domenica 2 maggio 2010

Lazio - Inter e il numero perfetto

Ma quale biscotto e biscotto, Lazio Inter sarà una partita seria, giocata da due squadre serie che lotteranno per ottenere la vittoria, come è giusto che sia. I biscotti lasciamoli alla Roma che qualche giornata fa ha ricevuto un bel regalo dall'amico di famiglia Perinetti, ds del Bari. La squadra di Ranieri ieri ha battuto il Parma ritornando per ora in testa alla classifica. Inutile stare a dire qui come la Roma risulti ai miei occhi una delle squadre più scorrette del campionato, dove i giocatori una volta raggiunto il minimo vantaggio iniziano a buttarsi a terra a ogni minimo contatto, con l'arbitro che fischia sempre altrimenti viene praticamente assalito da De Rossi e Totti. Poi tutti i piagnistei fatti col discorso dei biscotti prima con la Fiorentina e ora con la Lazio fanno capire quanto piccola e mediocre sia la società giallorossa.

Fatto questo breve excursus sui giallozozzi, stasera toccherà a noi. Andremo a Roma a giocarci i tre punti contro la Lazio di Eddy Reja. La sfida sarà avvincente e per me sarà un'altra occasione per vendicarci di quella supercoppa immeritatamente persa questa estate proprio a favore dei laziali. Non sarà una passeggiata e questo lo si può intuire già dal fatto che noi arriviamo dalla sfida col Barcellona, mentre i biancocelesti stanno preparando la sfida da tutta una settimana. Però abbiamo il morale a mille, delle motivazioni pazzesche e la tranquillità di una finalista di Champions. Alla lunga i più forti vengono fuori e, giochi sporchi a parte, hanno la meglio e portano a casa l'intera posta in palio.

Sinceramente non ho idea di come scenderà in campo la nostra Inter, se ci sarà del turn over o meno. La vittoria è d'obbligo per cui credo che non riposeranno in molti, soprattutto Milito, Eto'o e Sneijder che saranno tutti e tre in campo. Inoltre mercoledì c'è la finale di Coppa Italia proprio contro la Rometta, per cui bisognerà cercare di dosare al meglio le forze. I tre punti sono a portata di mano per noi, se giochiamo con la giusta fame, con la giusta concentrazione e con la massima cattiveria agonistica e cinismo non avremo problemi (non me ne voglia l'amica Yashal).

Tre punti per tornare in testa, tre punti per ribadire chi comanda questo campionato, tre come i traguardi ancora raggiungibili dalla nostra squadra, tre come i nostri sogni. Tre, il numero perfetto!

10 commenti:

  1. Ieri il piccolo Parma ha battuto 70 calci d'angolo, sembrava Liverpool-Cittiglio, solo che ha vinto il Cittiglio...
    Ragazzi, non regaliamo lo scudetto a questi buffoni! Che ci si sodomizzino, coi biscotti del cazzo, a cominciare dalla cagnetta antisportiva che frigna perché vuole (pretende) il giocattolo-scudetto! (E poi hai ragione, se di biscotti vogliamo parlare pensiamo a Bari-Roma!!)

    p.s. i tuffi finali der pupone, roba da cinecittà, ti hanno fatto confondere cinismo con cinicità: non volermene se ti tiro le orecchie per questo, sarà deformazione professionale... :-))
    FORZA INTER, E IN CULO A CHI CI VUOL MALE!

    RispondiElimina
  2. Oh cacchio, Zio Scriba hai ragione, che errore. Aggiusto subito. Nel parlare della roma dimentico l'italiano, tanto de rossi e totti non se ne sarebbero manco accorti ahah!

    Comunque anche ieri l'arbitraggio è stato scandaloso, rocchi pro Roma forever.

    Poi il pubblico di Roma che dopo aver accoltellato tre persone può ancora andare in trasferta fa capire come quest'anno lo scudetto non lo vogliono a Milano...

    Infine De Rossi che si metterà a tifare Lazio è davvero divertente. Altro che capitan futuro, è un sottomaiale! Zanetti non tiferebbe mai Milan in vita sua!! Per fortuna, di capitano ce n'è uno solo!!!!

    RispondiElimina
  3. E il bello è che non ha neanche dovuto "entrare" veramente "in azione", il maialetto che cercò di farci perdere il derby! Ma è più che ovvio e scontato che se il gol di Lanzafame fosse stato il pareggio invece dell'1-2 si sarebbe inventato qualcosa per annullarlo... Quei sotto-sottomaiali sono andati persino a fare una manifestazione intimidatoria alla sede della FIGC! Noi certe cose non le facevamo neppure quando ci rapinavano gli scudetti con la lupara!!

    RispondiElimina
  4. Esatto il Parma ha battuto 11 calci d'angolo ad uno (appariva una grafica a metà secondo tempo) ma la Roma ha semplicemente controllato la gara grazie ad un arbitro che appena loro si tuffavano dava prontamente il fallo ma mai una simulazione.

    RispondiElimina
  5. Bravissimo Zio Scriba. Questo è un altro aspetto rilevante. I tifosi della rometta protestano per un arbitraggio super regolare e la domenica successiva vengono agevolati nella vittoria. Come dico da tempo, ormai di regolare nel calcio italiano c'è davvero poco.

    Noi ste cose nn le facciamo, di fatti andiamo fieri dello STILE INTER!

    RispondiElimina
  6. Sono degli ipocriti, l'anticristo del calcio!
    Dividono l'allenamento tra piscina e zona calcio d'angolo, per vedere se gli riesce di simulare meglio!
    Un abbraccio ai tifosi del Parma, squadra che ha fatto di tutto per vincere e che ha schiacciato la rometta a lungo!

    RispondiElimina
  7. Pensiamo solo a vincere contro la Lazio, il resto non ci interessa. Ai tuffatori penseremo mercoledì sera. E ne vedremo delle belle.

    FORZA REGAZZI.

    LeNny

    RispondiElimina
  8. Sono convinta che la Lazio giocherà la sua partita fino alla fine, la salvezza non è matematica anzi...in bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  9. Col pareggio del Bologna la salvezza è praticamente cosa fatta. Comunque come ho già detto e come ribadito dall'amica yashal sarà partita vera.

    Le ultime danno Balotelli titolare. Che ne pensate?

    RispondiElimina
  10. Niente Balotelli, ecco la formazione ufficiale:

    12 Julio Cesar; 13 Maicon, 6 Lucio, 25 Samuel, 26 Chivu; 4 Zanetti, 8 Thiago Motta, 19 Cambiasso; 5 Stankovic 10 Sneijder; 9 Eto'o.

    Penso che sarà lo stesso 4-3-2-1 con cui battemmo 0-5 il Genoa.

    Forza ragazzi!!!!

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore