venerdì 3 ottobre 2014

Partita deludente con il Qarabab

Devo essere sincero, non sono soddisfatto di quanto visto ieri sera. Giocavamo contro il Qarabab e non penso di dire eresie se dico che probabilmente il 99,9% periodico dei tifosi nerazzurri non l'aveva mai sentito nominare prima. Eppure, abbiamo lasciato fin troppo campo agli avversari, concedendogli anche un buon possesso palla, mentre noi ci siamo limitati a stare chiusi in difesa e cercare le ripartenze. Questo non è accettabile, tra l'altro è inammissibile andare a giocare in casa contro un avversario sconosciuto a mezzo mondo con cinque difensori, una punta e tre mediani difensivi. Questo è veramente troppo. Inoltre la gara di ieri ha dimostrato che Mazzarri sta clamorosamente toppando il turn over, visto che dopo soli 75 minuti di gioco diversi nostri giocatori sono crollati a terra in preda a crampi lancinanti. Detto questo, alla fine si è vinto comunque 2-0 con il vantaggio firmato da un bel gol di D'Ambrosio, il migliore in campo ieri sera nonchè uomo Europa League in questo inizio di stagione, e raddoppio di Icardi nel finale con una bella rasoiata di destro. Archiviata questa partita, domenica andiamo a giocare a Firenze, e già ve lo dico, sono molto preoccupato.

PAGELLE:

CARRIZO 6: in fin dei conti non ha dovuto fare neanche una parata in tutta la gara.

ANDREOLLI 5,5: un pò in bambola in alcune situazioni, meno positivo rispetto alle ultime uscite.

RANOCCHIA 7: grande partita del neo Capitano nerazzurro, che non ha sbagliato nulla guidando la difesa alla grande. Bellissima l'avanzata palla al piede dalla difesa che ha ricordato tanto le sgroppate di Zanetti.

JUAN JESUS 6: partita attenta del brasiliano anche se nel finale è calato un pò dal punto di vista della concentrazione, beccandosi anche un giallo evitabile.

NAGATOMO 5: non ce l'ho con lui, ma veramente non posso più vederlo giocare titolare nell'Inter. Ieri ha giocato la sua classica partita, prendendo palla e passandola sempre indietro, senza mai cambiare marcia, puntare l'uomo, fare un cross o un filtrante interessante. Completamente piatto. Anonimo.

KUZMANOVIC 5: abbastanza male ieri, lento e poco lucido nelle giocate.

M'VILA 6,5: buonissima prestazione del francese, che sopratutto nel primo tempo fa sentire la sua fisicità in mezzo al campo.

HERNANES 6: in leggera crescita rispetto alle ultime partite, si è reso pericoloso in avanti soprattutto con colpi di testa, che non sono certo il suo forte.

GUARIN 6: sempre al centro del gioco, quasi tutti i palloni passano dai suoi piedi. Peccato che ieri ha sbagliato diverse volte la giocata finale.

D'AMBROSIO 7: grande partita di Dan Dan, impreziosita da un gol bellissimo sotto la traversa, anche grazie alla complicità di una deviazione. Ma dall'inizio alla fine ha corso, ha puntato l'uomo saltandolo il più delle volte, ha crossato molto anche se con poca precisione. Ma ha giocato da esterno alla Mazzarri finalmente.

ICARDI 6: ha corso come un matto durante tutta la partita per fare pressing sugli avversari, anche quando era in preda ai crampi. Lodevole. Poi ha avuto tre occasioni da gol, una creata dal nulla con una bordata da fuori area, un'altra clamorosamente sciupata a tu per tu col portiere e l'ultima, forse la più difficile, nella quale ha battuto il portiere con un bel destro nell'angolino.

MEDEL 6: ancora una volta entra e dà grande equilibrio alla squadra in tandem con M'Vila.

OSVALDO 6,5: entra e si vede subito, altra classe, altro livello rispetto agli avversari e ad alcuni suoi compagni. Bellissimo l'assist per il gol di Icardi.

OBI 6: ottimo ingresso a gara in corso, con tanta grinta e corsa. Questo è l'Obi che ho sempre ammirato.

MAZZARRI 5: abbiate pazienza, ma per le motivazione che ho già dato non posso dare la sufficienza al Mister. Queste partite vanno giocate e gestite in tutt'altro modo. Al di là della vittoria finale.

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 28 settembre 2014

Figuraccia Inter! Inter - Cagliari 1-4

Non è durata molto la felicità dopo la vittoria contro l'Atalanta, in cui avevamo convinto anche dal punto di vista del gioco. Oggi non ho visto la partita per un impegno importante, ma di certo non si può tollerare di andare sotto di quattro gol contro l'ultima in classifica in appena 45 minuti, espulsione di Nagatomo o meno. Anche sotto di un uomo, dovevamo subito riorganizzarci, tenere botta e aspettare il momento giusto per colpire. Invece ci siamo sciolti come neve al solo ed è stato un disastro totale. Thohir disgustato in tribuna come tutti noi tifosi nerazzurri. Ma allora siamo davvero scarsi? O è stato uno scivolone di una squadra di fenomeni? La verità sta chiaramente nel mezzo, siamo una squadra giovane, nuova e ambiziosa, e ci possono stare dei passi falsi in questo senso. Quello che però più delude è il modo con cui arriva questa sconfitta. In modo inaccettabile e imbarazzante. Uno scivolone, ok. Ma che non succeda più. Perchè si vince e si perde, ma non si possono fare queste figuracce!

Image Hosted by ImageShack.us

mercoledì 24 settembre 2014

Bella Inter, 2-0 sull'Atalanta!

Finalmente dopo diversi anni arriva una vittoria contro l'Atalanta, una nostra vera bestia nera. E la vittoria è stata anche convincente. Dopo il brutto pareggio contro il Palermo, l'Inter è tornata a giocare a un buon livello con tanta intensità, conquistando il 2-0 contro i bergamaschi. Risultato inoltre abbastanza bugiardo, visto che il passivo per l'Atalanta poteva essere ben più ampio, visto il palo colpito da Vidic, il rigore sbagliato da Palacio e tante altre occasioni sciupate per poco. Le reti sono state bellissime. Prima Osvaldo, subentrato a Icardi nel primo tempo, ha firmato il vantaggio con una stupenda sforbiciata su cross di Guarin, mentre il raddoppio è arrivato a fine partita con Hernanes, che su calcio piazzato ha trafitto Sportiello con un tiro imparabile. Solo una decina di minuti di apnea per l'Inter, fino al cambio azzeccatissimo di M'Vila per Palacio che ha rimesso il gioco nelle mani dell'Inter fino alla fine. Ottimi i tre punti e molto buono il gioco. Forza Inter!

PAGELLE:

HANDANOVIC 5,5: non mi è piaciuta la sua partita, troppo insicuro nelle uscite sui calci d'angolo. Troppo farfallone!

RANOCCHIA 6,5: nessuna sbavatura per il neo Capitano nerazzurro, che ha conquistato anche un calcio di rigore trattenuto in area da Benalouane.

VIDIC 6,5: ottima prestazione del serbo, che si riscatta dopo le ultime uscite non eccezionali. Non sbaglia un solo intervento difensivo e sfiora il gol colpendo il palo!

JUAN JESUS 6,5: decisamente meglio rispetto alla gara precedente, attento e concentrato.

JONATHAN 5,5: benino in fase difensiva, anche se spesso ha lasciato troppo spazio a Dramè per crossare, ma nullo in fase offensiva dove non si è visto praticamente mai.

GUARIN 6,5: altra ottima prova del Guaro, che è sempre uno dei più propositivi e pericolosi. Aggiornate le statistiche, altro assist vincente per lui.

MEDEL 7: giocatore eccezionale. Davanti la difesa è una roccia, corre per quattro e recupera una miriade di palloni, deliziando la platea anche con aperture del gioco da regista vero.

KOVACIC 6,5: ottimo prova, in continua crescita. Nel primo tempo è andato vicino al gol in un paio di occasioni e ha regalato come al solito ottime verticalizzazioni per i compagni. Tanto sacrificio in fase difensiva, è arrivato sfinito al fischio finale.

DODO' 6,5: buonissima gara sulla sinistra, non ha attaccato molto ma ha sbagliato pochissimi palloni e difensivamente è stato perfetto.

PALACIO 5,5: ancora lontano dalla migliore condizione, è stato particolamente sfortunato visto il rigore sbagliato e il palo colpito nella ripresa. Aspetto di vedere il miglior Palacio, un signor giocatore.

ICARDI S.V.: troppo poco in campo, esce per infortunio nel primo tempo. Speriamo non sia nulla di grave.

OSVALDO 7,5: il migliore in campo. Ha firmato il vantaggio con un goal pazzesco in sforbiciata, mostrando tutte le sue enormi qualità tecniche e acrobatiche. Ha giocato molto per la squadra, aiutando parecchio anche in fase difensiva. Suo la punizione conquistata per il 2-0 di Herananes. Partita da leader!

HERNANES 6,5: entra e mette il sigillo al match con una perla su calcio di punizione. La forma non è ancora la migliore, ma questo goal gli darà la carica per tornare presto al top.

M'VILA 6,5: ottimo ingresso a partita in corso, ha dato tanta sostanza alla squadra, recuperando diversi palloni e gestendo bene il possesso palla.

MAZZARRI 7: stavolta nulla da dire, la squadra ha giocato bene creando numerose occasioni da gol e concedendone veramente poche. I cambi sono stati tutti azzeccatissime, quindi molto bene.

Image Hosted by ImageShack.us

martedì 23 settembre 2014

Palermo - Inter al cardiopalma. Finisce 1-1


In questi giorni non ho proprio avuto tempo per scrivere il mio commento su questa partita, per cui adesso cercherò di essere breve e conciso. Il primo tempo è stato vergognoso, ci siamo fatti surclassare sul piano del ritmo e del gioco dal Palermo, al quale abbiamo regalato il vantaggio dopo una manciata di minuti per un erroraccio incredibile di Vidic. Per fortuna c'ha pensato Kovacic a rimettere le cose a posto con un bel gol dal limite dell'area, a conferma dell'enorme crescita del ragazzo in fase realizzativa. Nel secondo tempo abbiamo imposto il gioco per grande parte della partita, finchè Mazzarri non è passato a un 4-3-1-2 alquanto abbozzato che ci ha fatto pericolosamente barcollare, rischiando anche la sconfitta. Ma l'occasione più nitida l'abbiamo collezionata noi a tempo quasi scaduto con Osvaldo, che si è visto negato il gol da un miracoloso Sorrentino. Risultato finale 1-1, con due gol annullati all'Inter per dubbi fuorigioco, prima di Vidic e poi di Icardi. Ora speriamo di avere più fortuna domani, contro una nostra bestia nera come l'Atalanta. Non ci resta che sperare tutto vada liscio.

PAGELLE:

HANDANOVIC 6: sul gol subito non ha molte colpe, però poteva coprire meglio sul suo palo. Per fortuna ha avuto un buon riflesso sul tentativo di autogol di Juan Jesus.

RANOCCHIA 6: l'unico ad aver giocato in maniera decorosa in difesa senza commettere errori.

VIDIC 5: imperdonabile e inammissibile l'errore fatto dopo una manciata di minuti dal fischio d'inizio che ha regalato il vantaggio al Palermo. Un erroraccio del genere non me lo sarei mai aspettato da lui. E' ora che si cali meglio nel calcio italiano perchè l'inizio è stato da incubo.

JUAN JESUS 5: molto male anche il brasiliano, che ha rischiato un autogol e un espulsione. Fortuna che Mazzarri l'ha sostituito.

D'AMBROSIO 5: un inizio pimpante, poi il nulla totale. Come immaginavo, una rondine non fa primavera.

GUARIN 6,5: l'unico a provarci dall'inizio alla fine. Va vicino al gol in almeno due occasioni e nel finale serve un assist delizioso per Osvaldo, che solo a causa di un fenomeno intervento di Sorrentino non si è rivelato un assist da tre punti.

MEDEL 6: meno devastante rispetto alla gara precedente, ma sempre pronta a rincorrere gli avversari e fare filtro davanti la difesa.

KOVACIC 7: insieme a Guarin, è l'unico a meritare un positivo più che positivo, visto che ha provato a dare geometrie alla squadra, riuscendo anche a trovare il fondamentale gol del pareggio prima dell'intervallo. La sua vena realizzativa sta migliorando a vista d'occhio.

NAGATOMO 4: partita indecente. A sinistra, a destra, nella difesa a 4 ha fatto sempre peggio, senza riuscire a fare una sola giocata che fosse degna di un giocatore da Inter. La domanda è sempre la stessa: è realmente un giocatore da Inter?

OSVALDO 5,5: troppo discontinuo nell'arco dei novanta minuti, ha giocato troppo da fermo pretendendo la palla sui piedi. Nel finale è andato vicinissimo al gol vittoria, peccato per il miracolo di Sorrentino che gliel'ha impedito.

ICARDI 5: male stasera, non è riuscito a trovare lo spazio per rendersi pericoloso, se non in una sola occasione dove gli è stato annullato un gol per presunto fuorigioco.

DODO' 5,5: tanta corsa, qualche cross e poco più.

HERNANES 4,5: entra e sbaglia tutti i palloni possibili e immaginabili. Che fine ha fatto il vero Hernanes???

PALACIO 5: entra ma non incide.

MAZZARRI 5: iniziano i problemi che tutti ci aspettavamo. Non sarà facile gestire le tre competizioni e avere sempre una squadra al top. Oggi si è visto con un Palermo che correva il triplo rispetto a noi, ma alla fine il pareggio è stato il risultato più giusto. Lo sbandamento tattico visto nel passaggio al 4-3-1-2 mi fa chiaramente capire che la difesa a 4 non è stata mai veramente provata in allenamento. Molto male.

Image Hosted by ImageShack.us

venerdì 19 settembre 2014

Dnipro - Inter 0 - 1

L'avventura nerazzurra in Europa League parte con una convincente vittoria su un campo ostico come quello ucraino. Non era affatto facile affrontare il Dnipro, che è più avanti come condizione atletica e sta facendo ottime cose in campionato, ma noi siamo riusciti a giocare una partita autoritaria, aspettando il momento giusto di colpire. Momento che è arrivato nel secondo tempo con D'Ambrosio che al secondo tentativo è riuscito a centrale il bersaglio con una bella incursione in area di rigore avversaria. Nel primo tempo un rigore clamoroso non concesso per fallo in mano e un altro (da chiarire meglio) per fallo su Guarin, trattenuto sulla linea dell'area di rigore. Come al solito non siamo fortunati con gli arbitraggi, nemmeno in Europa. Ci può stare invece l'espulsione per doppio giallo al giocatore del Dnipro, che è intervenuto a gamba tesa sul ginocchio di Guarin. Magari troppo fiscale l'arbitro in questa occasione, ma mancano altre sanzioni ben più severe a diverse gomitate che hanno stesso prima M'Vila e poi Kuzmanovic, non due piccolini diciamo. Per chiudere, era importante vincere questa gara, anche alla luce del sorprendente pareggio tra St'Etienne e Quarabab. Ora partiamo già in testa al girone, speriamo di mantenere il ritmo!

PAGELLE:

HANDANOVIC 6: impegnato una sola volta in tutta la gara con un tiro dalla distanza a pochi secondi dal fischio d'inizio. Per il resto normale amministrazione e solo un brivido per un tiro finito a fin di palo.

CAMPAGNARO 7: tornato titolare dopo un mercato da separato in casa, si è ripresentato alla grande giocato una partita autoritaria e impeccabile. Ben tornato Hugo Boss.

VIDIC 6,5: grande leader al centro della difesa, legge sempre in anticipo gli attacchi avversari e dirige il reparto con grande carisma.

JUAN JESUS 6,5: a completare un grande reparto, il brasiliano è stato impeccabile e si è spesso preso la responsabilità di cercare la giocata vincente verso gli attaccanti.

D'AMBROSIO 6,5: primo tempo in ombra, ripresa in crescendo con una prima incursione che non si è concretizzata in gol per un miracolo del portiere avversario, poi però trafitto alla seconda possibilità. In crescita.

KUZMANOVIC 6: partita positiva, giocatore dall'usato sicuro. Corre tanto, si inserisce, le prende e le dà anche se qualche volta ha rischiato troppo essendo già ammonito.

M'VILA 6: un'ora di gioco non eccezionale, lento e impacciato, non mi è piaciuto. Nell'ultima mezz'ora invece è salito in cattedra con tanti interventi precisi volti a rompere il gioco avversario. Sembra ancora non in perfetta forma comunque.

HERNANES 6: tanta qualità in un centrocampo tutti muscoli. Prova qualche giocata vincente e nella ripresa serve un assist delizioso per Guarin che non si è tramutato in gol davvero per poco.

DODO' 6: buona partita per il giovane brasiliano, fresco di convocazione in nazionale maggiore. Ha attaccato con frequenza e ha difeso con attenzione. Bene.

GUARIN 6,5: buona prova del colombiano, che ieri sera ha anche indossato la fascia di capitano. Ha fatto tante giocate di qualità, è andato vicinissimo al gol e ha servito l'assist vincente per D'Ambrosio. Conferma che con la testa a posto sa come essere decisivo.

ICARDI 5,5: molto isolato in attacco, ha avuti pochi palloni buoni per bucare la difesa avversaria. Nell'unica netta occasione da gol, non è riuscito a essere freddo come al solito facendosi parare il tiro a porta quasi sguarnita.

OSVALDO 5,5: entrato per dare maggiore peso offensivo alla squadra, si è perso un pò troppo nel cincischiare con la palla senza fare giocate utili alla squadra.

JONATHAN S.V.

MAZZARRI 6: giocare con una sola punta era quasi d'obbligo visto che ne abbiamo solo tre e dobbiamo gestire bene le energie tra coppa e campionato. La squadra ha comunque giocato una partita autoritaria su un campo difficile senza rischiare quasi nulla e creando qualche palla gol importante. Da migliorare il gioco offensivo quando si gioca con una sola punta.

Image Hosted by ImageShack.us

domenica 14 settembre 2014

Dejavu: Inter - Sassuolo 7-0


E' stata la settimana della conclamazione dei nuovi fenomeni italiani, Zaza e Berardi, che avrebbero dovuto affossare l'Inter a suon di gol e giocate. Oggi qualcuno li ha visti? Zaza assolutamente annullato da un fantastico Ranocchia e un Berardi penoso, che si è saputo mettere in mostra solo per i falli commessi e per l'espulsione rimediata per la vergognosa gomitata su Juan Jesus. Ecco, aspettiamo prima di esaltare così esageratamente i giovani italiani, che si fa presto a fare figuracce. Ed ecco che i veri fenomeni si sono dimostrati Icardi e Kovacic, che nel primo tempo hanno letteralmente asfaltato il Sassuolo consentendo alla squadra di arrivare all'intervallo con ben 4 gol di vantaggio. Nella ripresa la musica non è cambiata e l'Inter ha continuato a macinare gioco, fino a segnare altri 3 gol per un totale di 7-0. Un risultato tennistico, un dejavu di quanto accaduto l'anno scorso. Ma se l'anno scorso la nostra vittoria fu sminuita perchè il Sassuolo era la squadretta neopromossa, adesso cosa direte della squadra dei grandi fenomeni del calcio italiano?

PAGELLE:

HANDANOVIC 6: sufficienza politica per la presenza in campo, ma non ha dovuto fare una parata in tutta la partita. Spettatore non pagante.

ANDREOLLI 6: partita attenta e senza sbavature. Si conferma un rincalzo affidabile e professionale.

RANOCCHIA 7: prestazione importante di Ranocchia, che ha saputo annullare il tanto esaltato Zaza senza fargli toccare neanche un pallone.

JUAN JESUS 6: ha stravinto tutti i duelli con Berardi, portando l'avversario allo sfinimento guadagnandosi una gomitata gratuita, segno della schiacciante vittoria del brasiliano sul piccolo (piccolissimo) italiano, il cui unico spunto è stato di nervi.

NAGATOMO 6: buona partita del giapponese, schierato sulla destra. Dà il meglio sul lato opposto, ma ha saputo disimpegnarsi molto bene anche a destra, annullando totalmente Sansone, uno noto per essere micidiale contro l'Inter.

HERNANES 6: ancora lontano dalla miglior forma, ha comunque disputato una discreta gara fornendo un assist per Icardi. Mi aspetto un importante miglioramento da parte sua nel corso della stagione in termini di gol e assist.

MEDEL 8: assolutamente fantastico, uno dei migliori in campo. Piazzato davanti la difesa ha fatto vedere tutte le sue qualità di mastino instancabile, recuperando una marea di palloni senza commettere falli e mostrando anche grande capacità di passaggio. Preziosissimo nello scacchiere nerazzurro!

KOVACIC 8: devastante, ha dato il là subito al primo gol dell'Inter con una accelerazione spaventosa che ha portato al gol di Icardi del primo vantaggio. Poi ha segnato il suo primo gol per l'Inter in campionato, prima di servire un altro delizioso assist a Icardi. Sta crescendo a vista d'occhio e quando gioca così è davvero un piacere vederlo!

DODO'6,5: qualche sbavatura difensiva nel primo tempo, ma sempre propositivo in avanti. Il primo gol di Osvaldo nasce da una sua grande giocata individuale con tanto di tunnel all'avversario in un fazzoletto di campo.

OSVALDO 7,5: ottima partita anche per lui, soprattutto molto cinico. Ha segnato due gol (anche se entrambi a porta vuota) e ha fornito due preziosi assist ai compagni per altrettanti gol. Uomo aggiunto per l'attacco nerazzurro.

ICARDI 9: lo eleggo migliore in campo, soprattutto grazie alla sua prima tripletta in campionato con la maglia dell'Inter. Famelico e micidiale come pochi, segna un primo gol di rapina, un secondo bellissimo da fuori area e un terzo straordinario di sinistro. Per poco non segnava il quarta gol. Bomber micidiale!

MBAYE 6: finalmente arriva il debutto in campionato con l'Inter per Mbaye, rimasto in nerazzurro dopo un mercato tribolato. Giusto premio per uno dei ragazzi più talentuosi usciti dal nostro vivaio.

GUARIN 7: ben tornato in campo. Si è vista subito la sua voglia di riscatto, la voglia di riconquistare il cuore dei tifosi. Il primo passo è stato importante con un gol, un assist e una esultanza molto speciale. Bentornato Guaro.

PALACIO S.V.

MAZZARRI 8: nulla da dire, la squadra è stata perfetta oggi. Finalmente si è giocato con tutti i giocatori nelle loro posizioni ideale, si è creato tanto e si è rischiato pochissimo contro un avversario che si presentava come veramente ostico da affrontare. Giusto una battuta finale, ci volevo una gara con sette gol di vantaggio e un uomo in più per provare questa maledetta difesa a 4! xD

Image Hosted by ImageShack.us

martedì 2 settembre 2014

Resoconto di mercato: Ausilio toppa nel finale!


Il mercato si è ufficialmente chiuso ieri sera alle 23:00 e tutti noi ci aspettavamo l'ultimo colpo ad effetto dell'estate. Ebbene, siamo rimasti palesemente delusi e lo dico apertamente. Ausilio ha clamorosamente toppato questo finale di mercato, a dispetto di quanto bene avesse lavorato nelle precedenti settimane prendendo ottimi giocatori con operazioni veramente intelligenti. M'Vila, Medel, Dodò, Osvaldo sono stati tutti acquisti di grande fattura. Mancava solo la ciliegina sulla torta, quel fantomatico top player che ci serviva in attacco. Un nome su tutti era Ezequiel Lavezzi, con discorsi avanzati con il PSG ma finiti con un buco nell'acqua. E l'errore più grande è stato quello di vendere in fretta e furia prima Botta e poi Alvarez, senza avere la certezza di riuscire a prendere un sostituto in attacco. E ora ci ritroviamo con un Guarin separato in casa da reintegrare in rosa a tutti i costi, un attacco ridotto all'osso con i soli Palacio, Osvaldo e Icardi. Tre attaccanti per tre competizioni, peggio dell'anno scorso. Ausilio ha chiuso come una squadra che fa un'azione fantastica, con dribling, triangolazioni, passaggi filtranti eccellenti ma poi non la butta dentro. Tutto inutile fare un mercato così intelligente se poi alla fine lasci la squadra incompleta con un difensore in meno rispetto all'anno scorso (il migliore dell'anno Rolando) e un attacco con gli uomini contati. Speriamo solo che da qui a Gennaio non venga neanche un piccolo raffreddore a uno degli attaccanti, altrimenti prepariamo a vedere Frustalupi nella lista dei convocati...

Image Hosted by ImageShack.us

Note legali

Dichiaro di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.

Autore