giovedì 8 aprile 2010

Moratti non ha mai mentito!

Nel momento in cui l'Inter vola in Europa approdando alle semifinali in cui affronterà il Barcellona in una sfida stellare, di cosa parla la stampa nazionale? Di calciopoli, delle nuove intercettazioni, degli Scudetti revocati e altre puttanate simili. Questo è l'ennesimo esempio di Prostituzione Intellettuale, perchè se in semifinale ci fosse arrivato il Milan o la Juventus adesso leggeremmo sui maggiori giornali titoli entusiastici per settimane e settimane. Altro che puttanate.

In questi giorni sto anche leggendo da varie parti (tutte juventine ovviamente) critiche pesanti nei confronti dell'Inter, di Moratti, di Facchetti, rei a loro modo di vedere di aver mentito a suo tempo negando ogni contatto col mondo arbitrale. Ebbene, premettendo che da ora in poi mi dedicherò totalmente alle sfide della nostra Inter, ancora impegnata su tutti i fronti (alla faccia loro!) lasciando da parte queste puttanate, ecco a voi la notizia che ho trovato sul web e che lo mette lì dove non batte il sole a tutto il popolo gobbo.
------------------------------------------------------
MORATTI NEL 2006: "ESCLUDERE CHE USCIRANNO IN FUTURO TELEFONATE CON ME? NO, MA SONO TELEFONATE "NORMALI" SENZA INTERESSE".

Il grande giornalista Claudio Sabelli fioretti, nel 2006 fece un'intervista al nostro Presidente, Massimo Moratti. In questi giorni si è letto che il numero 1 nerazzurro doveva dire al Mondo del calcio che lui con gli arbitri ci parlava e non tenerlo nascosto. Il caso vuole che quattro anni fa, Moratti diceva al popolo del calcio italiano: Moggi dice che con Bergamo ci parlava anche Facchetti. "Non c'è niente di male a parlare con Bergamo. La differenza sta nelle cose che si dicono". Meno rapporti si hanno con i designatori e meglio è. "Sono loro che chiamano per sapere se tutto va bene". Lei ha mai telefonato a un designatore? "No. Ma posso aver ricevuto da loro qualche telefonata in cui mi chiedevano delle opinioni". Quindi non è da escludere che un giorno vengano fuori delle telefonate in cui c'è anche lei. "Solo telefonate "normali" senza alcun interesse".

Nel 2006 Moratti già intuiva, ora la parola alle sentenze...

FONTE
INTERVISTA COMPLETA
------------------------------------------------------
Da questa intervista arriva l'ennesima dimostrazione delle immense puttanate che stanno girando in questi giorni, Moratti non ha mai negato di aver parlato con Bergamo, ma ha sin da subito chiarito che le sue telefonate erano ben diverse da quelle di Moggi. Ma il popolo bianconero non vuole proprio dare importanza al contenuto delle intercettazioni, basta che queste siano uscite fuori. Manco delle capre farebbero così.

Mi sentivo in dovere di riportare questa notizia per difendere la nostra Inter e il nostro Presidente e ribasco a tutto gli juventini: VERGOGNATEVI!

Da ora pensiamo alla nostra grande Inter che ha ben tre obiettivi da raggiungere!!!

9 commenti:

  1. Non credo che un sottomaiale possa vergognarsi di essere un sottomaiale. Sono fatti così, lasciamoli grugnire e grufolare. Se metà dei nostri giornalisti non fossero servi e camerieri di casa agnelli, con tanto di peli di culo a fargli da baffi, di queste cagate non avremmo neppure sentito parlare!

    p.s. pensate che bello se qualche hacker, o la CIA o non so chiccazzo tirasse fuori le VERE intercettazioni mancanti, cioè quelle delle schede svizzere distribuite dai sottomaiali agli arbitri sporchi: allora sì ci sarebbe da ridere...

    RispondiElimina
  2. A me andrebbe bene ..rifare il processo ...e di sicuro verrebbero radiati questa volta i maialoni !

    RispondiElimina
  3. Quello che mediaticamente sta avvenendo è già una condanna!
    Benvenuti al "Grande Inganno".
    Scegliete chi incolpare, fate un pò di casino e datelo in pasto a coloro che avete ingannato!

    Alla fine, dopo che avete, infangato l'onore degl'altri, che avete fatto leva sull'orgoglio ferito di chi avete ingannato, non vi resta che vedere, quando e chi, un giorno perderà qualche rotella ;)
    Poi voglio proprio vedere con quale coraggio hanno l'ardire di schierarsi contro la violenza nel calcio!
    Sergio

    RispondiElimina
  4. ...I giudici ci sono? Oppure hanno cambiato canale, si son rotti le palle e si sono accorti che c'è "Pasion Morena" su Lady Channel ;)
    180 puntate, dico 180...e dura molto meno di Calciopoli ;)

    RispondiElimina
  5. Articolo di Travaglio per gli smemorati… li chiamo solo così.
    fatelo circolare

    http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2466472&title=2466472

    Amala

    RispondiElimina
  6. Grazie Anonimo (come ti chiami?) per aver citato quell'articolo. E' giusto che giri la verità e non le cretinate che divulgano quelli della rubentus!

    Sergio la cosa incredibile dell'Italia è che i criminali non solo hanno la possibilità di difedersi ad oltranza per anni, senza essere subito buttati in galera, ma hanno anche la possibilità di parlare e sparlare degli altri!

    Incredibile. Il mondo gobbo è la feccia d'Italia!

    RispondiElimina
  7. Intanto il CASMS ci vieta l'accesso per la sifa contro la rube, solo abbonati o possessori della tessera del tifoso... ODIO QUESTO PAESE!!!

    RispondiElimina
  8. Hai ragione. All'andata non fecero problemi con i tifosi gobbi che da mesi cantavano cori razzisti verso Balotelli, e ora che giochiamo in casa noi ci chiudono le porte. Le solite storie...

    RispondiElimina
  9. Condivido la tua indignazione, Vincenzo. Basti pensare che l'imputato moggi è libero di sparar cazzate sul vergognoso Libero... Va bene la libertà di stampa e d'espressione, ma allora a 'sto punto diamo a Totò Riina l'editoriale in prima pagina su Repubblica e Corriere della Sera... Porca italiA!

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore