domenica 25 aprile 2010

Obiettivo centrato, ora la pressione è a Roma.

Dovevamo vincere per riconquistare la vetta della classifica e mettere pressione alla Roma, che giocherà stasera in casa contro la Sampdoria dell'interista Cassano, e ci siamo riusciti. Giocavamo in casa, avevamo e abbiamo tanta fame di vittoria e quindi c'erano tutti i presupposti per ottenere i tre punti. Tutto questo usando un corposo turn over. Infatti Mourinho ha fatto riposare Maicon Lucio e Samuel in difesa, facendo giocare l'androide Zanetti a destra e Cordoba Materazzi coppia centrale. A centrocampo turno di riposo anche per Cambiasso e Motta sostituiti da Mariga e Muntari. Data la vicenda Balotelli e il risentimento muscolare di Pandev, in avanti non hanno potuto riposare nè Milito nè Eto'o, che hanno comunque disputato una ottima partita.

Il primo tempo l'ho sentito per radio dato che stavo in macchina e non nascondo che dopo aver sentito del gol di Tiribocchi, nato da un errore clamoroso di Materazzi che ha toppato alla grande il fuorigioco, me la sono fatta praticamente sotto. Però ho continuato a credere nelle capacità della mia squadra e continuavo a ripetere che potevamo ribaltare la situazione. Di fatti nell'arco di mezz'ora sono arrivati prima il gol di Milito, che con un pallonetto sontuoso ha beffato Coppola, e poi la prima rete nerazzurra per Mariga, che ha raccolto l'assist di Eto'o trasformandolo nel 2-1. Potete immaginare come la macchina si sia alzata da terra per qualche millesimo di secondo al gol del gigante keniota.

La ripresa l'ho seguita fortunatamente a casa e ho visto un Inter compatta, capace di controllare senza affanni l'Atalanta formato quattro punte inventata al volo da Bortolo Mutti. Allo stesso tempo ci siamo riversati in avanti alla ricerca del terzo gol che avrebbe chiuso definitivamente i giochi. Rete che arriva dal piede fatato di Chivu che dai 25 metri ha lasciato partire un bolide che si è infilato a fin di palo alle spalle di Coppola. La rete di Cri, la prima in maglia nerazzurra, mi ha reso felicissimo non solo perchè ha chiuso la partita, ma soprattutto perchè se l'è meritata, dopo le difficoltà incredibili incontrate dopo l'infortunio alla testa, superate brillantemente e con grande professionalità.

Obiettivo centrato dunque per gli uomini di Mourinho che tornano per ora in testa alla classifica in attesa della gara della Roma. La scorsa settimana i giallorossi hanno vinto di stra culo un derby dominato dalla Lazio, speriamo che prima o poi la fortuna non giri più per loro, che ne hanno avuto già troppa fino ad ora. Forza Samp per una sera allora, noi stiamo comodi e rilassati sul divano a goderci la partita, tanto ora la pressione è tutta loro!

7 commenti:

  1. A differenza tua ero fiducioso prima del match, poi vedendo i primi minuti oltre ad imprecare ho temuto la classica gara senza testa pre-Champions (vedasi Catania)...siamo stati bravi a reagire e tornare a giocare, vincendo meritatamente.
    Adesso forza Samp e andiamo in Spagna a dar battaglia.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  2. Una vittoria indispensabile, che tiene vive le nostre speranze!
    Un plauso ai Ragazzi per l'impegno (non era semplice) e una preghiera per Sneijder!!!
    AVANTI INTER!!!
    ciao
    Sergio

    RispondiElimina
  3. Pare che difficilmente Sneijder recupererà, purtroppo il turnover non è cosa che questa squadra può permettersi, e si è visto più volte.

    Al Camp Nou sarà un inferno, che si preparino psicologicamente i ragazzi.

    RispondiElimina
  4. Perfettamente d'accordo con Antonio. L'assenza quasi sicura del Mago mi preoccupata e non poco.

    LeNny.

    :)

    RispondiElimina
  5. Siamo arrivati fin qui grazie alla forza del gruppo. Sneijder è una pedina fondamentale, ma se dovesse mancare avremo cmq 11 leoni da mandare in campo!

    RispondiElimina
  6. Speriamo vada tutto per il meglio.

    [Grattata di coglioni]

    :)

    RispondiElimina
  7. brutta tegola l'assenza di Sneijder :(

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore