Vedremo cosa sarà in grado di fare :D

    Notte XD

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore