martedì 15 luglio 2014

Colpaccio M'Vila!

Dopo una lunga e estenuante trattativa, finalmente è stato portato a termine un vero colpaccio con l'acquisto di Yann M'Vila. Per chi non lo conoscesse, è un centrocampista francese, classico metodista da piazzare davanti la difesa, che solo due anni fa, quando giocava in Francia, era conteso da mezza Europa, per poi finire al Rubin Kazan che gli offrì un ingaggio da capogiro per convincerlo. Dopo quasi due anni nel campionato russo, M'Vila ha deciso di tornare al calcio che conta e l'Inter non si è fatta sfuggire questa grande opportunità e ha completato l'acquisto con una operazione gioiello orchestrata da Piero Ausilio, che si sta dimostrando veramente un grande uomo mercato. M'Vila infatti arriva in prestito a un milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 9 milioni, con ingaggio ribassato da 3 a 1,8 milioni circa pur di vestire il nerazzurro. Una operazione coi fiocchi che ha regalato all'Inter un giocatore ancora giovane (24 anni), ma che vanta già una certa esperienza internazionale, essendo stato anche titolare fisso della nazionale Francese prima di andare a giocare in Russia. Benvenuto allora Yann, spero che potrai fare grandi cose qui da noi!

Image Hosted by ImageShack.us

martedì 8 luglio 2014

Arriva Dodò

E' tempo di ufficializzazione finalmente anche per il mercato in entrata. E' stato infatti appena ufficializzato l'acquisto di Dodò, terzino sinistro brasiliano proveniente dalla Roma. Il 22enne arriva con la formula del prestito biennale per 1,2 milioni di euro con obbligo di riscatto a 7,8 milioni dopo aver collezionato la prima presenza con l'Inter, per una valutazione totale di 9 milioni di euro. La formula non è molto chiara sinceramente, perchè è chiaro che scenderà in campo almeno una volta (altrimenti che lo compravamo a fare, per giocare in allenamento?!). Quindi questo tipo di trasferimento potrebbe avere un senso se la presenza viene considerata nel secondo anno del prestito, ovvero non questa, ma la prossima stagione ancora. Comunque questi sono dettagli che mi interessano fino a un certo punto. Dodò è giovane, ha già potuto maturare una certa esperienza in serie A in una squadra che è arrivata seconda in classifica nella scorsa stagione, ha ottime doti offensive e va a completare il reparto degli esterni a disposizione di Mazzarri. Speriamo possa rivelarsi un grande acquisto non solo per il presente, ma soprattutto per il futuro, continuando magari la grande tradizione di terzini brasiliani che hanno vestito la casacca dell'Inter. Benvenuto Dodò!

Image Hosted by ImageShack.us

Nuova maglia 2014/15

E' stata finalmente ufficializzata la nuova maglia che l'Inter indosserà l'anno prossimo. E' una maglia a dir poco rivoluzionaria, con l'addio alle strisce verticali nerazzurre classiche per dare il benvenuto a uno stile gessato, molto elegante e raffinato. Sembra quasi una polo per uscire la sera, con il numero azzurro sulle spalle che fa veramente un bell'effetto. Inizialmente ero un pò scettico per il modello gessato, ma a vederla mi sta veramente convincendo, una bella maglia, quanto meno non passerà inosservata e la si ricorderà proprio per il fatto di essere stata una maglia rivoluzionaria. Speriamo che ci porti fortuna in questa nuova annata.




Image Hosted by ImageShack.us

domenica 6 luglio 2014

Biraghi segue Bardi al Chievo Verona

Dopo Francesco Bardi, anche Cristiano Biraghi si accasa al Chievo Verona, ma con una formula diversa rispetto al compagno, ovvero prestito biennale con diritto di riscatto a favore dei clivensi e diritto di controriscatto a favore nostra. Di certo l'Inter punta sulle qualità di Biraghi e questa formula ci dà la possibilità di far crescere ulteriormente il ragazzo tenendo sempre aperta la possibilità di un suo ritorno in nerazzurro. Quest'anno al Catania ha fatto una discreta stagione, ma ora mi aspetto un salto di qualità da parte sua. Sia per lui che per Bardi vale la regola che ormai non sono più ragazzini e devono già iniziare a dimostrare di valere l'Inter. Forza ragazzi!

Image Hosted by ImageShack.us

sabato 5 luglio 2014

Bardi al Chievo Verona

Mentre la squadra si è riunita per iniziare la nuova stagione ed è stato presentato il grande acquisto Nemaja Vidic, siamo sempre in attesa che il nostro mercato decolli definitivamente. Per ora tutto sembra abbastanza statico e fermo, con tante voci e zero contratti. In uscita invece sono tante le operazioni che sta completando l'Inter e una delle più importanti è sicuramente quella relativa a Francesco Bardi, talentino azzurro già investito del ruolo di erede di Samir Handanovic. Dopo una buona prima stagione in serie A con il Livorno, Bardi è pronto a continuare il suo processo di crescita andando a giocare al Chievo Verona in prestito secco di una stagione. Sarebbe potuto anche restare da noi, magari giocando da titolare tutte le partite di Coppa Italia e Europa League, ma la società ha preferito mandarlo a giocare un intero campionato in una squadra di metà classifica come i clivensi. In bocca al lupo allora a Bardi sperando che possa fare una grande stagione, sperando che ben presto possa tornare alla base per difendere la porta nerazzurra da numero 1.

Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì 2 luglio 2014

In attesa dei veri colpi

Il mercato nerazzurro deve ancora decollare e in queste ore si stanno registrando più operazioni in uscita che in entrata, con diversi giovani nerazzurri spediti altrove a fare esperienza o in via definitiva (Bardi, Biraghi, Benedetti, Capello...). La notizia più importante è senza dubbio il rinnovo di contratto fino al 2016 di Walter Mazzarri, che non a tutti suonerà come una notizia felice, ma io dico che è giusto così. Sono anni e anni che cambiamo allenatori e allenatori e finalmente ora che si inizia a vedere l'idea di un progetto dovremmo cambiare di nuovo e partire un'altra volta da zero? No, grazie. Continuiamo con Mazzarri e vediamo l'anno prossimo, il nostro vero anno zero, dove si arriverà. Poi si trarranno le somme. Per quanto riguarda il mercato in entrata è stato ufficializzato l'arrivo di Tommaso Berni, scuola Inter, che arriva per fare il terzo portiere ma soprattutto per le liste Uefa. Inoltre è stato riscattato Taider dal Bologna in cambio del giovane Paramatti, con l'algerino che ha più volte ribadito la sua intenzione di restare in nerazzurro. Io lo terrei volentieri perchè è giovane e fa legna a centrocampo, ma l'obiettivo principale è assolutamente Yann M'Vila e se per arrivare a lui bisogna necessariamente sacrificare Taider, allora ben venga. Ma bisogna convincere il giocatore della destinazione russa, che a quanto pare non gli va molto a genio. Queste sono le ultime notizie in casa Inter, speriamo di risentirci nel prossimo articolo con qualche ufficializzazione importante, sperando sia di quel giocatore che avrà l'arduo compito di non far rimpiangere una leggenda come Cambiasso, Yann M'Vila.

Image Hosted by ImageShack.us

sabato 21 giugno 2014

Comproprietà, ciao ciao!

Finalmente in Italia sono state abolite le comproprietà e per questo si sono dovute risolvere tutte le compartecipazioni in essere, con la possibilità di rinnovo per un ultimo anno. L'Inter ha dovuto condurre molte trattative in questa ottica, visto l'elevato numero di compartecipazioni che aveva con altre società. La più importante è stata sicuramente quella relativa a Mauro Icardi, riscattato interamente dalla Sampdoria per circa 6 milioni di euro. Lui sarà il futuro dell'attacco nerazzurro. Sono invece stati riscattati molti giovani nerazzurri come Khrin, che tornerà alla base dopo quattro anni a Bologna, Crisetig, Tassi e Biraghi. La compartecipazione con il Bologna per Taider è invece stata rinnovata per un altro anno, ma pare che l'Inter riscatterà comunque il giocatore per poi girarlo al Rubin Kazan, nell'operazione che dovrebbe (speriamo) portare Yann M'Vila a Milano. Ma l'operazione più allucinante è stata quella relativa a Ishak Belfodil, che è stato rispedito al mittente dopo una stagione veramente deludente e anonima, per metà all'Inter e per metà al Livorno, dove non è riuscito a dare nessuna contributo per la (mancata) salvezza dei toscani. E pensare che un anno fa fu acquistato per circa 5 milioni più Antonio Cassano. Una delle ultime operazioni folli portate a termine da quell'incompetente di Branca. Questo il resoconto delle operazioni più importanti concluse dall'Inter in questi giorni di risoluzione delle comproprietà. Ora concentriamoci sul mercato vero, in attesa di buone notizie dal fronte russo.

Image Hosted by ImageShack.us

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore