domenica 11 aprile 2010

La vittoria ... degli arbitri!

Attenzione, non fatevi ingannare dal titolo, non voglio di certo attribuire il pareggio di ieri all'arbitraggio che, mancata espulsione di Pasqual a parte (clamorosa!) è stata abbastanza buona. Capirete leggendo il perchè di questo titolo. Diciamoci la verità. Andare a giocare a Firenze, dopo aver giocato una gara di Champions, con tutte le pressioni esterne che cercano (e a quanto pare ci riescono) di destabilizzare l'ambiente non è facile. Un punto in casa della Fiorentina sarebbe un ottimo risultato, se non fosse che oggi rischiamo (e quasi sicuramente sarà così) di essere sorpassati dalla Roma.


In settimana si è parlato tanto di accordi sottobanco tra Inter e Fiorentina per scambiarsi favori, tra campionato e coppa Italia, e tutte queste cazzate sono state puntualmente smentite ieri sera. Come sempre ormai succede, l'Inter parte bene collezionando diverse occasioni da rete (palo di Milito su tutte) mentre gli avversari, al primo affondo, vanno in gol. Così è successo anche ieri con la Fiorentina che, dopo essersi salvata in 3 o 4 occasioni, va al gol al primo affondo. Da quel momento in poi i viola si mettono a fare muraglie su muraglie giocando con 11 uomini dietro la linea della palla e chiudendo così ogni spazio ai nerazzurri. La partita della Fiorentina è stata l'anti calcio ed è per questo, secondo me, che il campionato italiano non è il più spettacolare del mondo.

Il pareggio dei nerazzurri, che dominano la gara concedendo solo sporadici contropiedi agli avversari, arriva con Diego Milito che, servito in area, la mette alle spalle di Frey. Per lui, che non ha giocato una bella gara, è il 19esimo gol in campionato. Dopo poco arriva anche il raddoppio con Samuel Eto'o in un gol praticamente identico al primo. Quando la vittoria sembra ormai a portata di mano, ancora una volta alla prima occasione la Fiorentina trova il pareggio con una azione confusa e fortunata su calcio d'angolo. Julio Cesar esce praticamente a vuoto (manco fosse Dida) e con un rimpallo fortunatissimo Kroldrup si ritrova la palla sui piedi e la mette dentro a porta vuota. La partita finirà 2-2.

Adesso vi chiederete il perchè del titolo. Bene, ora ve lo spiego. A parte il fatto che a inizio primo tempo, Pasqual ha commesso due falli da giallo su Balotelli in pochi minuti e sarebbe dovuto essere espulso (ovviamente a parte invertite Chivu sarebbe stato mandato negli spogliatoi senza pensarci due volte...) e quindi abbiamo subito l'ennesimo errore arbitrale che sta compromettendo e falsando sempre di più questo campionato, quello che fa davvero pensare è l'episodio che ha visto come protagonista il guardalinee Ayroldi che, a fine gara, ha esultato per il pareggio finale lasciandosi scappare un "Bene, avanti così!". che ha fatto insospettire non poco Mourinho che ha assistito alla scena. Un'espressione che lascia ben pochi dubbi e non fa altro che avvalorare la mia tesi (quella di tutti gli interisti) che il mondo arbitrale ci dà praticamente contro! Allora mi chiedo, in queste condizioni come possiamo competere? Come può essere considerato regolare questo campionato? Ai posteri l'ardua sentenza... intanto noi, grazie a loro, salutiamo questo scudetto...


3 commenti:

  1. Parliamoci chiaro: questa corporazione di maiali mafiosi che sono gli arbitri italioti ce l'abbiamo APERTAMENTE contro. (Basti ricordare l'e-mail firmata da molti di loro che minacciava sciopero in caso di mancata squalifica di Mourinho: roba da mandarli in galera, 'sti milionari professionisti malavitosi!)
    Ce li abbiamo contro da sempre, al punto da dover chiedere arbitri stranieri per il nostro campionato! E quando quel porco di bergamo (forse volutamente, per incastrare Facchetti) parlava di "sfida da vincere insieme" (i gobbi in malafede l'hanno fatto diventare PARTITA da vincere insieme) si riferiva proprio a questo: la sfida di far fare la pace fra arbitri e Inter!! (QUINDI CI STAVA ANCORA UNA VOLTA PIGLIANDO PER IL CULO)...
    Ecco perché la feccia gobba che pretende calciopoli 2 contro l'Inter è un po' come un nazista che chiedesse un Processo di Norimberga 2 contro gli inglesi, solo perché fra le vittime di Jack lo Squartatore c'era pure una ragazza ebrea...
    Che vomito, l'italiA!

    RispondiElimina
  2. Grazie Zio Scriba per aver riesumato l'episodio della lettera inviata dagli arbitri. Già quella fece capire qual'era il clima che c'era intorno all'Inter e a Mourinho.

    Ma la domanda è: cosa ha fatto Mourinho per meritarsi questo trattamento? Semplice, non si abbassa ai giochi di potere che governano l'Italia (non solo calcistica).

    Lo dico da tempo e lo dirò anche a fine anno, indipendentemente se saremo campioni o meno. Ma questo campionato è davvero falsato...

    RispondiElimina
  3. Purtroppo i campionati falsati sono una specialità di questo paese, ormai viene voglia di seguire il Pattinaggio Artistico...sperando che anche li non ci siano degli Ayroldi!
    Un saluto Nerazzurro!
    Sergio

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione sempre con educazione e rispetto. Forza Inter!

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore